Mercato Trading e Segnali Operativi... Ftse Mib: rischi al ribasso in aumento. I livelli da non violare | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 novembre 2019

Ftse Mib: rischi al ribasso in aumento. I livelli da non violare

18/11/2019 20:57

La conclusione positiva di venerdì scorso no ha avuto un seguito quest'oggi, con le Borse europee che sono tornate a perdere terreno, pur registrando cali contenuti.
Si è distinto in positivo il Ftse100 con un frazionale rialzo dello 0,07%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono scesi rispettivamente dello 0,16% e dello 0,26%.

Ftse Mib in calo, ma il primo supporto ha retto per ora

Ad avere la peggio è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 23.463 punti, in flessione dello 0,53%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 23.614 e un minimo a 23.350 punti.
Dopo un avvio incerto l'indice delle blue chips ha anche provato a spingersi in avanti, fallendo però nel suo intento e scendendo a mettere sotto pressione l'area dei 23.350, la cui tenuta ha favorito un recupero di circa un centinaio di punti, senza impedire una chiusura con il segno meno.
Il Ftse Mib ha confermato la sua incapacità, almeno per il momento, di attaccare nuovamente i massimi dell'anno aggiornati la scorsa settimana poco oltre i 23.800 punti.
L'incertezza seguita al test di questo livello potrebbe aprire le porte ad una fase di ripiegamento più marcata di quella vista fino ad ora.
Conferme in tal senso giungeranno dalla violazione di area 23.350/23.300, sotto cui il Ftse Mib scenderà con buona probabilità verso i 23.000/22.950 punti, andando a chiudere il gap lasciato aperto lo scorso 4 novembre.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com
Ulteriori segnali di negatività si avranno con l'abbandono della soglia appena indicata, preludio ad un ribasso dell'indice verso i 22.750 punti prima e in seguito in direzione di area 22.500.

Per poter assistere ad una prosecuzione del trend rialzista in atto sarà necessario in primis un ritorno al di sopra di area 23.500.
Oltre questo livello l'indice potrebbe dare vita ad un nuovo test dei massimi in area 23.800, superata la quale ci sarà spazio per un approdo sulla soglia psicologica dei 24.000 punti.
Positivo sarà lo sfondamento di questo ostacolo, oltrepassato il quale il Ftse Mib si dirigerà verso i massimi del 2018 a 24.500/24.550 punti, raggiunti i quali il rialzo in atto dovrebbe incontrare una pausa.

I market movers in America

Per domani sul fronte macro Usa oltre all'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle catene americane, si segnala i nuovi cantieri edili che a settembre dovrebbero salire da 1,256 a 1,3 milioni di unità, mentre le licenze di costruzione sono attese in frazionale calo da 1,387 a 1,385 milioni di unità. 
Da segnalare un discorso di John Williams, presidente della Fed di New York.
Sul versante societario da seguire prima dell'apertura di Wall Street i risultati degli ultimi tre mesi di Home Depot e di Medtronic che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 2,52 e a 1,28 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si guarderà all'Italia dove è atteso il dato relativo agli ordini all'industriale che a settembre dovrebbe calare dell'1,5% dopo il rialzo dell'1,1% precedente, mentre il fatturato industriale di agosto è visto in peggioramento da -0,3% a -0,4%.

Fca sotto la lente a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire domani Fca in vista dei dati sulle vendite di auto in Europa che saranno diffusi da Acea con riferimento al mese di ottobre.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.