Mercato Trading e Segnali Operativi... Le terre rare, l'esercito americano, la guerra dei dazi, la bolla. Riflessioni | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 11 dicembre 2019

Le terre rare, l'esercito americano, la guerra dei dazi, la bolla. Riflessioni

L’industria americana è sempre più in difficoltà sotto l’aspetto commerciale.
Nonostante i dati siano spesso per contrastanti la struttura della grande bolla su cui è seduta, è sempre più gonfia. Lo scoppio è ovvio, sotto tutti i punti di vista.
Le materie prime, i buyers e i sellers e tutta la filiera non ha chiara la direzione dello scoppio. A nostro avviso, sarà a 360 gradi. Nessuno sarà escluso dai colpi di un possibile crollo del sistema. Il tema tecnologico in merito all’approvvigionamento non ha raggiunto la vera elaborazione di nuovi nuovi materiali, con applicazioni differenti, il sistema non sente e l’uomo della strada guarda il suo orticello che verrà spazzato.
E’ bene ricordare, che prima delle borse mondiali si muovono le materie prime e i flussi delle valute Fiat (MI:FCHA), le borse sono considerate l’ultima ruota del carro.
L'esercito degli Stati Uniti ha in programma di finanziare la costruzione di strutture per la lavorazione delle terre rare, Washington spinge per garantire la fornitura interna dei minerali usati per fabbricare armi ed elettronica militari, secondo un documento governativo visto da Reuters.
La mossa segnerebbe il primo investimento finanziario da parte dell'esercito americano nella produzione di terre rare su scala commerciale da quando il Progetto Manhattan della Seconda, Guerra Mondiale costruì la prima bomba atomica.
Sempre secondo il documento By Ernest Scheyder, gli Usa hanno ordinato ai militari di aggiornare la sua catena di approvvigionamento per i materiali di nicchia, avvertendo che il ricorso ad altre nazioni per i minerali strategici potrebbe ostacolare le difese degli Stati Uniti.
La Cina, raffina la maggior parte delle terre rare del mondo, ha minacciato di smettere di esportare i minerali specializzati negli Stati Uniti, usando il suo monopolio come un “arma” commerciale in corso tra le due maggiori economie del mondo.
"L'industria statunitense delle terre rare ha bisogno di un grande aiuto per competere contro i cinesi", ha affermato Jim McKenzie, amministratore delegato della UCore Rare Metals Inc, che sta sviluppando un progetto sulle terre rare in Alaska. "Non si tratta solo di soldi, ma anche dell'ottica di un ampio supporto da parte di Washington."
E qui ci poniamo delle domande che aprirebbero nuovi “pensieri e scenari”.
Perché l’Alaska? A che scopo queste armi? Come mai l’esercito? Pensano ad una guerra di tipo non commerciale, ma verso di chi?
Le risposte classiche che possono arrivare a nostro avviso non stanno in piedi.
Ancora sempre secondo il documento, la divisione dell'esercito che sovrintende alle munizioni il mese scorso ha chiesto ai minatori proposte sul costo di un impianto pilota per la produzione di cosiddette terre rare pesanti, un tipo meno comune di minerali specializzati che sono molto ricercati per l'uso in armi, secondo il documento.
L'esercito ha dichiarato che finanzierà fino a due terzi del costo di una raffineria e che finanzierà almeno un progetto e potenzialmente più. I candidati devono fornire un piano aziendale dettagliato.
Quest'ultima mossa dell'Esercito, una divisione del Pentagono, arriva dopo uno studio militare all'inizio di quest'anno sullo stato della catena di approvvigionamento delle terre rare degli Stati Uniti.
La rara tensione terrestre tra gli Stati Uniti e la Cina risale almeno al 2010, quando la Cina ha limitato le esportazioni in Giappone dopo una disputa diplomatica, inviando i prezzi per i metalli di nicchia che aumentano e alimentando le preoccupazioni tra le forze armate statunitensi secondo cui la Cina potrebbe fare lo stesso con gli Stati Uniti Stati.
Il Centro biologico per il comando dello sviluppo delle capacità di combattimento dell'esercito americano e il quartier generale dell'esercito americano non hanno risposto alle richieste di commento.
La richiesta non fornisce un importo finanziario specifico che l'Esercito potrebbe finanziare, sebbene sia derivato in parte dal Defence Production Act (DPA), una legge americana degli anni '50 che offre al Pentagono un'ampia latitudine finanziaria per procurarsi l'equipaggiamento necessario per la difesa nazionale .
Un impianto pilota per la lavorazione delle terre rare potrebbe costare tra $ 5 milioni e $ 20 milioni, a seconda della posizione, delle dimensioni e di altri fattori, con un impianto su vasta scala che potrebbe costare più di $ 100 milioni per la costruzione, hanno detto i dirigenti del settore.
"È bello vedere l'interesse nel sostenere finanziariamente l'industria dal Dipartimento della Difesa", ha dichiarato Jon Blumenthal, CEO di Blue Line Corp (NYSE:LN), che all'inizio di quest'anno ha firmato un protocollo d'intesa per costruire un impianto di trattamento delle terre rare in Texas con sede in Australia Lynas Corp.
Blumenthal ha rifiutato di commentare quando gli è stato chiesto se Blue Line risponderà alla richiesta dell'esercito. Lynas ha rifiutato di commentare.
Non è chiaro in che modo l'esercito classificherà le risposte dato che gran parte della competenza dell'industria delle terre rare si trova ora in Cina, sebbene l'industria moderna delle terre rare abbia avuto la sua genesi negli Stati Uniti decenni fa.
"Invece di fornire fondi per l'ennesimo studio, questo stanzia denaro per stabilire una catena di approvvigionamento di terre rare con sede negli Stati Uniti", ha dichiarato Anthony Marchese, CEO di Texas Mineral Resources, che sta sviluppando la miniera Round Top in Texas con USA Rare Earth.
Dopo l'elaborazione, tuttavia, le terre rare devono essere trasformate in magneti per terre rare, presenti in missili a guida di precisione, bombe intelligenti e getti militari e la Cina controlla anche l'industria dei magneti per terre rare.
Il Pentagono non ha ancora avviato uno sforzo per finanziare la produzione nazionale di magneti.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.