Mercato Trading e Segnali Operativi... Schroders: non solo TikTok, la Cina è in pole position nel web | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 2 settembre 2020

Schroders: non solo TikTok, la Cina è in pole position nel web

 

Schroders: non solo TikTok,
la Cina è in pole position nel web

Molti dei principali trend di crescita in atto in Cina riguardano 4 sotto-comparti chiave: e-commerce, pubblicità online, gaming online e servizi a pagamento

Nel mondo web la Cina è all’avanguardia dell’innovazione globale e sta evolvendo rapidamente. Anche se ancora classificata tra i Mercati emergenti, in termini di rapidità nell’adozione di nuove tecnologie quella che è ormai la seconda economia globale è tutt’altro che emergente, con 904 milioni di utenti connessi a internet, che in media passano online circa 31 ore alla settimana, con un tasso di penetrazione del 65% rispetto al 34% nel 2010. Per dare un termine di confronto, gli utenti connessi in Usa sono circa 312 milioni e il tasso di penetrazione è vicino al 90%.

MOLTO TEMPO SULLE APP DEI SOCIAL

Jose Pun, Equity Analyst, Schroders, ha individuato quattro sotto-comparti di internet che indica come ‘chiave’ dello sviluppo futuro: e-commerce, pubblicità online, gaming online e servizi a pagamento, sottolineando che le app di social media sono ancora quelle su cui gli utenti trascorrono la maggior parte del tempo, ma aggiungendo che il rapido aumento nell’utilizzo di brevi video è uno dei maggiori trend in ascesa, in particolar modo tra le fasce più giovani, con uno dei principali provider rappresentato da ByteDance, che detiene TikTok, o Douyin, mentre Bilibili, simile a YouTube, è un’altra azienda che sta cavalcando questo trend.

SPAZIO PER DIVERSI OPERATORI

L’e-commerce pesa per il 27% delle vendite al dettaglio totali, ponendo la Cina in cima alla classifica globale per penetrazione insieme a Corea del Sud, con la previsione che quest’anno superi il 30%. Tra le società del settore l’esperto di Schroders cita naturalmente Alibaba, che detiene oltre il 60% del mercato, ma aggiunge che grazie al modello ‘third party’ c'è spazio per più operatori, come il player in rapida ascesa della food delivery Meituan-Dianping e il fornitore di prenotazioni alberghiere Meituan-Dianping. Pun segnala anche la nuova tendenza ancora non vista sui mercati occidentali del live streaming, con l’utilizzo di un ‘KOL’ (Key Opinion Leader) come ospite, che si sta diffondendo molto grazie ai video sul cellulare.

NUOVI ATTORI NEL BUSINESS DELLE RICERCHE WEB

Il secondo sotto-comparto è quello della pubblicità online, di cui vive il business delle ricerche su Internet, dominato da Baidu con una quota di mercato di circa il 65%, ma l’esperto di Schroders segnala l’emergere di altri attori come Sina, che gestisce Weibo, uno dei siti web di micro-blogging più popolari simile a Twitter, con circa 500 milioni di utenti, che si sta affermando come nuovo protagonista del mercato pubblicitario, anche se la tendenza che ha visto gli utenti passare da applicazioni basate sul testo al video di breve durata ha ridotto l’appeal per gli inserzionisti.

VIDEOGIOCHI DOMINATI DA TENCENT

Quindi ci sono i videogiochi, sia per PC che per cellulare, un'industria importante che si stima conti circa 600 milioni di gamer, che vede Tencent come l’operatore dominante con una quota di mercato del 55% ed è anche il più grande sviluppatore di videogiochi al mondo. Pun osserva che Tencent sta cercando di crescere a livello internazionale, e disponendo di un ampio capitale è stata in grado di acquisire altre attività in tutto il mondo, mentre anche Netease è un importante sviluppatore.

AUMENTA CHI È DISPOSTO A PAGARE I CONTENUTI

Infine l’analisi di Schroders segnala i servizi su abbonamento citando Iqiyi, società di streaming video online spesso considerata come la risposta cinese a Netflix, mentre lo streaming musicale è guidato invece sempre da Tencent Music Entertainment, con circa 800 milioni di utenti. In Cina è stato più difficile questi servizi diventare remunerativi, per l’abitudine dei consumatori a riceverli gratis, per cui oggi solo il 5% circa degli utenti di Tencent Music Entertainment paga i contenuti, contro il 45% circa di Spotify. Ma gli abbonati stanno gradualmente aumentando.

ANCORA SPAZIO PER L’E-COMMERCE

L’analisi di Schroders chiude rilevando che l’incredibile crescita dell'e-commerce cinese non dovrebbe rallentare significativamente, sostenuta dalla crescita dei redditi medi è dall'aumento dei modelli di spesa online. Pun raccomanda invece di monitorare se la Cina seguirà la stessa strada del mercato USA, dove i maggiori player mantengono il predominio acquistando nuovi concorrenti ad alto tasso di crescita, oppure se nuove aziende possano affermarsi e prosperare. In ogni caso, afferma l’esperto di Schroders, il settore Internet in Cina è all'avanguardia nell'innovazione globale, e lo sarà per molto tempo.

Virgilio Chelli

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.