Mercato Trading e Segnali Operativi... SEGNALI OPERATIVI | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

SEGNALI OPERATIVI


Gold spot Intraday May rise 0.63 % intraday support around 1487.00.


Date-time : 10/18/2019 – 17:02 CET 30min Chart

Our preference:

long positions above 1487.00 with targets at 1497.00 & 1500.50 in extension.

Alternative scenario:

below 1487.00 look for further downside with 1484.00 & 1481.00 as targets.

Comment:

the RSI advocates for further advance.
.
.

Pivot: 1487.00

Our key levels:

PivotLast
14871491.11
ResistancesSupports
1504
1500.5
1497
1487
1484
1481

https://anyvideotutorial.com/

Dax ST May rise 5.42 % further upside.


Date-time : 10/18/2019 – 16:54 CET Daily Chart

Our preference:

long positions above 12230.00 with targets at 13000.00 & 13300.00 in extension.

Alternative scenario:

below 12230.00 look for further downside with 11880.00 & 11560.00 as targets.

Comment:

the RSI is bullish and calls for further advance.
.
.

Pivot: 12230.00

Our key levels:

PivotLast
1223012616.34
ResistancesSupports
13600
13300
13000
12230
11880
11560

https://anyvideotutorial.com

Silver spot Intraday May rise 1.10 % further upside.


Date-time : 10/18/2019 – 17:04 CET 30min Chart

Our preference:

long positions above 17.4400 with targets at 17.6400 & 17.7300 in extension.

Alternative scenario:

below 17.4400 look for further downside with 17.3700 & 17.3000 as targets.

Comment:

the RSI is bullish and calls for further advance.
.
.

Pivot: 17.4400

Our key levels:

PivotLast
17.4417.54
ResistancesSupports
17.8
17.73
17.64
17.44
17.37
17.3

https://anyvideotutorial.com/

Crude Oil (WTI) (X9) Intraday May fall -1.87 % choppy.


Date-time : 10/15/2019 – 22:12 CET 30min Chart

Our preference:

short positions below 53.32 with targets at 52.38 & 51.95 in extension.

Alternative scenario:


above 53.32 look for further upside with 53.78 & 54.12 as targets.

Comment:

the RSI advocates for further decline.
.

Pivot: 53.32



Our key levels:

PivotLast
53.3252.94
ResistancesSupports
54.12
53.78
53.32
52.38
51.95
51.38

https://anyvideotutorial.com

Dax Intraday May rise 0.95 % further upside.


Date-time : 10/15/2019 – 09:21 CET 30min Chart

Our preference:

long positions above 12477.00 with targets at 12630.00 & 12690.00 in extension.

Alternative scenario:


below 12477.00 look for further downside with 12400.00 & 12340.00 as targets.

Comment:

the RSI is bullish and calls for further advance.

Pivot: 12477.00




Our key levels:

PivotLast
1247712570
ResistancesSupports
12730
12690
12630
12477
12400
12340

Crude Oil (WTI) (X9) Intraday May fall -1.46 % the downside prevails.


Date-time : 10/15/2019 – 08:58 CET 30min Chart

Our preference:

short positions below 53.70 with targets at 52.80 & 52.50 in extension.

Alternative scenario:


above 53.70 look for further upside with 54.00 & 54.35 as targets.

Comment:

the RSI calls for a new downleg.

Pivot: 53.70





Our key levels:

PivotLast
53.753.28
ResistancesSupports
54.35
54
53.7
52.8
52.5
52.2

Momento della verita' per il Dax

Momento della verita' per il Dax. Il Dax e' arrivato con i massimi di quota 11845 a testare la "neckline" del testa spalle rialzista disegnato sul grafico intraday dai minimi del 7 agosto. La rottura della linea (da confermare in chiusura oraria), che unisce i massimi del 9 e del 22 agosto, completerebbe la figura prospettando il raggiungimento dei 12450 punti circa, obiettivo ottenuto proiettando l'ampiezza della figura dal punto di rottura della linea.
Resistenza intermedia a 12200 circa. Il mancato superamento degli 11845/50 punti e la violazione di area 11800, dove transita la media esponenziale a 200 ore, allontanerebbero le prospettive di rialzo facendo temere flessioni verso gli 11550 punti. (AM - www.ftaonline.com)

FTSE Mib al test dei 21mila punti, nuovi rialzi dietro l’angolo?

28/08/2019 17:02
I prezzi del FTSE Mib stanno riducendo le perdite messe a segno nel corso della prima parte della mattinata, con gli operatori più tranquilli sull’ipotesi della formazione di un Governo giallorosso. Operativamente, se l’ascesa dovesse continuare, ci si potrebbe attendere un ritorno dei prezzi verso i 21.700 punti

Seduta all’insegna dei leggeri ribassi sul FTSE Mib che cede, al momento della scrittura, lo 0,12% attestandosi a 20.966,58 punti.
Dopo un inizio di giornata caratterizzato dalle vendite, il principale listino italiano è riuscito a rialzare la testa a seguito dei risultati delle audizioni dei BoT a 6 mesi, le quali hanno evidenziato una contrazione dei rendimenti di aggiudicazione.
In generale, nelle ultime sessioni gli operatori sono stati tranquillizzati dalle ipotesi sempre più forti relative alla formazione di un governo giallorosso, con lo spread tra BTp e Bund a 10 anni sceso di oltre 20 punti percentuali dall’avvio della crisi di Governo (per approfondire).
 

