Mercato Trading e Segnali Operativi... Enel: il 2020 non sarà facile, ma per i broker è un buy vincente | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 novembre 2019

Enel: il 2020 non sarà facile, ma per i broker è un buy vincente


Nuova seduta in positivo per Enel che, dopo aver guadagnato circa mezzo punto percentuale ieri, da subito ha imboccato la via del rialzo.
Il titolo, dopo aver toccato un top intraday a 6,967 euro, ha ripiegato sulla scia della frenata del Ftse Mib dai massimi, mantenendosi poco al di sopra della parità.
Enel vanta al momento la migliore performance nel settore utility e sale dello 0,17% a 6,91 euro, con oltre 8,7 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 26 milioni di pezzi.
Il titolo continua a muoversi poco al di sotto dei massimi dell'anno aggiornati nei giorni scorsi a 7,006 euro, dopo essere stato penalizzato nelle scorse giornate dalla forta impennata dei rendimenti dei BTP.

Enel: Moody's mette in guardia dalle sfide dei prossimi 12-18 mesi

Ad accendere i riflettori su Enel ci hanno pensato oggi gli analisti di Moody's che hanno diffuso un report dedicato al settore delle utility.
Nello studio gli esperti avvertono che nei prossimi 12-18 mesi il comparto dell'elettricità al dettaglio in Italia dovrà fare i conti con una concorrenza più agguerrita e con una riduzione dei margini.
Questo per effetto dell'attesa liberalizzazione del mercato elettrico al dettaglio nel nostro Paese, prevista per luglio 2020.
Da una parte i nuovi operatori potranno implementare ulteriori servizi, ma dall'altra si potrebbe avere un aumento delle bollette elettriche per i consumatori, nel caso in cui le tariffe regolamentate venissero allentate.
Secondo quanto spiegato da Benjamin Leyre, vice presidente di Moody's, Senior Credit Officer, "la piena liberalizzazione sosterrà i margini di alcune utility che attualmente offrono tariffe regolamentate ai propri clienti, in particolare Enel ed A2A, ma la concorrenza si intensificherà man mano che nuovi operatori, come Iberdrola, tenteranno di conquistare ulteriori quote di mercato.
Da ricordare che i prezzi dell'energia elettrica all'ingrosso in Italia sono previsti nell'intervallo tra 55 e 65 euro per megawattora nel periodo fino al 2022, con un aumento di 5 euro a MWh rispetto alla stima dello scorso anno di 50-60 euro per megawattora.
Questo perchè il prezzo del carbonio sarà più elevato e il suo incremento andrà più che a compensare la riduzione del prezzo del gas.

Dall'analisi di Moody's emerge quindi che il 2020 non sarà certo in discesa per Enel, che dovrà fare i conti con diverse sfide.
Un'indicazione che non deve allarmare più di tanto gli investitori, visto che dalle banche d'affari continuano ad arrivare indicazioni molto bullish per Enel, visto come un titolo da tenere assolutamente in portafoglio.

Enel: Mortan Stanley e JP Morgan restano bullish e alzano target price

Proprio quest'oggi Morgan Stanley ha ribadito la raccomandazione "overweight" sulle azioni del colosso elettrico, con un prezzo obiettivo alzato da 6,2 a 7,5 euro.
La banca americana fa notare che malgrado la forte performance di Enel e il momentum dell'eps positivo da inizio anno, il titolo scambia ancora a sconto di circa il 9% rispetto al settore di riferimento.
Gli analisti di Morgan Stanley guardano con molto interesse all'appuntamento della prossima settimana e precisamente dl 26 novembre, quando la società sarà impegnata nel Capital Markets Day.
Per gli esperti questo sarà un catalizzatore chiave per Enel che andrà a definire la strategia per i prossimi tre ani e la visione di più lungo termine.
A scommettere sul titolo è anche JP Morgan che al pari di Morgan Stanley ha ribadito il rating "overweight", con un target price migliorato da 7 a 7,6 euro.

Enel: anche Kepler Cheuvreux e Goldman Sachs dicono buy

Alla schiera degli ottimisti si aggiunge anche Kepler Cheuvreux che dopo i conti trimestrali ha ribadito la raccomandazione "buy" con un fair value migliorato da 7,1 a 7,5 euro.
Anche questo broker guarda con interesse alla presentazione del piano industriale di Enel in agenda la prossima settimana, aspettandosi che lo stesso sia focalizzato sulla sostenibilità e sulla crescita nelle rinnovabili.
Indicazioni bullish anche da Goldman Sachs che invita ad acquistare il titolo, pur avendo rivisto il prezzo obiettivo da 8,65 a 8,1 euro, al momento comunque il più alto tra quelli indicati dai vari broker.
La banca Usa ha rivisto la valutazione dopo la trimestrale di Enel, per tenere conto dei maggiori ammortamenti e dell'incremento del debito.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.