Mercato Trading e Segnali Operativi... I giorni degli sconti. Ma i cinesi non li fanno | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 28 novembre 2019

I giorni degli sconti. Ma i cinesi non li fanno


I mercati americani estendono ancora il rialzo, andando praticamente a chiudere settimana e mese con l’ennesimo massimo storico di SP500 e Nasdaq100. Oggi gli americani si dedicheranno all’assalto al tacchino e le borse USA saranno chiuse. Domani si svolgerà una mezza seduta con pochi operatori interessati, poiché tutti saranno in coda nei grandi centri commerciali o intenti a smanettare sui siti di commercio elettronico alla ricerca dell’ultimo ritrovato tecnologico da acquistare a saldo nel Black Friday.
La cosa incredibile è la smania di sconti e di acquisti a saldo su tutti i beni reali, mentre sulle azioni si è disposti a pagare prezzi gonfiatissimi rispetto alle valutazioni basate sui fondamentali. 
Il motivo è forse quello che il prodotto reale si compra per tenerlo ed usarlo, mentre su quello finanziario si specula allegramente e senza cautela con la convinzione che tanto si troverà sempre qualche gonzo a cui rivenderlo a prezzo più alto.
I gonzi spariranno improvvisamente quando arriverà l’inversione, ma oggi la tranquilla fiducia nel futuro fa pensare che di gonzi ce ne sono ancora tantissimi.
Così SP500 è arrivato ieri a 3.154 (+0,42%) e il tecnologico Nasdaq100 a 8845 (+0,70%), chiudendo entrambi sui massimi di seduta, a testimonianza dell’assoluta fiducia che nulla nel week-end potrà disturbare i sogni di avido arricchimento degli investitori americani.

L’euforia ha contagiato anche un pochino l’Europa, che pare comunque sempre in difficoltà a mantenere il passo di carica americano.

Eurostoxx50 (+0,20%) continua il suo lento cammino verso il massimo annuale realizzato a 3.733 il 19 novembre e non più riavvicinato.
La nostra Borsa ha risentito un po’ delle liti governative e della gazzarra sul MES (meglio conosciuto come Fondo Salvastati), su cui ieri si sono azzuffati i nostri parlamentari, dando uno spettacolo eclatante di come funzionano le nostre istituzioni a due scolaresche che assistevano al dibattito suon di cazzotti dalle tribune della Camera dei Deputati.

Il Ftse-Mib è stato l’indice peggiore ed ha chiuso in calo (-0,26%).
Oggi i mercati, orfani delle borse USA, dovranno digerire la notizia arrivata nella notte, della ratifica da parte di Trump del famoso “Hong Kong democracy act”, la legge che appoggia le proteste degli oppositori al regime cinese.
La firma era attesa. Non so quanto fosse attesa la reazione cinese, che ha immediatamente convocato l’Ambasciatore americano e minacciato “dure ritorsioni”.
In questo clima davvero si pensa che verrà presto firmato l’accordo per eliminare i dazi?
I mercati forse pensano che il governo cinese sia come i commericanti, che nel Black Friday fanno sconti impossibili in altri momenti. 
Io sono scettico, ma stiamo a vedere come sarà il risveglio dalla festa del tacchino. 
Autore: Pierluigi Gerbino Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.