FTSE Mib, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Dal punto di vista grafico, la tenuta da parte dei prezzi dei 21.000 punti è un segnale estremamente positivo: per le quotazioni, è ora importante superare con una chiusura i 21.050 punti, in modo tale da rompere il livello statico lasciato in eredità dai minimi del 26 giugno 2019.
Se la positività dovesse persistere, è ragionevole attendersi un ritorno dei corsi a 21.700 punti, area di transito della linea di tendenza che unisce i lows del 21 giugno a quelli del 22 luglio 2019.
Per mantenere solido l’ultimo impulso ascendente, è importante che i prezzi si mantengano al di sopra della media mobile semplice a 200 giorni, ora transitante a 20.456,3359 punti. Discese sotto questo algoritmo permetteranno ai venditori di incrementare la loro pressione verso l’importante supporto a 19.598,2793 punti.

Strategie operative sul FTSE Mib
Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Vista l’importanza della resistenza identificata nell’analisi, si potrebbe effettuare un’operatività in breakout nel caso in cui i prezzi si portino al di sopra di 21.050 punti. Lo stop loss andrebbe posto a 20.400 punti, mentre l’obiettivo principale a 21.700 punti. Un target più ambizioso andrebbe invece localizzato sulla soglia psicologica dei 22.000 punti.

Fonte: www.money.it

Neo mantiene il movimento sopra i 9.80$

Prova di forza per Neo che stabilizza il prezzo sopra i 9.80$ e ferma l'avanzata ribassista: questa soglia non solo rappresenta un buon supporto tecnico di lungo periodo, ma è anche un ottimo segnale psicologico e strategico dato il numeo di rimbalzi continuativi da febbraio 2019.

Fase ciclica importante

La situazione tecnica appare laterale ma con segnali ciclici importanti visto l'arrivo sui minimi e la compressione dei prezzi di breve che potrebbero immetterci in una nuova fase di movimento che potrebbe essere rialzista. 
Sul giornaliero si potrebbe essere ingannati dalla geometria del movimento, somigliante ad un testa e spalle: se andiamo a comparare i volumi, la fase ciclica, volatilità e forza relativa, possiamo avere chiara una visione di una condizione di doppio minimo, stabilizzata da una fase di rangecausata dalla scarsità di liquidità attuale e raggiungimento di un supporto forte.

Target futuri e attesa dei volumi

Inoltre il canale formatosi dal 14 agosto fino ad oggi ci indica un momento di indecisione ed attesa che potrebbe scaturire in futuro a forti rotture di strutture importanti e movimenti in volatità. 
Quindi qualora fosse rotta la resistenza dei 10$ si potrebbe arrivare ad un target pari a 14$, prossima zona di restenza molto importante.
Viceversa un forte ribasso riporterebbe il prezzo sui 6$ supporto importante e psicologicamente forte. 
Fonte: News Trend Online

Bitcoin news: arranca sui 10000$

Piccoli movimenti per Bitcoin che si trova attualmente in una zona di compresione di lungo periodo e un canale di breve periodo.

Volumi che rallentano i movimenti

Si attende il rientro volumetrico ottimale, dopo la pausa estiva, per rivedere la volatilità giusta per poter puntare alle rotture definitive che potrebbero portare il movimento dei prezzi nei target designati in precedenza.
Dal punto di vista tecnico l'oro digitale si è stabilizzato sopra la soglia dei 10000$, supporto mensile che ha dato modo in tante occasioni di essere protetto dai Buyer che sono entrati nel supporto precedente a 9200$.
Quindi possiamo evincere con sicurezza che la zona compresa tra i 10000$ e i 10600$, in questo momento, sta dando respiro al movimento di questa criptovaluta e ci sta fornendo un chiaro segnale di stasi e indecisione.

Un quadro con chiari segnali e scogli da superare

Il quadro si potrebbe concludere analizzando anche i volumi, che ora sono ancora intorno ai 15mld, cifra che non si avvicina neanche lontanamente alla media dei volumi solita del Bitcoin, e l'Rsi che continua a mostrare una divergenza rialzista di breve e di lungo periodo.
Inoltre le medie mobili sono piatte e sembrano tener conto della bassa volatilità in quanto molto vicine tra loro con la 9 periodi che sembra pronta ad un'eventuale cross sulla 21 periodi. 
Un chiaro segnale rialzista di lungo periodo sarà chiaro qualora si romperà la resistenza dinamica di lungo periodo e i 12000$ soglia di enorme importanza volumetrica.
Fonte: News Trend Online

Ftsemib future: livelli chiave per la giornata di oggi


Un'altra seduta sorprendente per il Ftsemib future che reagisce al tracollo di venerdì con un buon rimbalzo verso 20.700 punti, recuperando circa la metà dei punti persi in precedenza.
La struttura dei prezzi rimane particolarmente delicata nonostante per il momento sia stata evitata la rottura del supporto a 20.400 punti, ma meglio non lasciarsi andare a facili entusiasmi.
Infatti la vicinanza dei corsi al gap up lasciato aperto a 20.335, rende nervosi gli operatori che ormai come da prassi consolidata si aspettano una sua veloce chiusura ed in tal senso l'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero conferma queste aspettative.
Più in particolare il suo andamento stenta a guadagnare punti verso il quadrante positivo attestandosi a -59, confermando una certa distanza dall'invesione del trend rialzista.
Inoltre l'andamento del cci sul grafico  orario solo nell'ultimo tratto conquistato dai prezzi, nella fascia di prezzo compresa tra 20720 e 20780 punti, conquista i valori positivi palesando dunque una certa fragilità della reazione positiva dei prezzi.
Naturalmente l'harami bottom completato sul grafico giornaliero conferma la solidità della resistenza a quota 20.400/380, ma nello stesso tempo palesa la cautela dei compratori che non hanno spinto gli acquisti oltre una chiusura più sicura, come 20.830 o meglio 20.880 pt.
La prospettiva per oggi è quella di completare la fase di recupero annullando direttamente gli effetti della black candle di venerdì, sfidando direttamente quota 20.940 e soprattutto preparando il terreno al ripristino dei 21.060 punti.

