Mercato Trading e Segnali Operativi... Cosa sono gli hedge crypto fund e come funzionano | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 16 dicembre 2019

Cosa sono gli hedge crypto fund e come funzionano


Cosa sono gli hedge crypto fund e come funzionano
Nella precedente guida abbiamo parlato in generale della Finanza decentralizzata (DeFi), analizzandone in generale le caratteristiche, potenzialità e anche i rischi. Questa volta analizziamo un po’ più da vicino gli hedge crypto fund, ovvero i fondi d’investimento che operano esclusivamente nel settore delle criptovalute e delle aziende che progettano sistemi basati su DLT e blockchain.
I fondi d’investimento in criptovalute sono ancora poco noti, eppure sono cresciuti in numero nel corso degli anni e hanno dato prova di essere molto remunerativi, come hanno dimostrato i dati di periodo del fondo Galaxy Digital di Novogratz. Tali fondi sono ancora appannaggio di investitori con disponibilità di capitale importante. In Australia, tuttavia, nel 2018 è nato il primo crypto hedge fund retail, dedicato ai piccoli investitori; un fondo in crypto asset destinato solo agli australiani, ma un primo segnale di apertura che indica come nei prossimi anni sarà offerta a tutti la possibilità di avere un nuovo strumento finanziario su cui investire.

Cos’è un hedge crypto fund?

Gli hedge crypto fund sono fondi d’investimento dedicati alle criptovalute e al settore identificato come industria blockchain.
In un fondo di crypto asset troviamo una composizione variabile di criptovalute, tra cui le principali:
  • Bitcoin;
  • Ethereum;
  • XRP.
Tali fondi possono essere composti anche da stablecoin come sostituto del dollaro, quindi, in sostituzione della liquidità che di solito compone un fondo d’investimento tradizionale.
I fondi in criptovalute in passato hanno investito nelle initial coin offering (ICO), oggi investono prevalentemente in progetti presentati da startup promettenti o presentati da società affermate.
Non è raro che i fondi facciano da azionisti di nuove aziende del settore blockchain, per incassarne la quota dei profitti annuali (dividendi).
Ed ancora, una parte delle riserve finanziarie viene utilizzata per fare trading con le criptovalute su piattaforme exchange riservate agli istituzionali.

Tutti i nomi di un fondo in criptovalute

Non essendoci uno standard unico, i fondi in criptovalute possono assumere vari nomi. Eccone alcuni:
  • cryptocurrency fund,
  • blockchain fund,
  • digital asset fund.
Non cambia tuttavia la sostanza, che resta la stessa: sono fondi d’investimento in asset digitali legati alla cosiddetta industria blockchain.

Crescita negli anni

Per comprendere la loro crescente importanza, basta analizzare il grafico dei capitali raccolti dal 2016 ad oggi. Nel gennaio 2016 i fondi in criptovalute gestivano circa 190 milioni di dollari, al primo ottobre 2019 gestiscono 18 miliardi di dollari. Una crescita enorme, il cui vero boom è iniziato nella seconda metà del 2018, proprio nelle fasi in cui il valore delle criptovalute calava significativamente. Questa controtendenza deve far riflettere.

Perché dovrei investire in un hedge crypto fund?

In generale i fondi d’0investimento sono tra gli strumenti dal rischio più basso, non a zero rischi ovviamente. Ma, dal momento che diversificano, rendono il nostro investimento più al sicuro dalle fasi critiche dei mercati.
Come i fondi tradizionali, anche i fondi in crypto asset dividono il capitale tra criptovalute, investimenti in startup, progetti blockchain, venture capital.
Rispetto al trading con le criptovalute, i rischi sono oggettivamente più bassi.

Quali sono i costi di un crypto fund?

Come un normale fondo, i crypto fund hanno dei costi di gestione di cui tenere conto. Tali costi non sono noti, ma di solito sono calcolati in percentuale rispetto all’investimento fatto.

Quali sono gli hedge fund di crypto asset più importanti?

