Mercato Trading e Segnali Operativi... Il mondo si lamenta per il greggio, i fornitori di etanolo piangono in silenzio | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 22 aprile 2020

Il mondo si lamenta per il greggio, i fornitori di etanolo piangono in silenzio

Nel mondo delle materie prime, le lamentele più forti riguardano la carneficina del greggio, gli storici prezzi del greggio USA di lunedì sotto lo zero e come la ricerca di petroliere per conservare il greggio sia difficile quanto trovare ventilatori per pazienti con COVID-19 in alcuni paesi.
Ma ci sono anche altri due componenti del mondo delle materie prime danneggiati dalla distruzione della domanda energetica dovuta al coronavirus, e le loro voci sono quasi state soffocate dal frastuono sul greggio.

Si tratta degli umili coltivatori di granturco e zucchero che forniscono la materia prima per l’etanolo, il biocarburante obbligatorio come additivo al petrolio in India e Brasile ed alla benzina negli Stati Uniti.
Ethanol Futures Weekly Prices
Ethanol Futures Weekly Prices
Prezzi settimanali dei future dell’etanolo
La realtà è che c’è tanto bisogno di produrre etanolo al momento quanto quello di produrre carburante per autoveicoli. Con metà degli 8 miliardi di persone al mondo i cui spostamenti sono limitati per controllare la diffusione del virus, quasi nessuno sta guidando a meno che non sia assolutamente necessario.
Zucchero al minimo di 12 anni, granturco al minimo di 4 anni
I prezzi dello zucchero sull’ICE Futures USA hanno segnato il minimo di quasi 12 anni di 9,55 centesimi la libbra ieri, perdendo il 33% dalla fine di gennaio. I future del granturco sul Chicago Board of Trade hanno segnato il minimo di quattro anni di 3,09 dollari al bushel, con un crollo del 20% dalla chiusura di dicembre.
U.S. Sugar Futures Weekly Prices
U.S. Sugar Futures Weekly Prices
Grafico del prezzo settimanale dei future dello zucchero USA
Il prezzo dell’etanolo in sé, che non viene quotato ogni giorno sul CBOT per via della mancanza di volumi giornalieri, non è andato tanto male nonostante il tonfo del greggio di lunedì, perdendo solo il 4% sulla settimana. In base all’ultima quotazione del 19 aprile, si attestava solo al minimo di un mese di 86 centesimi al gallone. Sull’anno però, i future dell’etanolo segnano un crollo del 32%.
I titoli dei maggiori distillatori di etanolo come Archer-Daniels-Midland (NYSE:ADM), Valero Energy (NYSE:VLO) e Green Plains Renewable Energy (NASDAQ:GPRE) non hanno perso molto denaro questa settimana.
Il colpo reale, tuttavia, è quello avvertito dai coltivatori di zucchero di canna in Uttar Pradesh, il prolifico stato coltivatore di zucchero in India, e a San Paolo, in Brasile, nonché dai coltivatori nella cosiddetta “cintura del granturco” che si estende nel Midwest USA.
Ancor prima dell’inizio di aprile, gli zuccherifici indiani avevano difficoltà a rifornire le compagnie petrolifere nazionali di etanolo da mischiare alla benzina ed al gasolio, dopo le drastiche misure di chiusura imposte dal governo del Primo Ministro Narendra Modi che hanno eliminato quasi tutto il traffico non essenziale dalle strade nella nazione con quasi 1,4 miliardi di abitanti.
L’orribile storia del greggio peggiora la situazione delle fonti di etanolo
L’orrenda storia del greggio di questa settimana, e la corsa maniacale di chiunque sul mercato fisico per trovare un posto dove immagazzinare la materia prima (da cisterne a chiatte, petroliere VLCC, oleodotti e persino vagoni ferroviari) non farà che peggiorare la situazione per chi produce fonti agricole di etanolo.
“I timori che la produzione di etanolo non comincerà ad aumentare nell’immediato futuro pesa ancora sui prezzi dei future (dei prodotti agricoli), spiega Clif Droke, specialista delle materie prime di Financial Sense Wealth Management.
“Future del greggio più deboli rendono l’etanolo, che ha un prezzo più alto, molto più costoso per essere miscelato e si riduce la domanda”, afferma Droke, aggiungendo:
“C’è ancora molta strada da fare prima che la lavorazione dell’etanolo diventi di nuovo redditizia. E questo rende disponibile più zucchero di canna per la produzione di zucchero”.
Dan Hueber, analista veterano dei cereali a St. Charles, Illinois, è d’accordo.
“Sfortunatamente, la mossa degli energetici ha pesato molto sul mercato del granturco anche ieri, in quanto per molti si tratta di un altro chiodo conficcato nella bara dell’etanolo”, scrive Hueber in un commento riferito al tonfo di lunedì del greggio.
L’autore del The Hueber Report sui cereali afferma che è difficile sfidare la logica di correlare un minore uso di granturco ad una minore produzione di etanolo.
I modelli del peggiore dei casi spingono i prezzi sotto livelli realistici
Ma fa notare che è stata anche l’abitudine dei mercati di formulare ipotesi del peggiore dei casi ad aver spinto i prezzi ben al di sotto dei livelli realistici.
“È questa la posizione in cui credo che il granturco si trovi al momento, e l’azione di prezzo complessivamente questo mese sarà poco di più del “frastuono” dei mercati”, dice Hueber.
Gli osservatori delle coltivazioni indicano che, malgrado il COVID-19, gli agricoltori nel Midwest stanno già accelerando il ritmo della semina con l’arrivo delle temperature primaverili, alimentando le aspettative di enormi acri di granturco USA nel prossimo raccolto.
U.S. Corn Futures Weekly Prices
U.S. Corn Futures Weekly Prices
Prezzo settimanale dei future del granturco USA
“Gli agricoltori sono già nei campi, ignorando le piogge, ed è prevista una seria quantità di semina per questa settimana, dell’ordine di un quarto del raccolto”, scrive in una nota ai clienti Charlie Sernatinger, responsabile globale dei future dei cereali di EDF (PA:EDF) & Man.
Il Dipartimento per l’Agricoltura USA lunedì ha reso noto che gli agricoltori del paese avevano piantato, a domenica, il 7% del granturco previsto.
Nel caso dello zucchero, l’agenzia di settore Czarnikow Sugar di recente ha previsto un crollo di 2 milioni di tonnellate dei consumi di zucchero globali per via del virus. Nella nota, l’analista Ben Seed ha spiegato che, oltre al calo del consumo nella stagione 2019/20, il consumo di zucchero globale nel 2020 probabilmente sarà più basso su base pro-capite.
Malgrado le scorte di zucchero a livello di distribuzione (e le scorte accumulate dai singoli consumatori) la domanda mondiale del dolcificante dovrebbe scendere considerevolmente a causa delle chiusure dei ristoranti, nonché del numero minore di feste e festeggiamenti dovuto alla pandemia, afferma Droke di Financial Sense Wealth. Aggiunge:
“Inoltre, i trader dovranno aspettarsi un potenziale aumento delle scorte di zucchero dal Brasile nei prossimi mesi, con la stagione del raccolto che entrerà nel vivo questa primavera”.

“Alla luce di questi fattori, è consigliata una forte posizione di liquidità per il momento, in attesa che si riduca il danno inflitto al mercato dal coronavirus”.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.