A questa prospettiva ancora meno probabile se ne contrappone una negativa e più concreta in coerenza con il trend di fondo ribassista, data dal fatto che i supporti intraday a 20.690 e 20580 sono ancora estremamente fragili aumentando il rischio di una loro facile capitolazione.

Strategia intraday sul Ftsemib 

Per le posizioni long: sfruttare la possibile tenuta del supporto intraday a 20.640 punti, collocando un'ordine con stop di massimo 70 punti ed un target oltre 20.810 pt.
Con un profilo di rischio minore attendere la stabilizzazione di quota 20.580 posizionando un'ordine con stop di 60 punti ed un target ambizioso a 20.740 pt.
Per le posizioni short: sfruttare la fragilità dei supporti indicati collocando un ordine a ridosso di 20.840 punti, rischiando al massimo 70 punti ed un target sotto quota 20.580 pt.
Con un profilo di rischio maggiore vendere lungo la fascia di reso compresa tra 20780 e 20.740, una volta ottenuta conferma sui grafici intraday, rischiando uno stop di 70 punti ed un target sotto quota 20.600 pt.
Da non dimenticare è la possibilità di sfruttare l'ottimo livello di volatilità anche in senso multiday attraverso l'acquisto di opzioni, ETF a leva o cfd sull'indice, che offrono una scalabilità migliore e la valorizzazione parziale dei possibili rendimenti.
Fonte: News Trend Online


EUR/USD: livelli chiave per la settimana


Agghiacciante ed avvilente settimana per l'Euro/Dollaro che comprime la propria escursione oltre ogni immaginazione, rendendo difficile qualunque approccio operativo ad esclusione dello scalping.
Non vengono infatti aggiornati i minimi sotto quota 1.1040 in quanto l'atteso intervento del governatore Fed ha innescato ricoperture prudenziali, conl'effetto di ampliare il recupero oltre quota 1.1160 usd.
Rimbalzo in queste ore compromesso dall'evidente ritorno delle vendite che spingono i corsi verso un nuovo test di quota 1.1120 usd.
Infatti Il canale ribassista che domina lo scenario di medio termine tiene a bada le velleitarie spinte rialziste, che si fermano lungo la linea di tendenza che sovrasta i prezzi lungo 1.1180 usd.
Ciò consente già oggi di valorizzare con in piccolo profitto l'indicazione data la scorsa settimana di vendere il supporti a 1.1140, incrementando anche oltre 1.12 gli ordini.
Mentre per rendere più concrete le aspettative di un prolungamento della salita occorre evitare sia la rottura di quota 1.1080, che raggiungere chiusure al di sopra di 1.1140, come dimostra l'andamento dell'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero.

Infatti nonostante un solido andamento discendente il netto recupero dei valori sora quota - 50 pt, riduce l'aspettativa di nuovi minimi durante le prime sedute di questo ottava.
Ma la prospettiva di fondo non cambia a meno che improbabili quanto improvvise notizie di ordine macroeconomico e di politica monetaria europea, non capovolgano il quadro tecnico attuale contribuendo a spingere i prezzi oltre 1.1230 usd.  

Strategie operative su EUR/USD

Per le posizioni long: acquistare lungo il possibile test di quota 1.1080 rischiando al massimo 60 pips ed un target sopra 1.1140 usd.
Con un profilo di rischio di rischio maggiore iniziare ad accumulare posizioni rialziste impiegando basse quantità di capitale, ampliando lungo quota 1.1040 gli ingressi al rialzo.
Lo stop loss complessivo non deve superare i 70 pips ed il target ambizioso oltre 1.1120 usd.
Per le posizioni short: continua a vendere le folate rialziste oltre 1.1150 e 1.1190 puntando al target sotto quota 1.1080 usd e rischiando al massimo 70 pips.
Fonte: News Trend Online



GBPUSD: rinascita o rimbalzo disperato?


Finalmente dopo quasi un mese di pessimi segnali la Sterlina rialza la testa, distanziandosi nelle ultime due settimane di oltre 200 pips dai minimi dello scorso 12 agosto.
Il tweezer bottom completato il 12 agosto scorso ha creato le condizioni per convincere i venditori a chiudere parte delle posizioni, alimentando il rimbalzo dal minimo di 1.2015 al massimo relativo di 1.1275$.
L'indicatore di trend attualmente taglia la fatidica linea dello zeroufficializzando il cambio di tendenza, dopo aver correttamente segnalato la divergenza rialzistaproprio in corrispondenza del minimo prima citato.
Sfortunatamente occorre fare i conti con il mancato breaout della linea superiore che compone il canale ribassista disegnato sul grafico allegato e che sovrasta imponente il timido tentativo di rimbalzo del Cable.
Servono chiusure più alte per confermare il definitivo cambio di trend di breve termine, almeno oltre 1.2320$.
Esso è ancora dominato dai venditori che semplicemente scaricano parte dei profitti, in attesa di tornare pesantemente all'attacco quota i prezzi raggiungessero resistenza remunerative, come ad esempio lungo quota 1.2380 o poco più in alto a 1.2440 usd.

Sarà quindi dura spezzare il dominio del canale ribassista passante adesso per le resistenze 1.2280 e 1.2390$, nonostante il cci valuti come promettente la recente salita che può spingersi anche oltre 1.25$. 
Per il momento come sottolineato nell'analisi precedente: "meglio attendere la concretizzazione dello scenario più probabile ovvero rimbalzi oltre 1.2280 da sfruttare al ribasso, puntando all'aggiornamento dei minimi sotto quota 1.2040 usd". 

