Mercato Trading e Segnali Operativi... Wall Street chiude in rialzo, Dow Jones +0,95% e Nasdaq +2,3% | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 20 marzo 2020

Wall Street chiude in rialzo, Dow Jones +0,95% e Nasdaq +2,3%

New York, 19 mar. (askanews) - Wall Street ha chiuso in rialzo, rimbalzando dalle forti perdite che hanno caratterizzato la seduta precedente. Dopo un avvio incerto, i listini hanno accelerato durante il corso della giornata e il Dow Jones è riuscito a chiudere sopra la soglia psicologica dei 20mila punti. Il Dow ha aggiunto lo 0,95% a quota 20.087,19, l'S&P 500 è cresciuto dello 0,47% a 2.409,39 punti, mentre il Nasdaq ha guadagnato il 2,30% a quota 7.150,58.
Alla vigilia del giorno delle "quattro streghe" (Quadruple Witching), quando scadono contemporaneamente i futures sugli indici, le opzioni sugli indici, i futures sulle azioni e le opzioni sulle azioni, ad aiutare i listini sono state le mosse delle banche centrali. Dopo il lancio di un programma di acquisti di emergenza da 750 miliardi di euro da parte della Bce, la Fed è di nuovo intervenuta per garantire la liquidità necessaria al sistema finanziario. E la Banca d'Inghilterra ha tagliato i tassi e aumentato il suo programma di Qe. I mercati adesso attendono che il governo americano lanci il piano di aiuti da oltre mille miliardi di dollari.
Dopo i forti balzi di questi giorni, alcuni operatori credono che il Quadruple Witching, che in genere è associato a una serie di stravolgimenti sul mercato, potrebbe invece riportare la calma eliminando un ingente quantità di posizioni ribassiste. L'attenzione rimane però sulla diffusione del coronavirus. I contagi nel mondo sono oltre 229mila mentre i decessi hanno oltrepassato quota 9mila. Negli Stati Uniti il totale è salito a 10.189 casi, mentre il numero di persone morte a 152.
Sul fronte macroeconomico, da segnalare il balzo nelle richieste di sussidi per la disoccupazione, primo segno tangibile dell'effetto del virus sull'economia Usa. Le richieste sono cresciute di 71mila a quota 281mila (contro attese per 220mila).
Aiuta il rimbalzo del petrolio che ha fatto segnare la sua migliore performance di sempre in termini percentuali. Dopo aver perso il 24,4% nella seduta precedente, il greggio ha messo a segno un +23,8% a 25,22 dollari al barile. Aiutano le indiscrezioni secondo cui il governo americano potrebbe intervenire per provare a sanare la spaccatura che si è venuta a creare tra l'Arabia Saudita e la Russia.
Ma a beneficiare maggiormente del relativo ottimismo dei mercati sono stati i titoli dei colossi tecnologici, come Netflix (+5,25% a 332,03 dollari), Facebook (+4,2% a 153,13 dollari), Amazon (+2,78% a 1.880,93 dollari), Microsoft (+1,65% a 142,71 dollari) e Alphabet (+1,69% a 1.115,29 dollari), che hanno aiutato il Nasdaq a distaccare gli altri listini. Tesla ha messo a segno un +18,39% a 427,64 dollari.
A24/Zap/Glv

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.