Mercato Trading e Segnali Operativi... 2 ETF su Tesla per un’esposizione a basso rischio | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 10 dicembre 2020

2 ETF su Tesla per un’esposizione a basso rischio

 

Tesla (NASDAQ:TSLA) è uno dei titoli più seguiti mentre gli indici di Wall Street continuano a salire. Le azioni della casa automobilistica californiana hanno toccato il record di 648,72 dollari il 7 dicembre.

Tesla Weekly Chart
Tesla Weekly Chart

I veicoli elettrici ed i settori delle energie alternative hanno segnato delle ottime performance nel 2020. A inizio ottobre Tesla ha rilasciato i dati del 3° trimestre relativi alla produzione e consegne di veicoli. Ha consegnato 15.000 Model S/X e 124.100 Model 3/Y.

Durante il terzo trimestre le entrate sono salite di 8,77 miliardi. Inoltre ha generato un profitto di 331 milioni di dollari, chiudendo il quinto trimestre consecutivo in positivo. Il margine lordo si è attestato al 27,7%.

Sull’anno in corso, il titolo è schizzato di oltre il 600%, perciò 1.000 dollari investiti nel gennaio 2020 ora varrebbero oltre 7.000 dollari. Tuttavia, sul breve termine, il titolo di TSLA è altamente volatile. Il suo beta, un concetto di cui abbiamo parlato di recente, è superiore a 2.

Di conseguenza, molti investitori retail potrebbero essere esitanti ad aggiungere le azioni della casa automobilistica ai loro portafogli.

Un modo per partecipare alla storia di crescita di Tesla, senza dover affrontare le forti mosse intraday, dure per i deboli di stomaco, potrebbe essere comprare un ETF che comprenda tra i suoi possedimenti il titolo di TSLA.

Il 21 dicembre, il gruppo di veicoli elettrici sarà aggiunto all’indice S&P 500. Dopodiché ogni fondo, come il fondo SPDR S&P 500 ETF (NYSE:SPY), che replica l’indice, comprenderà l’accesso al titolo di Tesla. Al momento ci sono oltre 150 ETF che includono le azioni della compagnia. Eccone due:

1. iShares U.S. Consumer Goods ETF

• Prezzo attuale: 168,70 dollari
• Range su 52 settimane: 92,00-167,48 dollari
• Rendimento dividendo: 2,01%
• Percentuale di spesa: 0,43%

L’iShares U.S. Consumer Goods ETF (NYSE:IYK) offre esposizione ad aziende di prodotti di consumo USA, come alimentari, automobili e prodotti per la casa. Il fondo ha cominciato gli scambi nel giugno del 2000. Gli asset gestiti sono pari a 711 milioni di dollari.

IYK Weekly Chart
IYK Weekly Chart

Grafico settimanale IYK

IYK, che ha 96 possedimenti, replica l’indice Dow Jones U.S. Consumer Goods Index. I primi dieci titoli compongono circa il 54% dei possedimenti totali.

Per quanto riguarda i settori, i fondi sono distribuiti tra alimentari, bibite e tabacco (36,93%), auto e parti di ricambio (20,36%), prodotti per la casa e per la cura della persona (19,87%) e beni durevoli (15,69%), tra gli altri.

Tra i principali nomi all’interno dell’ETF troviamo Tesla, che rappresenta il 15,03% del totale, Procter & Gamble (NYSE:PG), uno dei leader globali nel mondo dei prodotti di consumo, e il colosso delle bibite gasate Coca-Cola (NYSE:KO).

IYK è schizzato di oltre il 25% dall’inizio dell’anno ed ha segnato un massimo di 52 settimane il 7 dicembre. I rapporti P/E e P/B si attestano rispettivamente a 25,11 e 5,46. Dopo il recente rialzo del prezzo, questi indicatori sulla valutazione sono relativamente costosi. Gli investitori che vorrebbero avere un’esposizione alle azioni di Tesla e dei colossi del consumo USA potrebbero prendere in considerazione un investimento sul fondo, soprattutto nel caso di un calo a breve termine verso 155 dollari.


2. SoFi Select 500 ETF

• Prezzo attuale: 13,70 dollari
• Range su 52 settimane: 7,84 - 14,20 dollari
• Rendimento dividendo: 1,17%
• Percentuale di spesa: non disponibile (commissione al momento non dovuta)

Il SoFi Select 500 ETF (NYSE:SFY) offre accesso alle 500 più grandi compagnie USA quotate in borsa, misurate per capitalizzazione di mercato. Nel determinare il peso delle compagnie all’interno dell’ETF, i gestori del fondo utilizzando indicatori come la crescita delle vendite e le stime sui ricavi futuri.

SFY Weekly Chart
SFY Weekly Chart

Grafico settimanale SFY

SFY replica l’indice Solactive SoFi U.S. 500 Growth Index. Il fondo ha cominciato gli scambi nell’aprile del 2019. Un aspetto allettante è il fatto che non ci saranno spese annue per gli investitori nei primi tre anni di scambio del fondo.

I primi dieci titoli rappresentano circa il 28% degli asset netti di oltre 110 milioni di dollari. Amazon (NASDAQ:AMZN), Apple (NASDAQ:AAPL), Microsoft (NASDAQ:MSFT), Berkshire Hathaway (NYSE:BRKa), (NYSE:BRKb) e Tesla, che ha un peso dell’1,81%, sono tra i principali titoli di SFY.

Per quanto riguarda i settori, i fondi sono distribuiti, tra gli altri, tra settore tecnologico (24,6%), di prodotti di consumo non ciclici (23,5%) e comunicazione (15,4%).

SFY ha visto ritorni di oltre il 22% dall’inizio dell’anno ed ha segnato un massimo storico a fine novembre. Le prese di profitto a breve termine su alcuni degli asset potrebbero mettere pressione al fondo. Tuttavia, nessuna compagnia ha un peso sufficiente per influire in modo significativo sul valore del fondo. Gli investitori che credono nella storia di crescita della maggior parte delle compagnie dell’ETF potrebbero prendere in considerazione l’idea di comprare sul calo.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.