Strategie operative su GBP/USD 

Per le posizioni long: attendere il consolidamento di quota 1.2180$ prima di procedere all'apertura di posizioni in acquisto, in quanto sarà necessario confermare l'inversione di breve termine ora solo abbozzata.
Con un profilo di rischio maggiore iniziare ad acqustare piccole quantità, replicando le operazioni nell'eventualità i prezzi scendano sotto 1.2140$, rischiando al massimo 80 pips rispetto al prezzo medio ed un target oltre 
Per le posizioni short: attendere il test di quota 1.2320 collocando ulòteriori ordini pendenti nell'eventualita venga testata anche 1.2410, con stop unico di 70 pisp e target a 1.2230$.
Fonte: News Trend Online




Battuta d’arresto per il Dax

Il mercato azionario tedesco rimane impostato al ribasso nel breve termine, anche grazie alla performance negativa registrata nella seduta di ieri. Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, il Future Dax non è riuscito a superare la resistenza posta a quota 11.853 ed ha di conseguenza assunto un andamento discendente che lo ha portato a realizzare un minimo sul livello 11.704.
Nonostante la volatilità intraday dovuta alla debolezza della Borsa americana, le quotazioni si sono comunque mosse all’interno di un trading range abbastanza ristretto, aspetto che potrebbe fare ben sperare per il futuro in vista dell’avvicinamento delle prossime resistenze, prima tra tutte il livello 11.926.
La Borsa di Francoforte, comunque, si mantiene ancora debole.

Anche la situazione tecnica conferma tale negatività con i prezzi che stazionano bel al di sotto sia dell’indicatore Supertrend che della media mobile a 25. Solo da poche sedute l’indicatore Parabolic Sar è diventato positivo, cui si aggiunge un indicatore Macd che si sta avvicinando al proprio Signal.
Si rileva come l’indicatore RSI sia posizionato nella sua area di “neutralità”, nell’intorno del livello 36.

I segnali di oggi sul Future Dax

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 11.847 con target nell’intorno dei 11.946 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 11.704 con obiettivo molto vicino al livello 11.609.
Autore: Alessandro Aldrovandi Fonte: News Trend Online

Fib, chiuso il Gap Down sul livello 21.025

Il mercato azionario italiano rimane ancora impostato al ribasso nel breve termine. Nella seduta di oggi, particolare, il Future sull’indice FTSE/MIB ha dapprima intrapreso un trend direzionale rialzista che lo ha portato a superare la resistenza dei 21.000 punti, fino a chiudere il Gap Down rimasto aperto da inizio agosto sul livello 21.025.
Poi, nel pomeriggio, complice la debolezza delle Borse americane, si è assistito ad una inversione di tendenza che ha annullato tutti i guadagni realizzati fino a quel momento, riportando i prezzi vicini ai valori di apertura.
A Piazza Affari risultano quindi evidenti i segni di inversione di un trend primario rialzista che dura da inizio anno, cui si aggiungono le recenti vicende politiche.

L’impostazione grafica, infatti, vede i prezzi stazionare sia al di sotto dell’indicatore Supertrend che della media mobile a 25, mentre l’indicatore Parabolic Sar è appena diventato positivo, così come l’indicatore Macd sta per incrociare il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità”.
Si ricorda, infine, che è ancora presente un Gap Up da chiudere sul livello 20.335.

I segnali di trading sul Fib

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 21.040 con target nell’intorno dei 21.295 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 20.750 con obiettivo molto vicino al livello 20.550.
Autore: Alessandro Aldrovandi Fonte: News Trend Online


Enel anticipa la caduta dell’indice: dove si fermerà il calo?


Ben prima che le vicende politiche in Italia iniziassero a condizionare in negativo l’indice di appartenenza, Enel ha intrapreso una veloce correzione a partire dalla violazione della linea di tendenza rialzista intorno ai 5,15 con volumi scambiati in forte aumento.
Successivamente il titolo dopo la recente rottura del supporto a 4,90, ha intrapreso un forte discesa dei corsi culminata a quota 4,60, forte livello per arginare cadute ancora più ampie.
Infatti l’analisi dell’efficace indicatore di trend macd, confermava già il 16 maggio, con la chiusura a 4,93, la fine del veloce trend rialzista partito il 28 marzo scorso a con la violazione dei 4,80.
Attualmente l'impostazione rimane negativa con il rischio concreto di nuovi minimi di periodo oltre i 4,40, solo la rapida inversione di tendenza con la violazione dei 5 euro può annullare il movimento discendente in atto. 

Per chi detiene Enel

Coloro che hanno scelto una strategia di lungo termine attendere, per accumulare ulteriori posizioni, il consolidamento dei 4,40 euro.
In un’ottica di breve termine le posizioni al rialzo vanno liquidate in stop loss a 4 euro, mentre chi detiene posizioni ribassiste attendere il target a 4,40, preoccupandosi solo dell‘eventuale risalita a quota 4.90 euro. 

Per chi volesse acquistare Enel 

Attendere il consolidamento dei prezzi intorno al box di oscillazione tra 4,38 e 4.89, affinché vi sia una solida base da cui i corsi possano ripartire senza il rischio di costosi stop loss.

Per chi volesse Vendere Enel 

Aspettare l’eventuale rimbalzo dei prezzi in area 5,13 per aprire posizioni al ribasso con stop 5,27 e primo obiettivo a 4,75 Euro.

Fonte: News Trend Online

Lumen: inversione di trend?



