Mercato Trading e Segnali Operativi... Bond oggi: alla ricerca di alti rendimenti in $ | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
.

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 novembre 2019

Bond oggi: alla ricerca di alti rendimenti in $


Jerome Powell, Presidente della Fed, parla di crescita sostenuta degli Usa e in effetti le previsioni sono positive anche per l’inflazione, che potrebbe tornare sopra il 2% nel corso del 2020. Resta quindi l’area del dollaro quella cui guardare ancora con regolarità per chi cerca rendimenti che il contesto euro non è capace di garantire.
Per questo motivo oggi analizziamo tre storie di emissioni nel biglietto verde e soprattutto di quelle con yield più elevati. 

Cosa c’è dietro la volatilità di Hp

Un 6% a scadenza molto lunga (2041 – Isin US428236BR31 – taglio 2.000 $) ha destato elevato interesse negli ultimi giorni sia a Borsa Italiana sia su Tlx.

E’ della società statunitense Hp, nota produttrice di computer e stampanti, frutto della scissione di Hewlett-Packard nel 2015. Il movimento deriva dall’offerta di acquisizione della stessa Hp da parte della rivale Xerox. L’operazione è stata giudicata negativamente dai detentori di obbligazioni, timorosi che il debito complessivo della neonata corporate – che dovrebbe tuttavia mantenere la valutazione “investment grade” – possa salire fortemente.

Di qui la volatilità del titolo Hp 6%, sceso in pochi giorni da 115 a 105 $ per poi risalire ai quasi 110 di ieri. Con uno spread di circa 100 pb, il rendimento si aggira poco sopra il 5%. E’ probabile che la variabilità dei corsi prosegua anche nelle prossime sessioni, fintanto che il quadro del “merger” non si chiarirà. 

Per gli Argentina il 2021 batte gli altri ma…

Di nuovo deboli i governativi argentini, con la maggioranza dei titoli che quotano sotto 40 sia in dollari sia in euro.

Sul primo fronte il maggiore rendimento viene garantito dalle scadenze corte (2021 – 2023) ma – considerando i loro tagli spesso elevati – l’emissione più interessante, nel caso si voglia puntare su posizionamenti altamente speculativi, consiste nella 5,625% 26ge22 (Isin US040114HK99 – lotto 1.000 $), trattata a cavallo dei 40.
Con uno spread sui 70-100 pb ma scambi piuttosto contenuti, assicura un Ytm teorico a scadenza del 63%. Perché teorico? Le probabilità che si attui una ristrutturazione del debito argentino sono aumentate di molto nelle ultime settimane e in un simile contesto i titoli di Stato emessi dopo il 2016 – com'è il caso appunto del 2022 – risultano nettamente sfavoriti nell’ipotesi di un riordino del debito, per la presenza di clausole meno protettive.

Di qui inevitabile la quotazione inferiore, mentre reggono meglio i 2033 Sink, frutto della precedente ristrutturazione, nel cui ambito è preferibile – in base ai numeri – l’8,28% 31dc33 (Isin XS0501194756 – lotto 1.000 $), che con data godimento 31/12/2009 dovrebbe risultare favorito in presenza di un parziale default, sempre che la nuova amministrazione, pronta a governare il Paese, intenda mantenere le regole in vigore, ipotesi comunque poco certa.

Freeport torna a 100

Freeport-McMoRan Inc, spesso denominata solo Freeport, è uno dei più grandi produttori di rame e oro al mondo.

Da fine settembre è quotato su Tlx un suo bond, ancora poco conosciuto, come dimostra un “book” limitato solo ai primi livelli. Si tratta del 5,40% call 14nv34 (Isin US35671DBJ37 – lotto 2.000 $), il quale dai minimi a 95 è risalito ieri a 100. Correlazione positiva con l’andamento dell’oro, che a fine giornata ha messo a segno un rimbalzo? In parte sì, sebbene alcuni problemi di ristrutturazione di una miniera in Indonesia abbiano penalizzato non poco in precedenza l’andamento della società, di cui si teme un aumento dei costi operativi almeno in quell’area del mondo, così come un effetto è venuto dalle tensioni commerciali riferite ai dazi, tali da incidere negativamente sulle quotazioni del rame.

Il bond Freeport si conferma quindi molto sensibile a varie notizie ed evidenzia una volatilità elevata sul 13%. Da segnalare che scese fino a 40 $ nel gennaio 2016 per poi progressivamente tornare sui 100. Inutile sottolineare che il rendimento si aggira ora sul 5,4%. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.