Mercato Trading e Segnali Operativi... Utility in rialzo malgrado calo BTP. Quali titoli comprare ora? | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 27 novembre 2019

Utility in rialzo malgrado calo BTP. Quali titoli comprare ora?


L'andamento debole mostrato oggi dal Ftse Mib non sembra pesare più di tanto sulla giornata delle utility che riescono a muoversi in positivo, tranne poche eccezioni.

Utility ben intonate a Piazza Affari: ignorato il rialzo dei tassi dei BTP

Tra le blue chips restano indietro Italgas e Snam che calano rispettivamente dello 0,14% e dello 0,13%, seguiti da Enel che mostra un impercettibile ribasso dello 0,03%, mentre Terna sale dello 0,1%, preceduto da A2A ed Hera che avanzano dello 0,18% e dello 0,35%.
Riescono a fare decisamente meglio i titoli a minore capitalizzazione, con Ascopiave in ascesa dello 0,38%, mentre Acea si apprezza dell'1,83% e a scattare in avanti sono Erg e Iren con un rally del 3,78% e del 3,71%.
Il settore utility riesce ad inviare segnali positivi malgrado le indicazioni poco incoraggianti che arrivano dal fronte obbligazionario.
I BTP infatti oggi perdono terreno e vedono il rendimento del decennale spingersi in avanti, con un rialzo del 2,46% all'1,289%.
Il movimento dei tassi almeno per oggi non sembra penalizzare il settore delle utility, nel quale ci sono diverse storie interessanti, caldeggiate dagli analisti.

Una di queste è A2A, su cui proprio oggi Equita SIM ha ribadito la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 2 euro.


Gli analisti si sono focalizzati su alcuni rumor di stampa secondo cui ci sarebbe il via libera politico della Lega per la fusione tra Aim Vicenza e AGSM Verona.
La struttura societaria prevederebbe le due societa? al 70% della nuova entita? ed un partner industriale con il 30%.
A2A sembra essere ben posizionata per partecipare all’aggregazione e secondo la SIM milanese il suo coinvolgimento in questa operazione sarebbe positivo perche? vi sarebbero opportunita? di sviluppo nel Waste, e inoltre il gruppo avrebbe la possibilità di allargare la base clienti a circa 600mila unità.



Sono tutti i bullish i giudizi espressi per Enel che oggi è finito sotto la lente di Banca Akros.
Gli analisti hanno rinnovato l'invito ad accumulare il titolo in portafoglio, con un target price alzato da 7,4 a 7,6 euro, complice un aggiornamento delle stime all'indomani della presentazione del nuovo piano industriale da parte del colosso elettrico.

Banca Akros evidenzia che la visibilità dei target di Enel è alta come sempre.

A puntare sul titolo è anche Mediobanca Securities che da una parte ha reiterato il rating "outperform" e dall'altra ha migliorato il fair value da 6,7 a 7,5 euro.
Gli analisti hanno alzato del 5% le stime 2020-2022 dopo il Capital Markets Day di ieri, evidenziando che le nuove previsioni sono circa il 5% inferiori alla nuova guidance.



Buone notizie anche per Hera per il quale Banca Akros proprio ieri ha rinnovato l'invito ad acquistare, con un prezzo obiettivo a 4,1 euro, dopo che il gruppo ha ottenuto un contratto in Emilia Romagna.
Lo stesso rating "buy" è stato ribadito da Banca IMI, con un target price a 4,4 euro.


Tra i titoli da mettere in portafoglio troviamo anche Snam, almeno secondo le indicazioni di Banca IMI che ieri ha ribadito la raccomandazione "buy", con un fair value alzato da 4,9 a 5,1 euro.
La strategia è stata confermata dopo un incontro con la società, in occasione del quale il focus è stato sui migliorati target al 2023, sul ruolo del gas in un nuovo contesto di emissioni a basso impatto e sul piano di investimenti.



A consigliare l'acquisto di Snam è anche Deutsche Bank, con un prezzo obiettivo a 5 euro: gli analisti, pur non vedendo particolari differenze con il precedente, ritengono che il nuovo piano industriale presentato nei giorni scorsi dal gruppo sia di supporto per il titolo.

Positiva anche la view di Kepler Cheuvreux che al pari di Banca IMI e Deutsche Bank suggerisce di acquistare Snam, con un target price a 5 euro.

Con riferimento al nuovo business plan, il broker apprezza i target credibili della società, la sua solida struttura finanziaria e l'interessante rendimento del dividendo.

Tra i titoli a minore capitalizzazione, Equita SIM punta su Erg tanto che oggi ha confermato la raccomandazione "buy", con un fair value a 21,4 euro.


Gli analisti riportano alcuni rumor secondo cui entro la prima settimana di dicembre potrebbe essere individuato il partner per le trattative in esclusiva sugli assets renewables di Renvico.
Tra le offerte ci sono anche quelle di Erg e secondo la SIM milanese l'operazione è potenzialmente rivelante per la società che, se vincente, acquisirebbe circa 230 MW di capacità in Francia.


Infine, da segnalare l'opportunità offerta da Acea che nei giorni scorsi si è visto confermare il rating "accumulate" da Banca Akros, con un prezzo obiettivo ritoccato verso l'alto da 19 a 20 euro, sulla scia dei conti dei primi nove mesi dell'anno, definiti agli analisti in linea con le stime.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.