Lumen (XLM) arriva da una seduta negativa, ma nella giornata del 30 maggio ha aperto in area 0.2835 testando i massimi relativi in zona 0.2940, per poi iniziare la sua corsa al ribasso e portare il prezzo a testare area 0.2637 e chiudere in ritracciamento a 0.2747 centesimi di dollari. Le resistenze da tenere sotto osservazione sono: 0.4550 e 0.3055 centesimi di dollari (resistenze mensili), mentre per quanto riguarda i supporti: 0.098 e 0.1735 centesimi di dollari (supporti mensili).
Le medie mobili a 100 e 200 periodi al momento si stanno orientando al rialzo e si trovano rispettivamente in area 0.3188 e 0.2850 centesimi di dollari.

Per chi volesse acquistare Lumen

Aspettare la rottura al rialzo della resistenza statica in area 0.3055 centesimi di dollari, con stop loss a 0.24 e take profit in zona 0.4550 centesimi di dollari.

Per chi detiene attualmente Lumen

Mantenere la posizione visto che il prezzo ha da poco rotto al rialzo la resistenza dinamica.   

Per chi volesse vendere Lumen

Aspettare la rottura al ribasso di area 0.24 centesimi di dollari, con stop loss posizionato a 0.3055 e primo target in area 0.1735 centesimi di dollari.

Target

Ribassista
  • 0.1735: non raggiunto
Rialzista
  • 0.3055:  raggiunto il 15 aprile 2018
  • 0.4550: non raggiunto  
Fonte grafica: Lumen/Dollaro
Autore: Luca Luongo Fonte: News Trend Online

Triangolo simmetrico rotto su Ripple



Ripple (XRP) nella giornata del 30 maggio il prezzo ha aperto in area 0.599 centesimi di  dollari, testando i massimi relativi di giornita in area 0.6259 per poi cominciare il suo ritracciamento e portare il prezzo a chiudere a 0.60 dollari. Le resistenze da tenere sotto osservazione sono: 1.20 dollari (resistenza mensile) e 0.8890 (78.6% di Fibonacci), mentre per quanto riguarda i supporti: 0.57 e 0.28 centesimi di dollari (supporti mensili).
Le medie mobili a 100 e 200 periodi al momento sono piatte e si trovano rispettivamente in area 0.7294 e 0.7491 centesimi di dollari.

Per chi volesse acquistare Ripple

Acquistare in area 0.65 centesimi di dollari, con stop loss a 0.57 e take profit in zona 0.8890 dollari.

Per chi detiene attualmente Ripple

Mantenere la posizione visto che il prezzo ha rotto con decisione il triangolo simmetrico che si è creato nelle ultime settimane di mercato.

Per chi volesse vendere Ripple

Possibili ingressi ribassisti solamente sulla rottura al ribasso del triangolo simmetrico in area 0.53 centesimi di dollari, con stop loss posizionato a 0.65 e primo target in area 0.28 centesimi di dollari.

Target

Ribassista
  • 0.28: non raggiunto
Rialzista
  • 0.89: raggiunto il 20 aprile 2018
  • 1.20: non raggiunto
Fonte grafica: Ripple/Dollaro
Autore: Luca Luongo Fonte: News Trend Online

Un rimbalzo su Verge non confermato dall’RSI



Il prezzo su Verge (XVG) nella giornata del 30 maggio, ha aperto le contrattazioni a 0.03889 centesimi di dollari, testando i massimi di giornata in area 0.040 per poi iniziare la sua corsa al ribasso e portare il prezzo a 0.03627 e chiudere a 0.03768 centesimi di dollari. Le resistenze da tenere sotto osservazione sono: 0.03922 e 0.060 centesimi di dollari (resistenze mensili), mentre per quanto riguarda i supporti: 0.020 e 0.010 centesimi di dollari (supporti mensili).
Le medie mobili a 100 e 200 periodi al momento sono piatte e si trovano rispettivamente in area 0.06 e 0.0559 centesimi di dollari.    

Per chi volesse acquistare Verge

Entrare solamente in area 0.060 centesimi di dollari, con stop loss a 0.05 e primo target in zona 0.098 centesimi di dollari.

Per chi detiene attualmente Verge

Cominciare a liquidare la posizione nel momento in cui il prezzo dovesse rompere area 0.032 centesimi di dollari.   

Per chi volesse vendere Verge

Entrare sulla rottura confermata dei precedenti minimi relativi in area 0.032 centesimi di dollari, con stop loss posizionato a 0.050 e primo target in zona 0.020 centesimi di dollari.

Target

Ribassista
  • 0.03922: raggiunto il 23 maggio 2018
  • 0.02065: non raggiunto
Rialzista
  • 0.14: non raggiunto
  • 0.1944: non raggiunto
Fonte grafica: Verge/Dollaro
Autore: Luca Luongo Fonte: News Trend Online

FINECOBANK +6,5%, accelera la reazione iniziata ieri.


FATTO
FinecoBank (FBK.MI) allunga la reazione partita dai minimi di ieri a 7,78 euro: ora quota a 8,47 euro, +6,5% (+1,7% il FtseMib). 

Il consensus pubblicato da Bloomberg ha un target "fondamentale" medio a 12 mesi a 9,75 euro.

Da inizio anno, FinecoBank è andata in negativo a -1% (-1% l'indice FtseMib), escluso il dividendo staccato (0,285 euro), dopo aver toccato +22% a inizio maggio.

Gli altri titoli del risparmio gestito hanno tutti perdite a "doppia cifra".

