Mercato Trading e Segnali Operativi... Comprare di nuovo il dollaro? I fondamentali dicono di sì | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 27 marzo 2020

Comprare di nuovo il dollaro? I fondamentali dicono di sì

Il dollaro sta scendendo per il quinto giorno di fila dopo essere salito per 7 giorni su 8 con un balzo dell’8,5%. Potrebbe essere il momento di cominciare a pensare di rientrare: il biglietto verde ha già corretto il 2,3% della sua mossa precedente, suggerendo che le prese di profitto dovrebbero rallentare.
Dopo che il mercato rialzista più lungo mai registrato è terminato con un sonoro scoppio sulla scia della pandemia del letale coronavirus, ci aspettiamo che i titoli azionari continuino a scendere per tutto il tempo che resteranno all’interno del trend in discesa. E, allo stesso modo, ci aspettiamo che il dollaro recuperi il suo status di rifugio per eccellenza nei periodi di trambusto globale.
C’è, tuttavia, una potenziale forza fondamentale contraria: alcuni analisti suggeriscono la possibilità di uno sforzo globale coordinato da parte delle banche centrali per indebolire il dollaro, qualcosa che non succedeva dall’Accordo del Plaza della prima metà degli anni Ottanta. In quel periodo il dollaro era crollato del 48% tra il febbraio 1985 ed il novembre 1987.
DXY Monthly Chart
DXY Monthly Chart
Grafico mensile DXY
Tuttavia, non crediamo che la situazione attuale sia paragonabile a quella di allora. L’intervento globale del 1985 è avvenuto dopo che l’inflazione aveva raggiunto il picco nell’aprile 1980 a quasi il 15% ed il dollaro si era rafforzato del 50% contro le valute delle altre quattro maggiori economie dell’epoca, sfiorando 165,00.

Ora, il tasso annuo di inflazione è del 2,3%, in calo dal 2,5%, ed il dollaro sta scendendo a 100,00.

Sebbene pensiamo che sia difficile che sia in programma un accordo simile, è importante notare che, anche se dovesse verificarsi, tale coalizione richiederebbe del tempo per essere organizzata e farebbe decisamente molto rumore. Il che darebbe ai trader sufficiente spazio per riposizionarsi se fosse necessario.
Strategie di trading
trader conservatori dovrebbero aspettare un trend in salita stabilito, con il biglietto verde che registrerà un prezzo più alto del massimo del 19 marzo di 102,99, dopo aver atteso un’altra correzione di presa di profitto che combatta per mantenere la sua posizione.
trader moderati potrebbero rischiare una posizione long se il dollaro dovesse consolidarsi al livello di 100.
trader aggressivi, dai riflessi pronti, potrebbero impegnarsi con una posizione long in base alla loro avversione al rischio e dopo aver elaborato una strategia di trading coerente.
Esempio di trading
  • Entrata: 100,40
  • Stop-Loss: 99,90, al di sotto della cifra tonda psicologica di 100,00 e supporto del fallito pattern broadening
  • Rischio: 50 punti
  • Obiettivo: 102,90, sotto il massimo precedente
  • Ricompensa: 250 punti
  • Rapporto di rischio-ricompensa: 1:5

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.