Mercato Trading e Segnali Operativi... Mercati come il Leviatano hobbesiano. Forte indecisione, in attesa di news | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 5 dicembre 2019

Mercati come il Leviatano hobbesiano. Forte indecisione, in attesa di news

Tre sedute di fila ribassiste sull'S&P 500, segante graficamente da una candela Engulfing Bearish, sul grafico giornaliero del 2 dicembre, hanno reso nervoso non solo il mercato americano. Le maggiori Borse europee seguono a ruota. Dopo minimi e massimi decrescenti, lo stesso indice FTSE Mib, nonostante una debolezza per i medesimi europei, continua il suo trend rialzista. Entro fine anno i 24.000 punti possono essere sfondati. Stessa situazione per il DAX, calamitato verso i 13.400 punti.
In America, la chiusura di ieri in rialzo evidenzia sicuramente il tentativo di una nuova ripresa verso i massimi, con l'intento di ritestare i 3.150 punti, ma allo stesso tempo le notizie contrastanti ed i cinguettii su Twitter amplificano il grado di attenzione degli operatori. Certamente l'ultimo annuncio di Trump, sul riavvicinarsi della data in virtù dell'accordo commerciale con la Cina, sembra far rientrare un cauto ottimismo.
Ormai abituati a colpi di scena e continui botta e risposta, una alternanza tra colpi di sciabola e di fioretto, in fervente attesa di news, a volte, ci si sente disarmati, come nel Leviatano hobbesiano dove ad un certo punto gli individui rinunciano, per certi aspetti costretti a farlo, ai propri diritti a favore del sovrano che decide, garantendo la sopravvivenza del popolo. Grande disorientamento.
Le prime sedute di dicembre sono state altalenanti ma la normalità di un ritracciamento tecnico era comunque atteso, dopo un anno di continui record ed un trend ben delineato. Il mercato non può sempre salire e non può sempre scendere. Questo per affermare che l'analisi tecnica è un elemento imprescindibile per chi opera sulle borse ma la sensazione di un certo smarrimento, soprattutto nelle ultime settimane, appare palpabile, per l'imprevedibilità degli scenari geopolitici.
Sul petrolio greggio stessa riflessione. Primi incontri bilaterali odierni a Vienna. Partendo dal presupposto che uno dei principali fattori di variazione del prezzo dell'oro nero è legato all'andamento della domanda e dell'offerta, l'altro elemento è senza dubbio quello relativo all'OPEC ed alle sue indicazioni. Detto questo, fatte tutte le analisi tecniche, individuata l'area da monitorare che da mesi va dai 50 ai 60 dollari al barile, tracciati i supporti e le resistenze, condivise da molti operatori, l'incertezza veleggia, fino al momento dei nuovi venti che spireranno da Vienna.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.