Mercato Trading e Segnali Operativi... Dopo aumento abbonati per il COVID-19, il titolo di Netflix può salire ancora? | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
.

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 maggio 2020

Dopo aumento abbonati per il COVID-19, il titolo di Netflix può salire ancora?

Durante le misure di confinamento per il COVID-19, il titolo di Netflix è stato uno dei maggiori beneficiari della pandemia, in quanto l’invito a stare a casa ha fatto aumentare la necessità di intrattenimento domestico. Negli ultimi tre mesi, il titolo del colosso dello streaming non solo ha spezzato l’incantesimo ribassista ma è anche schizzato a nuovi massimi man mano che milioni di nuovi abbonati si sono registrati al servizio e quelli già esistenti hanno guardato sempre più programmi e film.
NFLX Weekly 2017-2020
NFLX Weekly 2017-2020
Grafico settimanale NFLX 2017-2020
Prima della seduta di ieri, il titolo di Netflix (NASDAQ:NFLX) era schizzato di circa il 40% quest’anno, diventando il titolo tech con la performance migliore finora nel 2020. Nello stesso periodo, l’indice S&P 500 è crollato dell’11%. Ieri il titolo ha chiuso a 452,58 dollari, poco meno del massimo storico di 454,29 dollari della chiusura di venerdì scorso.
Il report sugli utili del primo trimestre della compagnia il mese scorso ha confermato questo possente rally quando Netflix ha registrato la crescita degli abbonati più forte della sua storia, aggiungendo la cifra record di 15,8 milioni di utenti. La compagnia di Los Gatos, California, ha visto il numero di clienti schizzare alle stelle a marzo, con i miliardi di persone chiuse in casa che si sono date al binge-watching dei suoi famosi programmi come “Tiger King” e “Love Is Blind”.
Malgrado lo straordinario rally di quest’anno, alcuni analisti prospettano ulteriori rialzi per il titolo. Jefferies la scorsa settimana ha cominciato la copertura di Netflix con rating “buy” ed un prezzo obiettivo di 520 dollari, nelle aspettative di una continua crescita degli utenti a doppia cifra.
L’analista Alex Giaimo in una nota ai clienti scrive che il mercato indirizzabile di Netflix è ampiamente sottovalutato.
“Stimiamo che il mercato indirizzabile aumenterà ad oltre 850 milioni, grazie alla combinazione dell’uso della banda larga da parte delle famiglie e di utenti che usano solo dispositivi mobili”, afferma.
“Netflix si è trovata all’avanguardia in numerose evoluzioni del settore, il che le ha consentito di avere dei significativi vantaggi del primo arrivato (crediamo che l’offerta per soli dispositivi mobili sia il prossimo passo avanti)”.
Rivali sotto pressione dal punto di vista finanziario
Anziché focalizzarsi su questo motivo a breve termine per comprare il titolo, secondo noi gli investitori dovrebbero rivalutare Netflix per altri fattori positivi. Uno di questi è il fatto che ci vorrà più tempo prima che i nuovi arrivati sul mercato dei video in streaming danneggino significativamente la posizione di leadership di Netflix, se dovessimo andare incontro ad una seria e prolungata recessione.
I principali rivali, Disney (NYSE:DIS) ed Apple (NASDAQ:AAPL) (NASDAQ:AAPL), hanno lanciato i loro servizi di streaming, Disney+ ed Apple TV+, a novembre. WarnerMedia di AT&T (NYSE:T) lancerà HBO Max il 27 maggio, mentre il servizio Peacock della NBCUniversal di proprietà di Comcast (NASDAQ:CMCSA) sarà disponibile negli Stati Uniti a partire dal 15 luglio.
Disney è uno dei principali rivali di Netflix al momento in gravi difficoltà a causa della crisi sanitaria globale, che ha comportato una perdita di ben 1,4 miliardi di dollari di profitto per la Casa di Topolino lo scorso trimestre, in quanto su tutte le sue attività hanno pesato le serrate.
La divisione streaming della compagnia, Disney+, rappresenta l’unica nota positiva per la principale compagnia di intrattenimento al mondo. Un continuo rallentamento delle attività dei parchi a tema e di altre divisioni potrebbe minare la capacità di Disney di riallocare liquidità per la divisione streaming.
Un potenziale rischio per Netflix, riportato dalla direzione, è il rallentamento degli abbonamenti post-pandemia, con i clienti che potrebbero non rinnovare l’abbonamento una volta finita la quarantena.
“Come altri servizi di intrattenimento domestico, stiamo registrando un aumento temporaneo delle visualizzazioni e del numero di utenti”, ha scritto la compagnia in una lettera agli investitori. “Ci aspettiamo che le visualizzazioni scendano e la crescita degli abbonati rallenti una volta finite le misure di confinamento”.
Netflix ha previsto 7,5 milioni di nuovi abbonati nel secondo trimestre, una crescita ancora potente in circostanze normali ma molto inferiore rispetto al trimestre scorso.
Morale della favola
Guardando oltre l’attuale emergenza sanitaria, ci sono validi motivi per ritenere che Netflix abbia ulteriore potenziale di crescita. I massicci investimenti della compagnia, l’ecosistema di distribuzione globale, nonché la sua crescente portata ed il vantaggio tecnologico sono tra i fattori che continueranno a supportare un’ipotesi rialzista per il titolo.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.