Mercato Trading e Segnali Operativi... Greggio vicino massimi un mese su calo minacce offerta, possibile ripresa domanda | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 20 febbraio 2020

Greggio vicino massimi un mese su calo minacce offerta, possibile ripresa domanda

La raffineria Achinsk controllata da Rosneft nella regione di Krasnoyarsk in Russia
LONDRA (Reuters) - I prezzi del Brent sfiorano oggi i massimi da un mese, godendo degli sforzi della Cina a sostegno della propria economia, mentre cala il numero di nuovi casi di coronavirus e diminuiscono i timori sull'offerta in Venezuela e Libia.
I futures sul Brent scambiano in ribasso di 4 centesimi a 59,08 dollari il barile intorno alle 11,45 italiane, dopo aver raggiunto quota 59,71 dollari nella sessione odierna.
I futures sul greggio Usa scambiano in rialzo di 18 centesimi a 53,47 dollari il barile.
Il taglio del Loan prime rate da parte della Cina ha aiutato a placare i timori sul rallentamento della domanda nel secondo maggiore consumatore di petrolio e primo importatore di greggio al mondo.
La Cina ha riportato oggi 349 nuovi casi di coronavirus nella provincia di Hubei, ai minimi da oltre tre settimane, mentre il bilancio delle vittime sale a 108 morti, rispetto a 132 morti ieri.
"Il mercato è stato sostenuto dal crescente ottimismo per l'atteso aumento dell'attività economica cinese e dalla prospettiva degli aumenti delle limitazioni alle esportazioni del Venezuela", afferma JBC Energy.
Gli Stati Uniti questa settimana hanno inserito nella loro blacklist una controllata del gruppo petrolifero russo Rosneft, a causa dei suoi legami con l'azienda controllata dal governo venezuelano PDVSA, scelta che potrebbe limitare ulteriormente le esportazioni di greggio dei paesi Opec.
Allo stesso tempo, il conflitto in Libia che ha portato al blocco dei porti e campi petroliferi non mostra segni di una risoluzione.
I blocchi in Libia, persistenti da ormai più di un mese, hanno ridotto la produzione di greggio dei paesi membri dell'Opec di almeno 1 milione di barili al giorno.
Il Brent potrebbe estendere i suoi guadagni a 60,22 dollari il barile, in base a quanto estratto dal suo pattern ad onda e dalle analisi di proiezione, secondo l'analista tecnico di Reuters Wang Tao.
Le scorte di greggio statunitense sono aumentate di 4,16 milioni di barili nella scorsa settimana, al di sopra delle aspettative degli analisti di 2,5 milioni di barili, secondo i dati pubblicati ieri dall'Api.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.