Vediamo la Top Ten degli hedge fund di crypto asset, per renderci conto anche di quali siano i numeri in termini d’investimenti finanziari e dove si trovano. Qui sono riportati in ordine alfabetico:
  1. Arrington XRP Capital
Nato con una dotazione di 100 milioni di USD, il suo fondatore è Michael Arrington, lo stesso fondatore di TechCrunch e CrunchFund. Investe anche in XRP, Telegram, NKN. Ha sede negli USA.
  1. BlockTower Capital
Dotazione iniziale del fondo di 140 milioni di USD, a fondarlo un ex di Goldman Sachs, Matthew Goetz. I fondi iniziali sono arrivati da Andressen e Union Square Ventures. Ha sede negli USA.
  1. Brian Kelly Capital Management
Il fondo è stato fondato da Brian Kelly e investe in bitcoin, criptovalute e asset digitali. Ha sede negli USA.
  1. Digital Currency Group
Fondato da Barry Silbert, gestisce circa 2 miliardi di dollari di asset. Investe in venture capital, criptovalute come il bitcoin. Ha sede negli USA.
  1. Fenbushi Capital:
Fondo per venture capital, investe in compagnie del settore blockchain. Il fondo ha investito in everledger e TenX. Tra gli ex advisor Vitalik Buterin. Ha la sede in Cina.
  1. Galaxy Digital Assets Fund
Il fondo è nato con una dotazione iniziale di 200 milioni di USD, il suo fondatore è Michael Novogratz. Sede: USA.
  1. MetaStable Capital
Il fondo investe puramente in criptovalute, non investe in società blockchain. Il fondatore è Naval Ravikant e la sede è negli USA.
  1. Pantera Capital
Un blockchain venture capital fund che ha investito in startup del settore, tra cui in Ripple, Koinex e altre. Non nasce espressamente dedicata al settore crypto, ma si è convertito a esso successivamente. Il fondatore è Dan Morehad e si trova negli USA.
  1. Passport Capital
Il fondo si è convertito ai crypto asset nel 2017, dove ora gestisce 300 milioni di USD di asset.
  1. Polychain Capital
Il fondo è partito con una dotazione di 250 milioni di USD, a fondarlo Olaf Carlson-Wee il quale lavorava in Coinbase. Investono in essi Andressen Horowitz e Sequoia Capital. Basato negli USA.
Tra gli altri fondi degni di nota troviamo Tunlan Capital (Cina), ma in totale Cryptofundresearch.com ha contato almeno 600 hedge crypto fund sparsi nei cinque continenti.

I crypto fund sono decentralizzati?

Al momento i crypto fund sono gestiti da società, ciò significa che la gestione dei fondi è centralizzata, un po’ come avviene per i fondi tradizionali.
Ci sono stati in passato dei timidi tentativi di creare dei fondi in criptovalute autonomi e decentralizzati, quindi gestiti da un DAO (Decentralized Autonomous Organization), ma le difficoltà tecniche sono ancora da superare. Infatti, come fare di volta in volta a modificare la composizione del portfolio? Chi decide dove è meglio investire in quel dato momento? Insomma, decentralizzare tutto forse non è possibile. L’intervento dell’uomo e la sua intelligenza, per fortuna, restano necessari.

I crypto fund sono regolamentati?

Non tutti i crypto fund sono regolamentati, così come l’intero settore, vi è ancora una certa difficoltà nell’ottenere le licenze poiché mancano le normative appropriate.
Secondo i dati forniti da Crypto Fund Research e che si basano su dati della Security Exchange Commission (SEC), su 391 crypto fund statunitensi, soltanto 173 sono registrati, mentre gli altri operano senza una licenza.

Suddivisione geografica

Per quanto riguarda la suddivisione geografica, gli Stati Uniti d’America sono al primo posto con 391 fondi in crypto asset, segue la Cina/Hong Kong con 84. Più indietro il Regno Unito che conta 55 fondi in criptovalute, quindi troviamo il piccolo stato di Singapore con 42 crypto fund.
Nessuno in Italia, mentre la Svizzera ne ha 26 e la Germania 16.

Concludendo

Se il mondo degli hedge crypto fund ti affascina sempre più, troverai molto utile visitare il sito https://cryptofundresearch.com, una azienda che si è specializzata nel monitorare tali fondi e nel fornire informazioni dettagliate su di essi. I servizi sono a pagamento, ma sono disponibili molti articoli e infografiche introduttive davvero interessanti.
This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.