Il 2017 si è chiuso in rialzo del +60%. Nello stesso comparto: Banca Generali (BGN.MI) +22%, Anima (ANIM.MI) +15%, Banca Mediolanum (BMED.MI) +5%, Azimut (AZM.MI) +1%. 

FinecoBank rimane leader di settore anche su un orizzonte a 3 e 5 anni.

EFFETTO
Graficamente, trascorsi i primi mesi di scambi (2014) nella banda 3,50-4,40 euro, è partito un rally che ha portato fino ai top del 2015 a 7,87 euro. Successivamente, le quotazioni si sono quasi dimezzate (minimo a 4,56 euro nel quarto trimestre 2016).

Il rally seguente ha segnato il nuovo massimo assoluto a 10,435 euro, salvo poi stornare bruscamente. 

Difficile dire se il minimo di ieri sarà un minimo importante. Sosteniamo però che la fascia 8-7 euro si opporrà energicamente ad ulteriori vendite. 

Operatività. L'Analisi Tecnica di Websim non ha posizioni aperte. Prossimi livelli d'ingresso nella scheda tecnica.

Titolo presente nel Portafoglio LONG Piazza Affari raccomandato da Websim.

FINECOBANK



www.websim.it
www.websimaction.it

BANCA SISTEMA +2,1%, buona base per comprare.


FATTO
Banca Sistema (BST.MI) accenna una reazione dai minimi settimanali: ora quota 1,95 euro, +2,1% (-0,4% l'Eurostoxx Banks).

L'esiguo consenso pubblicato da Bloomberg ha un target fondamentale medio a 2,93 euro. Websim ha rating Outperform, target 3,4 euro.

Da inizio anno, Banca Sistema perde il 14% (-2% il FtseStar, -14%l'Eurostoxx Banks), escluso il dividendo staccato (0,086 euro).

EFFETTO
Graficamente il vorticoso ribasso, partito dai massimi assoluti registrati a 5,05 euro (2015) poco dopo l'Ipo, ha portato a segnare un minimo in zona 1,80 euro.

Su tali basi, si è articolato un lungo e faticoso processo di ricostruzione, finora confinato in una banda con range superiore verso 2,65/3 euro. 

Operatività. L'analisi tecnica di Websim è Long da 1,85 euro. Maggiori dettagli operativi nella scheda tecnica.

Il titolo figura nella pagina TITOLI SEXY.

BANCA SISTEMA


www.websim.it www.websimaction.it

mercoledì 30 maggio 2018

Cardano: ritest e continuazione del trend



Cardano (ADA) arriva da una seduta rialzista e nella giornata del 29 maggio il prezzo ha aperto in zona 0.1948 centesimi di dollari (sui minimi relativi di giornata), per poi iniziare la sua corsa al rialzo fino in area 0.2092 centesimi di dollari e chiudere in zona 0.2020. Le resistenze da tenere sotto osservazione sono: 0.28 e 0.2395 centesimi di dollari (resistenze mensili), mentre per quanto riguarda i supporti: 0.1960 e 0.1397 centesimi di dollari (supporti mensili).

Per chi volesse acquistare Cardano

Aspettare la rottura della resistenza statica e dinamica in area 0.24, con stop loss in zona 0.1960 e take profit in area 0.28 centesimi di dollari.

Per chi detiene attualmente Cardano

Cominciare a liquidare la posizione nel momento in cui il prezzo dovesse rompere con decisione area 0.19 centesimi di dollari.   

Per chi volesse vendere Cardano

Entrare sulla rottura del precedente minimo in area 0.1727, con stop loss a 0.22 e take profit in area 0.14 centesimi di dollari.

Target

Ribassista
  • 0.1960: raggiunto il 23 maggio 2018
  • 0.14: non raggiunto
Rialzista
  • 0.3211: non raggiunto
Fonte grafica: Cardano/Dollaro
Autore: Luca Luongo Fonte: News Trend Online

martedì 29 maggio 2018

Euro Dollaro: suggerimenti operativi per martedì 29 maggio



Quadro tecnico fosco quello che si presenta per il cambio Euro Dollaro, caratterizzato da un forte impulso ribassista partito il 20 aprile, con il cedimento della trend line passante per 1.2130. Successivamente l'ulteriore rottura il 26 aprile di 1.2105 ha prodotto un chiaro segnale di vendita, con stop a 1.2210 e primo target a 1.1910.
Come correttamente calcolato dell’indicatore tecnico Sequential, nel caso specifico il rimbalzo si è verificato il 9 maggio con i prezzi che arrestano la corsa tra il minimo 1.1850 e il massimo a 1.2020, senza peraltro scalfire minimamente la forza della tendenza in atto.
Va sottolineato che il funzionamento dell'indicatore sopra menzionato consiste nel conteggiare in modo particolare una eventuale serie di nuovi minimi o massimi, la cui durata mediamente si arresta tra il nono e il 13 giorno, dopo dei quali bisogna aspettarsi un pull back di interruzione.
Tale movimento di rimbalzo come evidenziato della analisi dell'oscillatore stocastico poteva essere intercettato sfruttando la divergenza inversa formatasi a 1,1920.

Inoltre un nuova serie di tredici barre circa, apertasi dal 15 maggio scorso, ha ulteriormente allungato la fase discendente in atto fino ai nuovi minimi di oggi 29 maggio.
Attualmente gli indicatori segnalano la possibilità di un nuovo rimbalzo verso 1.1750 per le prossime sedute.

Per chi detiene Euro Dollaro

Nel caso di posizioni al ribasso in portafoglio attendere con pazienza il nuovo target a 1.1430.
Preoccuparsi soltanto di un veloce ritorno delle corsi vero 1.1850. Nel caso di posizioni rialziste detenute, la forza del trend in atto è tale da non poter sperare che in temporanee risalite verso 1,1750 da cui potrebbero aprirsi scenari di ulteriori minimi di periodo verso 1.1350.

