Mercato Trading e Segnali Operativi... Bond oggi: fra i General Electric ci sono occasioni? Sì e no | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 28 novembre 2019

Bond oggi: fra i General Electric ci sono occasioni? Sì e no


E’ stato uno dei casi più allarmanti del 2019. La crisi di General Electric aveva fatto credere che un nuovo 2009 fosse alle porte, questa volta determinato da una “corporate” di primo piano, una specie di icona dell’economia Usa. Effetto pesante per l’azione scesa a 7 $ (in realtà a dicembre dello scorso anno), considerati allora non come un minimo assoluto ma come uno “step” verso addirittura i 4-5 $ paventati da molti analisti.
Poi, dopo una fase altalenante sui 10 $, a ottobre 2019 è iniziato un rimbalzo che ha riportato GE verso i 12 $. In effetti i numeri della terza trimestrale dell’anno sono migliorati, mentre alcuni settori di un gruppo dalle tante attività hanno registrato netti progressi degli ordini e quindi dei fatturati, proprio quando è stato avviato un piano di tagli per 20 miliardi di dollari.

Obbligazioni fuori dalla crisi

Il comparto bond, il cui rating era approdato a ottobre 2018 da A a BBB+ per S&P, aveva già anticipato la reazione, con una veloce V realizzatasi fra settembre 2018 e febbraio 2019, occasione che non tutti hanno saputo cogliere a causa delle notizie preoccupanti fatte circolare da molti media.

Un caso per tutti: il 3,375% scadenza 11mz24 in Usd (Isin US369604BG75) era crollato a 87,3 $, mentre ieri ha chiuso sui 103,8. Crisi quindi alle spalle? Apparentemente sì, sebbene qualche occasione sul secondario ci sia ancora.

Opportunità un po’ di nicchia

Ecco allora alcuni titoli interessanti presenti su Tlx.
Il primo è certamente l’8,35% 03st22 in peso messicani (Isin XS0319509294 – lotto minimo 100.000 Mxn = 4.600 Eur), che si acquista sui 101/101,5 e punte oltre 102, dallo spread sui 120/130 pb e dal rendimento di circa il 7,5%. E’ pur vero che un Bei 7,625% un po’ più corto (gennaio 2022 – Isin XS1747661772) prezza sui 101,2, con il vantaggio dell’aliquota fiscale agevolata al 12,5% mentre il GE si colloca al 26%.

Ci sono però due differenze e stanno nella volatilità media e in un trend grafico con maggiori margini di crescita – almeno in base allo storico – per il General Electric. Di qui un confronto molto tirato, che vede il mercato muoversi sull’uno o sull’altro titolo in Mxn in base alle variabili appena esposte.

Trascurati i lunghi in dollari, tornati a quotazioni molto alte (il 6,875% 10ge39 prezza per esempio sui 135 $), si possono invece valutare i corti, quale il 5,3% Sub 11fb21 (Isin US369622SM84 – lotto 1.000), che è sì un senior subordinato ma quota sui 103/103,5 $, consentendo facili entrate e uscite grazie a un taglio iper popolare. 
Infine una situazione un po’ particolare riguarda i tassi variabili lunghi in dollari, che in alcuni casi si caratterizzano per quotazioni nettamente sotto la pari.

E’ il caso del General Electric -Tv 13mg24 (Isin US36962GL367 – lotto 1.000 $), che si tratta sui 95, e del General Electric -Tv 05mg26 (Isin US36962GW752 – lotto 1.000), sceso addirittura sui 93,6. Certamente in una fase di politiche monetarie espansive i tv possono sembrare totalmente inadeguati ma la penalizzazione sui prezzi si è già fatta sentire e non poco.
Proseguirà nei prossimi mesi? E’ possibile, lasciando così spazio a piani di acquisto molto frazionati che su scadenze lunghe - appunto 2024 e 2026 - potrebbero riservare successive ottime performance. Non sempre il fattore cedola deve avere il sopravvento nella gestione dei bond.

Talvolta bisogna guardare più in là, come l’esperienza degli ultimi anni ha ampiamente dimostrato. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.