Mercato Trading e Segnali Operativi... Ecco perché il nuovo boom del Bitcoin | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 19 novembre 2020

Ecco perché il nuovo boom del Bitcoin

 

Ecco perché il nuovo boom del Bitcoin
Ecco perché il nuovo boom del Bitcoin

Da inizio anno il valore della criptovaluta è più che raddoppiato e molti analisti prevedono che possa tornare sui livelli record di tre anni fa, a quota 20mila dollari per Natale

Praticamente è più che raddoppiato da inizio anno. Il bitcoin nell’ultimo mese ha messo a segno un aumento di oltre il 50%, il 15% nell’ultima settimana: oggi una criptomoneta vale quasi 15mila euro. Tra gli analisti prevale l’opinione che possa arrivare a 20mila dollari per Natale. Una crescita simile a quella di tre anni fa, quando il bitcoin era arrivato a toccare la fatidica soglia dei 20mila dollari. Quali sono i motivi della nuova spinta all’insù?

POCHI BITCOIN IN CIRCOLAZIONE

Tra i motivi per spiegare la nuova ascesa delle quotazioni del bitcoin, c’è sicuramente la sua scarsità. È la vecchia magica regola del mercato: poca offerta, aumento del prezzo. Oggi il limite per il bitcoin è di 21 milioni di monete, ne circolano 18,5 milioni, quasi il 90% del totale. I bitcoin vengono “minati” in maniera digitale da computer molto potenti. Secondo alcune stime, serviranno più di 100 anni per estrarre il restante 10% di bitcoin necessario per arrivare alla quota limite di 21 milioni.

LA DECORRELAZIONE E GLI STABLECOIN

Il bitcoin non è direttamente correlato alle oscillazioni dei mercati finanziari. Molti investitori lo considerano una vera e propria asset class utile per diversificare il proprio portafoglio. Una caratteristica delle criptovalute, e quindi del bitcoin, è la volatilità. Secondo alcuni esperti, proprio questo è anche un limite nella diffusione e nell’utilizzo del bitcoin. Una possibile soluzione potrebbero essere le stablecoin, ossia delle criptovalute ancorate al valore di un asset specifico, come il dollaro americano, l’euro ma anche l’oro o l’argento. L’anno scorso JPMorgan ha introdotto la propria criptovaluta Jpm Coin e ora anche Goldman Sachs si sta muovendo in questa direzione.

LA RIVALITÀ CON L’ORO

Il bene rifugio per eccellenza, nei momenti di forte volatilità sui mercati, è sempre stato l’oro. Non a caso, infatti, il prezzo del metallo giallo è cresciuto nei mesi di pandemia. Nelle ultime settimane, però, con il susseguirsi di notizie sui vaccini, la corsa dell’oro ha iniziato a frenare. Il bitcoin, invece, non sembra volersi fermare. L’opinione più diffusa tra gli analisti è che la cpriptovaluta più conosciuta al mondo possa arrivare a tagliare il traguardo dei 20mila dollari per Natale.

Fabrizio Arnhold

http://www.financialounge.com/

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.