Mercato Trading e Segnali Operativi...nicola suprani Nuovi massimi assoluti per l'azionario USA | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 2 dicembre 2020

Nuovi massimi assoluti per l'azionario USA

 

Mercoledì i mercati hanno reagito positivamente ad alcune notizie incoraggianti. In particolare ai rinnovati sforzi dei politici statunitensi che sembrano avere intenzione di riprendere i colloqui sul piano fiscale e alla notizia che il vaccino della Pfizer-BioNTech ha ottenuto la prima approvazione normativa.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin e il presidente della Camera Nancy Pelosi hanno parlato per la prima volta dopo le elezioni, ovviamente nel tentativo di trovare un accordo su un nuovo disegno di legge per affrontare la crisi economica indotta dal coronavirus. Va detto però che non sembra esserci alcun cambiamento nella linea dura intrapresa dai repubblicani, difatti il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell ha respinto il piano di stimolo da 908 miliardi di dollari proposto da un gruppo bipartisan di membri della Camera e del Senato.

Ma le speranze su un accordo entro la metà di dicembre sono alte, lo stesso McConnell si è detto disponibile ad una proposta di legge che preveda una spesa di 1,4 trilioni di dollari (che servirebbe anche ad evitare lo shutdown).

In questo contesto i rendimenti del decennale USA sono balzati a un massimo da 3 settimane e le azioni americane hanno registrato un'altra sessione record. L'S&P 500 e il Nasdaq Composite hanno entrambi chiuso la giornata su nuovi massimi.

L'ulteriore spinta è arrivata dopo che il Regno Unito è diventato il primo paese ad approvare il vaccino della Pfizer-BioNTech.

Ma mentre il lancio dei vaccini fa un passo avanti, ci sono alcuni segnali di stanchezza nel rally delle ultime settimane, suggerendoci che gran parte delle buone notizie sono già state scontate. Le azioni asiatiche, ad esempio, si sono ritirate dai massimi e l'azionario europeo ha spinto al ribasso. Anche i futures per i principali indici statunitensi indicano un'apertura negativa.

Il dollaro USA, nel frattempo, sta cercando di trovare supporto dopo aver esteso le perdite durante la notte. Il picco dei rendimenti obbligazionari non ha fornito alcun sostengo al biglietto verde, il motivo è legato al fatto che i rendimenti sono aumentati su tutta la linea (dalle brevi scadenze a quelle più lunghe).

È probabile che le prospettive di crescita globale del 2021 pesino ulteriormente sulla valuta statunitense, soprattutto se la Federal Reserve fornirà una dose aggiuntiva di liquidità. Il capo della Fed Jerome Powell testimonierà nuovamente davanti al Congresso ma non avendo ancora rivelato nulla sulle nuove misure che la Fed sta prendendo in considerazione, è improbabile che lo faccia oggi.

Il rimbalzo del biglietto verde ha arrestato la spinta di altre major che hanno raggiunto picchi pluriennali. Il dollaro canadese ha appena sfiorato un massimo di due anni, mentre il dollaro neozelandese ha rotto sopra $ 0,70 raggiungendo il massimo in 31 mesi. L'australiano è ancora tonico, ma nonostante dati sul PIL del terzo trimestre migliori del previsto le crescenti frizioni commerciali dell'Australia con la Cina hanno frenato l'ulteriore accelerazione.

Da segnalare come la sterlina sia balzata temporaneamente oltre 1,34, ma poi si è ritirata dai massimi di periodo a seguito della nuova frenata sulla Brexit. Permangono difficoltà sulla questione delle acque territoriali e quindi sulla pesca, fin tanto che non verrà abbattuto questo ostacolo l'opzione del “non accordo” resta ancora sul tavolo.

https://it.investing.com/

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.