Per chi volesse vendere Euro Dollaro

Attualmente sussistono possibilità di un nuovo rimbalzo verso 1.1750 per le prossime sedute e successivamente l inizio di una nuova fase di debolezza, per cui è possibile aprire nuove posizioni con stop loss a 1,18 e primo take a 1,1490.

Per chi volesse acquistare Euro Dollaro

Sconsiglio l'apertura di posizioni rialziste, in quanto non sussistono elementi tecnici tali da giustificarne l'apertura, peraltro con il rischio concreto di vedere centrati rapidamente gli stop inseriti.
Fonte: News Trend Online

Quantum: la situazione si complica



Quantum (QTM) nella giornata del 28 maggio ha aperto in area 13.42 dollari (sui massimi relativi di giornata), per poi ritracciare completamente e chiudere in zona 12.16 dollari. Le resistenze da tenere sotto osservazione sono: 19.69 e 15.82 dollari (resistenze mensili), mentre per quanto riguarda il supporto: 9.78 dollari (supporto mensile).

Per chi volesse acquistare Quantum

Entrare solamente sulla rottura della resistenza in area 15 dollari, con stop loss a 13 e take profit in zona 19 dollari.

Per chi detiene attualmente Quantum

Cominciare a liquidare la posizione nel momento in cui il prezzo rompe il supporto in area 12.84 dollari.

Per chi volesse vendere Quantum

Per chi non fosse già entrato, ingresso sul ritracciamento in zona 12.84 dollari, con stop loss posizionato a 16 e primo target in area 9.78 dollari. 

Target

Ribassista
  • 12.84: raggiunto il 23 maggio 2018
  • 9.78: non raggiunto
Rialzista
  • 16: raggiunto il 12 aprile 2018
  • 19.69: raggiunto il 20 aprile 2018
  • 25.75: non raggiunto 
Fonte grafica: Quantum/Dollaro
Autore: Luca Luongo Fonte: News Trend Online

mercoledì 18 ottobre 2017

Prendere profitto su metà posizione



Dopo aver raggiunto obbiettivo di circa 1500 punti di fib su ingresso long a conferma rottura della resistenza  (precedente post Marzo 2017 )liquidiamo metà posizioni al test dinamica di medio periodo valutiamo conferma nei due sensi di marcia su tale test decideremo come intervenire nei due sensi...impostazione ancora nettamente rialzista ma gli sviluppi geopolitici consigliano massima prudenza
Per chi ha seguito il trend e l'operatività valuterei una chiusura metà esposizione e se vi fosse conferma di rottura al ribasso stoppare il restante per prossime occasioni.
Considerando l'ottima occasione che il mercato ci ha consegnato ricordo la massima delle massime "vendi guadagna e pentiti"
Buon TRading

Nicola S, http://www.latooscuro-trading.com/

  

giovedì 23 marzo 2017



Tenere d'occhio il mensile sul ftsemib probabile la rottura long della dinamica ribassista e apertura per orizzonti ben più alti attendiamo la chiusura mensile per valutare operatività long di medio lungo con possibilità di valutare ingressi aumentando l'esposizione azionaria.





FTSEMIB aggiornamento tecnico  16/12/2016

Primo step decisivo dello strappo rialzista di breve resistenza dinamica a 19045 e la statica a 19230....oltre celi azzurri fino a 20500 circa... sotto il pullback e probabile chiusura gap a 17750



Segnale positivo per il fib rottura al rialzo della dinamica ribassista






FTSEMIB aggiornamento tecnico 15/12/2015

Ecco come nel grafico giornaliero si presentava ieri in chiusura il nostro indice con un triplo minimo e tutti e due i gap chiusi.Questa visione ha fatto scaturire una buona reazione in acquisto che se confermata anche domani porterà il riferimento sui primi targhet posti a 21300 e a 21750 oltre serviranno nuove conferme



Ripropongo l'analisi fatta Martedì 7 ottobre sul FTSEMIB

martedì 7 ottobre 2014

FTSEMIB grafico giornaliero























Per il FTSEMIB vi è la conferma a rottura MM200 e il completamento del testa spalla ribassista che porta la nek su livelli decisamente più profondi degli attuali ...da ricordare anche i due gap lasciati aperti a dicembre 2013 uno in area 18.700 e l'ultimo a circa 18.165...i primi supporti ora sono individuati a 19.670,19.330,19.100....parte bassa del canale discendente a 18.080..
Operativamente sempre ancora all'interno del canale rialzista di lungo periodo ma con segnali di accentuata debolezza...il canale mensile mantiene il trend fino a 18.600 circa,il supporto a 19.670 segnalerà se vi sarà tenuta oppure no,attualmente maggiori le posizioni short su azionario dove sono state tra ieri e oggi alleggerite sui primi obbiettivi


RAGGIUNTI TUTTI GLI OBBIETTIVI 16/10/14

FTSEMIB grafico giornaliero

martedì 27 maggio 2014

Chiusa posizione long a 21550 direi che il trade è arrivato a obbiettivo finale con 1000 punti di gain,ora valutiamo se vi fosse chiusura del gap per riprendere posizione..



