Mercato Trading e Segnali Operativi... Un ciclo del dollaro molto diverso, debole ma con poche alternative | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 1 settembre 2020

Un ciclo del dollaro molto diverso, debole ma con poche alternative

 

Un ciclo del dollaro molto diverso, debole ma con poche alternative

L’allentamento monetario e una ripresa lenta hanno eroso il suo valore, ma secondo PIMCO condizioni globali senza precedenti potrebbero limitare lo spazio al ribasso

Dopo una fase di rafforzamento durata quasi un decennio, il dominio del dollaro americano sembra essersi ribaltato causa Covid-19, ma PIMCO ritiene che le prospettive siano molto sfumate e contingenti a seconda delle principali aree monetarie, come evidenziato dalla diversa performance del biglietto verde nei confronti delle altre valute del G-10 e di quelle dei mercati emergenti negli ultimi mesi. In un post titolato il "Un ciclo del dollaro diverso da tutti gli altri " Gene Frieda, Global Strategist, e Sachin Gupta, Responsabile del team di gestione di portafogli globali di PIMCO notano che all’inizio della pandemia il dollaro ha confermato il suo ruolo storico di porto sicuro globale, ma poi l’allentamento monetario senza precedenti della Fed e una ripresa che ha ancora poco vigore hanno impresso un sentiment di deprezzamento.

VALORE DEPRESSO DAI BASSI RENDIMENTI

Secondo i due esperti di PIMCO, il vantaggio che il dollaro aveva guadagnato dopo la serie di rialzi dei tassi da parte della Fed non verrà recuperato rapidamente, oltretutto dopo la svolta della banca centrale in materia di target di inflazione, che punta a tassi bassissimi per diversi anni. Ma, allo stesso tempo, la natura unica dello shock pandemico farà da ‘pavimento’ rispetto a cadute marcate, che negli ultimi cicli di deprezzamento hanno avuto un’estensione del 15%-20% sotto i livelli attuali. Secondo Frieda e Gupta, le circostanze ‘uniche’ di questo ciclo suggeriscono un percorso al ribasso accidentato, ma alla fine resta improbabile un declino a minimi precedenti.

L’APPEAL DI EURO E YEN

Fino a che gli sviluppi del virus restano incerti, scrivono i due esperti di PIMCO, il freno alla crescita rappresenterà anche un limite al ribasso possibile del dollaro, in particolare rispetto ad alcune divise emergenti, che rappresentano circa la metà degli scambi globali del biglietto verde, e che potrebbero soffrire effetti della crisi lunghi e persistenti. La forza relativa di valute alternative dipende inoltre da molti fattori. L’euro è sicuramente diventato attraente con il Recovery Fund, che riduce il rischio di ricadere in crisi sperimentate in passato. Anche lo yen ha il suo appeal, grazie allo status di ‘grande creditore’ del Giappone, mentre anche le valute di altri mercati sviluppati come Australia, Canada e Norvegia potrebbero beneficiare della debolezza del dollaro.

CINA E COREA BENEFICIARI

Nell’universo emergente, secondo gli esperti di PIMCO i beneficiari di un dollaro debole potrebbero essere il renminbi cinese e il won coreano, ma le valute di America Latina e Africa soffriranno per la lenta uscita dalla crisi e per il limitato potenziale di stimoli fiscali.

VACCINO A DOPPIO TAGLIO

La bottom line dell’analisi dei due esperti di PIMCO è che il dollaro è posizionato per indebolirsi ancora, ma i fattori che lo hanno finora sostenuto si sono solo ‘appiattiti’ e non sono scomparsi, viste le aggressive politiche monetarie e fiscali messe in atto in tutto il mondo. Sulla velocità della possibile caduta del dollaro peserà anche la rapidità con cui si dovesse trovare con successo a un vaccino contro il Covid-19, che prima arriverà e meglio sarà per la crescita globale. Ma paradossalmente potrebbe anche accelerare la perdita dello ‘stato di grazia’ del biglietto verde.

Virgilio Chelli

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.