Mercato Trading e Segnali Operativi... Dopo crolli di ieri le Borse in rialzo. Consob vieta short | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
.

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 13 marzo 2020

Dopo crolli di ieri le Borse in rialzo. Consob vieta short

Dopo crolli di ieri le Borse in rialzo. Consob vieta short

Le Borse europee tentano il rimbalzo dopo i crolli di ieri. Scatta Piazza Affari, la Consob sospende le vendite allo scoperto su 85 titoli. Future di Wall Street ampiamente positivi 

Le Borse europee provano a reagire e aprono in territorio positivo. Piazza Affari segna +8,12%, Parigi +4,73%, Francoforte +4,12%, Madrid +7,07% e Londra +5,01%. Si tenta il rimbalzo dopo che i listini europei ieri hanno chiuso con ribassi record: -16,92% Piazza Affari, -12,28% Parigi, -12,24% Francoforte, -14,06% Madrid, -10,87 Londra. Un crollo che non si era registrato neanche dopo la crisi di Lehman Brothers del 2008, costato più di 800 miliardi di euro. Alta tensione sulle vendite anche a Wall Street che ha chiuso con perdite attorno all’8%. Oggi le Borse europee si preparano a vivere un’altra giornata di contrattazioni ad altissima volatilità, tanto che la Consob ha deciso di sospendere le vendite allo scoperto su 85 titoli.

VENDITE ALLO SCOPERTO VIETATE

Stop alle vendite allo scoperto su 85 titoli quotati sul Mta, mercato telematico italiano, per la giornata di oggi 13 marzo, ma con la possibilità di prorogare la misura per altri due giorni. La decisione della Consob è stata presa dopo tre giorni di pesanti ribassi sui listini di Piazza Affari, e dopo il crollo storico di ieri. Le vendite allo scoperto sono ordini di vendita dati su azioni che non si possiedono: sono consentite oltre certe soglie, previa comunicazione alle Autorità. 

ALTISSIMA VOLATILITÀ DOPO LA BCE

Le Borse sono cadute in mercato orso, a seguito di perdite superiori al 20% dai massimi, molto velocemente. La volatilità regna sovrana sui mercati, imperversando ieri sui listini del Vecchio Continente a causa dell’emergenza coronavirus, e a seguito delle parole di Christine Lagarde, dopo il direttivo della Bce: “Tassi invariati, più operazioni di rifinanziamento a lungo termine e 120 miliardi di acquisti di titoli”. Ad aumentare la tensione la frase della Lagarde: “Non siamo qui per chiudere gli spread”, che ha innescato una speculazione contro i Btp, infiammando lo spread. 

“Dalle parole della Lagarde un salasso per i nostri Btp”

“Dalle parole della Lagarde un salasso per i nostri Btp”

WALL STREET PROVA IL RIMBALZO

Tonfo ieri a Wall Street (-10%), che ha chiuso la sua peggior seduta dal 1987. I future di oggi sono però positivi, con rialzi dai 4 ai 5 punti percentuali. Si cerca il rimbalzo dopo che la Fed ha annunciato che immetterà nel sistema monetario 1.500 miliardi di dollari tra il 12 e il 13 marzo. Ieri, dopo l’annuncio, i listini avevano provato a recuperare, per poi tornare a cedere in chiusura. Attesa anche per eventuali nuove misure della Casa Bianca per contrastare il diffondersi del coronavirus negli Stati Uniti. 
Fabrizio Arnhold

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.