Mercato Trading e Segnali Operativi... Il rally di oltre il 400% di Tesla è giustificato? | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 7 luglio 2020

Il rally di oltre il 400% di Tesla è giustificato?

L’attuale performance del titolo di Tesla (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA) non somiglia a nessuna di quelle delle altre compagnie che producono auto. Il titolo del produttore di auto elettriche sta per triplicare il suo valore sull’anno, nello stesso periodo in cui le maggiori case automobilistiche USA faticano a sopravvivere allo shock della domanda dovuto al coronavirus, a causa del grave crollo delle spese dei consumatori.
TSLA Weekly TTM
TSLA Weekly TTM
Grafico settimanale TSLA sui 12 mesi precedenti (TTM)
Solo un anno fa, il titolo di Tesla era scambiato a circa 235 dollari, dando alla casa automobilistica con sede a Palo Alto, California, una valutazione di circa 40 miliardi di dollari. E arriviamo alla chiusura di giovedì scorso. Il titolo è prezzato a più di 1.208 dollari.
Con una capitalizzazione di mercato di 224 miliardi di dollari, Tesla ha superato Toyota (NYSE:TM) come casa automobilistica con più valore al mondo.
Ci sono molti fattori che hanno contribuito a questa inversione di rotta straordinaria. Forse il più significativo: la crescente abilità di Tesla di vendere auto elettriche a più di quanto costi costruirle. Una recente email ai dipendenti da parte del fondatore Elon Musk indica che Tesla potrebbe essere sul punto di vedere un possibile trimestre in pareggio, che comprende il periodo in cui il principale impianto californiano della compagnia è stato chiuso per la pandemia per la maggior parte della primavera.
Contribuisce ad alimentare ulteriormente l’incredibile slancio del titolo di Tesla il dato trimestrale sulle vendite, pubblicato giovedì, secondo cui la compagnia ha consegnato 90.650 auto ai clienti nei tre mesi terminati a giugno, superando la stima media degli analisti di circa 83.000 unità.
Il titolo di Tesla è schizzato di ben il 9,7% a 1.228 dollari dopo la notizia. Il titolo aveva chiuso a 1.208,66 dollari prima del fine settimana festivo. Questi rialzi hanno ingrossato la valutazione di Tesla, scambiato ora a 320 volte gli utili di quest’anno stimati dagli analisti. Nella storia recente, nessuna casa automobilistica ha raggiunto valutazioni tanto alte come quelle della Tesla di Elon Musk.
Tuttavia, un anno fa, Tesla era in crisi profonda. Stava bruciando denaro, il rendimento dei suoi bond schizzava e la sua strategia di vendita era allo sbaraglio. Al marzo 2019, la casa automobilistica aveva solo 2,2 miliardi di dollari di liquidità rispetto agli oltre 8 miliardi attuali. Come ha fatto allora la compagnia ad ottenere questa posizione elevata tanto in fretta?
Chiaro vantaggio sul mercato dei veicoli elettrici
Un importante elemento che ha contribuito ad innescare la rapida inversione di rotta del titolo di Tesla è stata la presa di coscienza, da parte della comunità degli investitori, che i rivali troveranno difficoltà a sfidare Tesla nell’immediato futuro, dato il considerevole predominio della compagnia sul mercato dei veicoli elettrici.
Secondo Cairn Energy Research Advisors, un’agenzia di consulenza specializzata in ricerche sulle batterie per veicoli elettrici, Tesla presenta un chiaro vantaggio nella costruzione di batterie più potenti ad un costo minore. Il vantaggio ingegneristico di Tesla si basa sul suo utilizzo di batterie cilindriche più avanzate e sul suo sistema di gestione della batteria, il software che controlla la batteria di un veicolo.
L’analista di Wedbush Securities, Dan Ives, che ha il prezzo obiettivo più alto di Wall Street su Tesla, 1.250 dollari, ritiene che il recente rialzo del titolo sia giustificato, data la prevista accelerazione delle vendite di veicoli elettrici nei prossimi 12-18 mesi, insieme ad altre importanti innovazioni per quanto riguarda le batterie in arrivo dalla sua fabbrica Giga 3.

“Secondo noi, un dato di 90.000 consegne in questo contesto di serrate per il COVID è straordinario ed i tori lo cavalcheranno come potenziale svolta del paradigma in futuro”, ha scritto Ives in una nota della settimana scorsa.
“La Cina è sembrata essere la star dello show ed è stata un’importante fonte di forza nel secondo trimestre, in base alle nostre analisi ed ai dati di settore”.
Ives ha spiegato che la domanda dalla Cina per le Model 3 della compagnia “resta un raggio di sole per Tesla in un macrocontesto globale altrimenti buio”.
Secondo noi, a prescindere da questi successi, oltre al vantaggio della compagnia sul mercato delle auto elettriche, la valutazione di Tesla resta impossibile da giustificare in base a qualunque indicatore standard. Il prezzo obiettivo medio degli analisti è più del 40% in meno del livello attuale.
Persino l’amministratore delegato Musk ha suggerito che il prezzo del titolo è troppo alto. Con circa 90.000 auto consegnate nel secondo trimestre, Tesla è indietro rispetto ad un anno fa, quando aveva riportato più di 95.000 consegne per lo stesso periodo.
Gli utili del primo trimestre pubblicati ad aprile hanno rivelato profitti netti da 16 milioni di dollari, grazie ai 354 milioni di dollari dai crediti “verdi”. Tesla ha riportato flussi di cassa disponibili negativi di 895 milioni di dollari sul trimestre e non ha confermato le previsioni di gennaio, quando aveva detto che avrebbe “tranquillamente superato” le 500.000 consegne.
Morale della favola
Andare short su Tesla si è dimostrata essere una scommessa sbagliata quest’anno, ma gli investitori dovrebbero notare che il titolo al momento probabilmente è prezzato alla perfezione. Per questo motivo, non è una cattiva idea eliminare un po’ di rischio se si ha una partecipazione nella compagnia.
Ricordate: il viaggio di Tesla fino al livello attuale non è stato un cammino in linea retta. Dal 2018, ci sono state due ondate di vendite, ciascuna delle quali ha affondato gli investitori, con il titolo crollato di circa il 50% ogni volta.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.