Mercato Trading e Segnali Operativi... Il braccio di ferro sul prezzo del greggio rende difficile prevederne la direzione | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 18 marzo 2020

Il braccio di ferro sul prezzo del greggio rende difficile prevederne la direzione

Il prezzo del greggio è appena crollato sotto i 25,00 dollari, al momento della scrittura. È poco meno del minimo intraday e del prezzo di chiusura di 26,21 dollari del febbraio 2016. È anche in linea con il minimo di 17 anni registrato nel 2003, un livello a cui avevamo previsto che il greggio sarebbe tornato in un articolo dello scorso agosto.
Naturalmente, all’epoca non potevamo sapere del coronavirus e del suo impatto sull’economia e sui mercati globali. Avevamo semplicemente fornito il quadro tecnico, che presupponeva una serie di condizioni. Il mercato è in eccesso di scorte da anni. E, con il mondo che corre seri rischi, quelle condizioni si stanno verificando.
Ora, con l’Arabia Saudita che intende spedire la quantità record di 10 miliardi di barili al giorno in uno scontro senza esclusioni di colpi con la Russia per la partecipazione di mercato, il trend a lungo termine del greggio è diretto in basso. Goldman Sachs afferma che i consumi sono scesi di 8 milioni di barili al giorno.
Agenzie come Goldman e Standard Chartered ora indicano obiettivi di 20 dollari al barile. Mizuho Securities avverte che i prezzi del greggio potrebbero scendere ancora di più, con Russia ed Arabia Saudita che inondano il mercato.
Tuttavia, come abbiamo detto altre volte, i prezzi non si muovono in linea retta. Il calo potrebbe rallentare, dopo aver superato il minimo del febbraio 2016. Molti investitori ricordano e sono consapevoli di questo prezzo basso dal momento che le reti finanziarie continuano a tirarlo fuori.
Inoltre, 25 dollari è un supporto naturale ed è una cifra tonda. Questo lo rende un probabile supporto per spingere di nuovo i prezzi sopra i minimi del 2016.
Ovviamente, non possiamo sapere se succederà. Inoltre, di recente avevamo previsto un altro calo dopo il completamento di un pennant ribassista. Queste due forze probabilmente se la contenderanno ora.
Ci sono buone probabilità che un simile braccio di ferro possa spingere i prezzi in entrambe le direzioni: su, poi giù, con rapide oscillazioni. Per i trader disciplinati che corrono il rischio, sul breve termine, si tratta di un ambiente ricco di obiettivi.
Strategie di trading
trader conservatori dovrebbero aspettare che il prezzo torni a testare il pennant, per dimostrare la sua resistenza prima di scendere.
I trader moderati potrebbero aspettare una mossa di ritorno per un’entrata migliore ma non necessariamente per avere una prova del supporto.
trader aggressivi potrebbero adottare una posizione long contraria, se il prezzo dovesse chiudere sopra il livello di 25dollari, contando su una ripresa a questo livello storico.
Esempio di trading: posizione long contraria
  • Entrata: 25,00 dollari
  • Stop-Loss: 24,00 dollari
  • Rischio: un dollaro
  • Obiettivo: 30,00 dollari
  • Ricompensa: 5 dollari
  • Rapporto di rischio ricompensa: 1:5

    Nota: L’esempio di trading è, appunto, solo un esempio. Il suo unico fine è quello di presentare i punti fondamentali da prendere in considerazione in uno scambio. Un singolo scambio può non andare bene per tutti, né ogni scambio può risultare vincente. Bisognerebbe adattare lo scambio al proprio atteggiamento e budget, tenendo d’occhio la struttura.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.