Mercato Trading e Segnali Operativi... È troppo tardi per comprare il titolo di AMD? | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
.

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 9 gennaio 2020

È troppo tardi per comprare il titolo di AMD?

Dopo i ritorni di circa il 150% nel 2019, le azioni di Advanced Micro Devices (NASDAQ:AMD) potrebbero andare di nuovo alla grande. Il titolo è schizzato del 5,5% nei primi due giorni del 2020, segnando 48,53 dollari il 2 gennaio e superando il massimo intraday toccato quasi due decenni fa.
Il titolo da allora è sceso, con un crollo del 2,6% dal 3 gennaio, chiudendo la seduta di ieri a 47,83 dollari. Tuttavia, ciò è avvenuto dopo il rally dello scorso anno in cui AMD ha ricompensato alla grande gli investitori, segnando il rialzo percentuale maggiore tra i titoli quotati sull’indice S&P 500.
AMD Weekly Price Chart
AMD Weekly Price Chart
Dopo aver assistito a questa straordinaria impennata, la principale domanda che si pongono gli investitori è se abbiano già perso questo treno o no: è troppo tardi per comprare le azioni di AMD?
Facendo un confronto, non sono per niente economiche. Il rapporto prezzo/utili è di 208 rispetto al 13,94 di Intel (NASDAQ:INTC) ed al 65,35 di NVIDIA (NASDAQ:NVDA). E a 45 volte gli utili forward, AMD è ora il titolo chip con la valutazione più alta, ad oltre il doppio della media del gruppo dei semiconduttori di circa 19.
La maggiore valutazione di AMD significa che la compagnia ha uno slancio potente che invece manca agli altri operatori del settore dei semiconduttori. Ma, prima di comprare le azioni, bisogna fare una scommessa calcolata sul fatto che possano salire ancora e che non si sta investendo il proprio capitale ad un livello di overbought.
Per far proseguire questo ciclo di crescita, la compagnia di Santa Clara, California, ha lanciato numerosi prodotti lo scorso anno, prendendo di mira il suo principale rivale, Intel, che sta faticando a rilasciare i suoi ultimi chip più avanzati. In una serie di lanci di nuovi prodotti, la compagnia ha dimostrato di trovarsi in una posizione che le permette di ottenere un vantaggio competitivo rispetto ad Intel e di poter accaparrarsi i clienti più grossi sul mercato del cloud computing (che prima non avevano altra opzione se non i costosi prodotti di Intel).
Altre frecce al suo arco
E sembra che la compagnia abbia altre frecce al proprio arco per il 2020. Durante una fiera di settore lunedì, AMD ha annunciato numerosi aggiornamenti della sua linea di PC e processori grafici, compresi gli ultimi chip Ryzen pensati per i laptop. La compagnia ha inoltre confermato la progettazione di processori personalizzati per le nuove console di videogiochi PlayStation e Xbox in arrivo quest’autunno.
I nuovi chip sono progettati per espandere la partecipazione di mercato di AMD tramite l’introduzione, con largo anticipo, di chip più avanzati. La maggior parte degli aggiornamenti per videogiochi, ad esempio, arriveranno sul mercato quest’anno, consentendo ad AMD di avere un vantaggio sulla concorrenza. La saggia mossa della compagnia di stringere una collaborazione con Taiwan Semiconductor Manufacturing (NYSE:TSM) le consente di avere accesso ai chip per server da 7 nanometri molto prima di Intel. Intel ha annunciato lunedì che i processori per laptop da 10 nanometri arriveranno quest’anno.
Questi progressi hanno fatto ottenere ad AMD una risposta molto favorevole da alcuni importanti analisti del settore che prevedono ulteriori rialzi del titolo. In una recente nota, Nomura Instinet ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo da 40 a 58 dollari. L’analista David Wong si aspetta che AMD “continui a rafforzare la sua posizione competitiva nel 2020”, grazie all’aumento dei prezzi e ad una maggiore partecipazione di mercato.
In precedenza, anche Rosenblatt Securities aveva alzato il prezzo obiettivo al massimo a Wall Street, 65 dollari, nominando AMD la sua scelta preferita tra i semiconduttori nel 2020. Quest’anno “proseguirà lo slancio iniziale dei guadagni nel settore delle CPU”, scrive Hans Mosesmann, prevedendo “limitate minacce competitive a rallentare il treno dello slancio”.
Il prezzo obiettivo medio è di 39 dollari. Al momento, 15 analisti consigliano di comprare il titolo, rispetto alle 23 agenzie seguite da Bloomberg che mantengono un rating equivalente a hold. Quattro consigliano di vendere, il minimo in oltre un anno.
Il report sugli utili del quarto trimestre, previsto questo mese, sarà un importante banco di prova per il titolo di AMD. Secondo le previsioni degli analisti, le vendite dovrebbero schizzare del 28% nel 2020, facendo registrare alla compagnia l’anno con la crescita maggiore dal 2004.
Morale della favola
Scambiato vicino al massimo in due decenni, AMD potrebbe vedere una correzione prima di continuare a salire. Se possedete già il titolo, una presa di profitto non sarebbe una cattiva idea in questo momento. Ma essere cauti non significa che AMD sia una cattiva scelta sul lungo termine. Il produttore di chip sta lentamente espandendo la sua partecipazione di mercato ed è ben posizionato per trarre vantaggio da eventuali passi falsi di Intel. Qualsiasi indebolimento del titolo di AMD dovrebbe essere considerato un’opportunità di acquisto.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.