Mercato Trading e Segnali Operativi... Wall Street in solido rialzo: Dow Jones +400 punti, Nasdaq +2%. Petrolio in ripresa, WTI +20% | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 22 aprile 2020

Wall Street in solido rialzo: Dow Jones +400 punti, Nasdaq +2%. Petrolio in ripresa, WTI +20%

Wall Street in solido rialzo: Dow Jones +400 punti, Nasdaq +2%. Petrolio in ripresa, WTI +20%
Wall Street in rialzo: dopo pochi minuti dall'inizio della sessione, il Dow Jones balza di oltre +400 punti (+1,8%), a 23.432 punti; il Nasdaq sale di oltre +2% a 8.435, mentre lo S&P 500 avanza dell'1,86% a 2.788 punti.
Il sentiment positivo si spiega con il recupero dei prezzi del petrolio, successivo a due sessioni di violenti ribassi.
Tutto è partito venerdì scorso, quando il contratto con consegna a maggio, in vista della scadenza avvenuta ieri, martedì 21 aprile, ha iniziato a riportare forti perdite, fino a crollare nella giornata di lunedì di oltre -300% scendendo al di sotto dello zero, e chiudendo la sessione a -$37,63 al barile.
Per la prima volta nella storia, i prezzi dei futures sul petrolio sono scesi al di sotto dello zero, diventando negativi.
Ieri il contratto di maggio ha recuperato a $10 dollari al barile, mentre violenti sono stati gli smobilizzi sul contratto di giugno, che nei minimi intraday ha sofferto un tonfo di oltre -60%, capitolando al di sotto dei 7 dollari al barile.
Male anche il Brent, che ieri ha chiuso in flessione del 24,4% a $19,33.
Alle 15.30 ora italiana, i futures sul petrolio recuperano terreno, con quelli del contratto WTI di giugno che avanzano del 20% circa a $13,86 e il Brent che sale del 10% circa, a $21,25 al barile.
Sul fronte societario, occhio a Netflix, che ieri sera a mercato chiuso ha alzato il velo sui risultati, i migliori di sempre, aggiungendo un record di 15,8 milioni di abbonati grazie all'effetto lockdown, circa il doppio rispetto alle attese degli analisti. La società ha però avvertito che tale crescita non è sostenibile nei prossimi trimestri. Poche ore fa il colosso di video streaming ha annunciato inoltre l'emissione di debito per un valore di 1 miliardo di dollari, in dollari e in euro.
Le obbligazioni senior non garantite saranno offerte alla platea degli investitori istituzionali. Il tasso di interesse e la data di scadenza saranno determinati dall'esito delle trattative con gli acquirenti.
Netflix ha intenzione di utilizzare i proventi dell'emissione per perseguire obiettivi societari, come l'acquisizione, la produzione e lo sviluppo di nuovi contenuti, e per il finanziamento delle spese in conto capitale e del capitale di esercizio.
Focus anche su Delta, che ha annunciato la prima perdita di bilancio in cinque anni, a causa dell'emergenza coronavirus che ha bloccato il business delle compagnie aeree globali. La perdita netta è stata di $534 milioni, rispetto agli utili di $730 milioni del primo trimestre del 2019. Su base adjusted la perdita è stata di $326 milioni, o di un passivo per azione di 51 centesimi, rispetto all'utile per azione di 96 centesimi dello stesso periodo dello scorso anno.
Valeria Panigada
22 aprile 2020 - 13:30
MILANO (Finanza.com)
Wall Street si prepara ad aprire in territorio positivo, cercando di rialzare la testa dopo il calo di ieri in scia alla caduta del petrolio, che rimane ancora sotto pressione. A circa due ore dalla partenza, il future sul Dow Jones sale di oltre l'1%, quello sull'S&P500 guadagna l'1,3% e il contratto sul Nasdaq segna un +1,1%. Alla luce della discesa delle quotazioni del greggio, i ministri dell’Opec+ hanno tenuto una conference call straordinaria per discutere di eventuali contromisure, senza tuttavia giungere ad una decisione. In Texas, la commissione che legifera sullo shale oil ha rinviato la propria decisione su un eventuale taglio della produzione, pur rimanendo disponibile a ridurla del 20%, un taglio che sarebbe condizionato a misure analoghe degli altri paesi produttori. Oggi è previsto il dato sulle scorte settimanali di greggio negli Usa.
Intanto, il Senato Usa ha approvato un’altra tranche a sostegno delle small business per un ammontare complessivo di 484 miliardi di dollari (oltre il 60% dedicato a misure di sostegno per il lavoratori).
Laura Naka Antonelli

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.