Mercato Trading e Segnali Operativi... Asia-Pacific in negativo. Nikkei 225 in declino dello 0,62% | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 20 novembre 2019

Asia-Pacific in negativo. Nikkei 225 in declino dello 0,62%


Dopo una seduta contrastata per Wall Street (dei tre principali indici newyorkesi il solo Nasdaq ha chiuso in positivo martedì, apprezzandosi dello 0,24%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza negativa si è consolidata. In assenza di notizie ufficiali sui negoziati commerciali tra Cina e Usa, il mercato guarda soprattutto al petrolio (i cui prezzi sono crollati di oltre il 3% martedì), dopo che l'American Petroleum Institute ha riportato che le scorte di greggio in Usa sarebbero cresciute di quasi 6 milioni di barili nella settimana chiusa il 15 novembre mentre la Russia non dovrebbe tagliare la sua produzione.

A contribuire al clima negativo anche il deludente dato sulla bilancia commerciale di Tokyo. Il risultato è stata una perdita intorno allo 0,70% per l'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso.
Sul fronte valutario il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa americana nei confronti delle altre dieci principali monete, è in crescita di circa lo 0,10% a fronte di uno yen sostanzialmente invariato sul biglietto verde.
A Tokyo il Nikkei 225 perde lo 0,62% (fa meglio l'indice più ampio Topix, deprezzatosi comunque dello 0,33%). Sul fronte macroeconomico, in ottobre le esportazioni dal Giappone hanno segnato un crollo del 9,2% annuo, in peggioramento rispetto al precedente declino del 5,2% e nell'undicesimo mese consecutivo di arretramento.

Si tratta oltre tutto della contrazione più netta da quella del 10,3% dell'ottobre 2016. Le importazioni sono invece crollate del 14,8% annuo, contro il calo dell'1,5% di settembre.

Come previsto la People's Bank of China ha tagliato il loan prime rate annuale dal 4,20% al 4,15% (ridotto anche dal 4,85% al 4,80% il tasso sui prestiti a cinque anni).
Fitch Ratings ha invece confermato il rating A+ della Cina, con outlook stabile, notando come sia sostenuto dalle "solide" finanze esterne e performance macroeconomiche di Pechino. In chiusura Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 perdono comunque lo 0,78% e lo 0,99% rispettivamente, contro il declino dello 0,82% dello Shenzhen Composite.

In arretramento anche Hong Kong: a meno di un'ora dal termine degli scambi l'Hang Seng è infatti in calo di circa lo 0,60% (e l'andamento è sostanzialmente uguale per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China). A Seoul il Kospi ha segnato invece una contrazione dell'1,30% mentre a Sydney è stato dell'1,37% il ribasso registrato dall'S&P/ASX 200.
(RR - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.