Mercato Trading e Segnali Operativi... BTP: brutto sell-off, vola lo spread. Tanti i motivi dello shock | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
.

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 15 novembre 2019

BTP: brutto sell-off, vola lo spread. Tanti i motivi dello shock


Un'altra seduta molto pesante per il mercato obbligazionario italiano che dopo i segnali negativi di ieri ha mostrato un tentativo di stabilizzazione per buona parte della seduta, salvo poi accusare uno shock improvviso nell'ultima ora di contrattazioni.

Spread BTP-Bund: impennata sui massimi di fine agosto

Lo spread BTP-Bund dopo essere salito ieri di quasi il 4,5%, ha mostrato un rialzo abbastanza contenuto per buona parte della giornata, per poi impennarsi nel finale e terminare gli scambi sui massimi intraday a 177,8 punti base, con un rally del 9,69%.
Il differenziale tra il decennale italiano e quello tedesco si è riportato così ad un passo dalla soglia dei 180 punti base, su livelli lascia alla spalle alla fine di agosto, prima della nascita del Governo Conte-Bis.

BTP: sell a pioggia.

Rendimento a 10 anni in forte rally

L'impennata registrata nel finale dallo spread ha visto un movimento analogo sui BTP, colpiti da una pioggia di vendite un'ora prima del close.
Il rendimento del decennale si è fermato sui massimi di giornata all'1,434%, con un corposo rialzo dell'8,31%.
Il movimento odierno dei BTP è avvenuto in netta controtendenza rispetto agli altri bond dell'area euro che hanno visto invece rendimenti in calo, a partire dal Bund, alla luce di uno scenario risk-off che ha preso piede nelle ultime ore.

BTP e Spread: i motivi alla base dello shock odierno

Le incertezze legate alla disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina hanno indotto gli investitori ad una maggiore cautela e questo ha favorito i titoli più sicuri come quelli tedeschi, penalizzando invece i bond più rischio quali i BTP.
Come argomentato nelle sale operative, all'origine dello choc che ha colpito l'obbligazionario italiano nel finale ci sono diversi motivazioni.


Oltre a quella già indicata di una minore propensione al rischio da parte degli investitori, si segnala la presenza di una liquidità non particolarmente consistente che ha contribuito in qualche modo ad esasperare il movimento dello spread e dei BTP in un mercato che già da diverse sedute mostra una fragilità di fondo.

BTP e Spread: scema la fiducia nel Governo Conte-bis

Ad appesantire ulteriormente il sentiment è stata poi la crescente incertezza sul fronte politico, con il mercato che appare sempre più insofferente e meno fiducioso verso l'attuale Esecutivo.

Ad alimentare le perplessità degli investitori sono le continue tensioni in seno alla maggioranza e l'incapacità di quest'ultima di affrontare in maniera decisa alcune questioni chiave.
Il riferimento è da una parte alla legge di Bilancio e dall'altra al caso Ilva, tanto che secondo alcuni addetti ai lavori, proprio la notizia dell'ultima ora relativa allo spegnimenti degli impianti a gennaio, ha contribuito ad esacerbare le tensioni di un mercato che già da diversi giorni mostra i nervi scorticati.

BTP: non aiutano le stime di Moody's sull'Italia

Ad aggravare ulteriormente la situazione contribuisce anche un quadro fondamentale dell'Italia poco incoraggiante.


Proprio quest'oggi, nel Global Macro Outlook 2020-2021, l'agenzia Moody's ha evidenziato che il nostro Paese registra un'economia stagnante dal secondo trimestre 2018.
Secondo gli analisti "la crescita rimarrà bassa e significativamente più debole rispetto alla maggior parte degli altri Paesi dell'area dell'euro,  con un magro +0,2% quest'anno, seguito da un tiepido +0,5% nel 2020 e da un +0,7% nel 2021".

BTP e Spread: Unicredit non è sorpresa dalla recenti pressioni

Un mix di fattori dunque contribuisce a mantenere sotto pressione tanto lo spread quanto i BTP.


Secondo gli strategist di Unicredit l'andamento pesante delle ultime sedute non deve sorprendere, visto l'umore generale di avversione al rischio sui mercati.
Gli analisti spiegano che a ciò si sono aggiunte le tensioni all'interno del Governo che stanno calamitando l'attenzione del mercato.
In questo contesto, conclude Unicredit, dopo l'ottima performance da inizio anno, gli investitori colgono l'occasione per dare spazio a delle prese di profitto. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.