lunedì 26 maggio 2014

FTSEMIB grafico giornaliero


Siamo arrivati a target!!! per chi vuole liquidare se ha seguito il trade da ingresso 20550 ora potrebbe trarne 800 punti di gain, se invece si cerca il top,che secondo me è a 21700 si può spostare lo stop in profit a 21150 e valutare domani se vi sarà la forza di mantenere il prezzo sopra a 21474 (il mio spartiacque sopra long sotto short),personalmente adotterò la seconda opzione visto la vicinanza della dinamica dove pongo l'obbiettivo,  l'intenzione di chiudere immediatamente il gap lasciato sotto a 20762 al momento mi sembra poco probabile .... ma mai dire mai.... la fortuna ci ha aiutato...buon trading!


venerdì 23 maggio 2014



FTSEMIB grafico giornaliero


primo obbiettivo raggiunto liquidata metà posizione a 20730 ora metto stop in profit con la rimanente a 20580...


mercoledì 21 maggio 2014


L'Indicazione long di lunedì porta la nostra operazione già in profitto.






lunedì 19 maggio 2014

FTSEMIB grafico giornaliero 


Probabile segnale long attesa conferma a superamento 20500



FTSEMIB grafico giornaliero segnali operativi




DAX grafico giornaliero segnali operativi





venerdì 6 dicembre 2013


Future Mib grafico giornaliero trading system



Come segnalato il 03/12/13 ingresso short sul fib a rottura 18200 per primo obbiettivo a 17790 dove abbiamo chiuso la posizione e preso profitto.Ora da valutare se vi fosse rottura di 17700 per nuovo ingresso short a obbiettivo 17350 ...per un'eventuale ingresso long consiglio solo all'eventualità di rottura 18500

post precedente http://www.latooscuro-trading.com/2013/12/future-mib-grafico-giornaliero-trading.html

martedì 3 dicembre 2013


Future Mib grafico giornaliero trading system

Rottura della dinamica rialzista e test della ema65 a 18430 con successiva rottura al ribasso,ora il primo obbiettivo per la giornata di domani 18245 base del canale discendente/laterale formatosi dal 28/10/2013 poi valutazione del possibile rimbalzo a 18630 al contrario se vi fosse rottura del canale l'attrazione della ema200 diventerebbe praticamente irresistibile o quasi con obbiettivo 17330/350.Con stop loss a 1% per l'operatività short a rottura dei 18200 sul giornaliero con obbiettivo 18030 poi successivi 17770 e in fine 17350 operatività long alla ripresa confermata su grafico orario dei 18500 per 18680 e successivi 18750.



lunedì 28 ottobre 2013


Future Ftsemib grafico a 4 ore


Chiuso il trade a 18.665 aperto scorsa settimana a 19.100 ....ottimo gain!
Pronto a rientrare se vi fosse conferma rottura a 18.650  per 18.445 e successivi 18.300.

venerdì 25 ottobre 2013


Future Ftsemib grafico a 4 ore



Aggiornamento alla nostra operatività del 23/10/13 http://www.latooscuro-trading.com/search/label/la%20mia%20operativit%C3%A0  Il nostro stop loss ben posizionato ha evitato di farci uscire in anticipo dalla nostra posizione short indicata ad ingresso per chi è entrato giovedì sui 19.100 e trovandoci ora già in gain di poco più di 200 punti. Per chi conosce la mia operatività saprà certamente che una parte dei contratti (circa la metà) è già stata chiusa in prossimità della dinamica intermedia a quota 18.840 assicurando una parte del profitto ora spostiamo stop loss in leggero profit a 19.050 e vediamo lunedì se ci farà uscire dal trade oppure se continuerà la discesa che potrebbe portare il contratto a circa 18.660...prudenza e buon week

mercoledì 23 ottobre 2013


Future Ftsemib grafico a 4 ore


Era nell'aria tutti lo cercavano ed è arrivato i tp.sono abbastanza visibili,se non vi fosse immediata ripresa dei 19.050 primo test sulla intermedia del canale rialzista a quota 18.785 e successiva attrazione verso la ema65 a 18590 circa che sarà da monitorare la tenuta per poter ripartire al rialzo.
Ora il future potrebbe se confermato nelle prossime sedute testare la parte bassa del canale e se manterrà la quota dei 18.000 proseguire in futuro verso gli obbiettivi 19.850 e 20.750.
Al contrario se già nelle sedute di domani e venerdì si riporterà sopra ai 19.160 ripartirebbe per il test della dinamica di lungo periodo posta a 19.850 ma senza scaricare fisiologicamente l'ipercomprato in accumulo.....prudenza
Operatività: short dai livelli attuali stop loss 19.170.

lunedì 21 ottobre 2013


Future Ftsemib grafico a 4 ore

Al momento non vi è nulla che lasci intravedere eventuali ritracciamenti a parte il forte ipercomprato

mercoledì 16 ottobre 2013


Future FtseMib grafico a 4 ore



Il future rompe al rialzo la parte alta del canale rialzista di lungo chiudendo a 19.284.
Messaggio per i capitani coraggiosi,una buona strategia paga sempre! http://www.latooscuro-trading.com/2013/10/future-ftsemib-grafico-4-ore_10.html ora lo stop in profit lo si sposta a 18.900 e così mettiamo al sicuro altro fieno in cascina!.....

giovedì 10 ottobre 2013


Future Ftsemib grafico a 4 ore


Direi che possiamo accontentarci del nostro trade e prendere profitto obbiettivi raggiunti . Ora solo alla rottura del canale vi sarà altra forza per il proseguimento del trade rialzista .Ora gli obbiettivi più probabili sono al ribasso posti a 18.500 e 18.000,al contrario se vi fosse rottura 19.150 e 19.500 ma questo è un'altro film che credo tarderà ancora un poco a presentarsi.Per chi volesse sfidare il mercato spostare lo stop in profit a 18.600 e mantenere

Your SEO optimized title <!-- Google Tag Manager (noscript) page contents -->

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.