Mercato Trading e Segnali Operativi... Sotto la lente dell'analisi tecnica | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 30 ottobre 2019

Sotto la lente dell'analisi tecnica


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Bialetti Industrie
Bialetti Industrie (+2,63%) ha inviato un duplice segnale di forza completando, con il superamento di 0,275 euro, il doppio minimo formatosi da area 0,235 e riportandosi al di sopra di un ex supporto a 0,28 euro.

Atteso ora un allungo verso obiettivi a 0,315/0,32, per il test della linea che scende dai massimi dell'anno. Indicazioni negative invece sotto 0,258.

-Target: 0,32 euro
-Negazione: 0,258 euro
-RSI (14): neutrale
*Elica *
Elica (+4,68%) rimbalza sfruttando il supporto dinamico offerto a 2,23 dalla media mobile esponenziale a 50 sedute.
La rottura della trend line che scende dai top di ottobre 2017 a 2,40 circa potrebbe favorire il test del picco annuale toccato a maggio a 2,535 euro. Al contrario, discese sotto 2,23 comporterebbero un affondo sulla linea che sale dai minimi di fine 2018 a 2,13 circa.
-Target: 2,535 euro
-Negazione: 2,23 euro
-RSI (14): neutrale
Azimut
Azimut Holding (+0,19%) è in attesa di nuovi spunti dopo il superamento del massimo di aprile a 18,16 euro.

Il movimento ascendente in essere da fine 2018 potrebbe dunque ripartire in direzione dei top di inizio 2018 a 19,40/19,50 euro, con target successivo a 22,50 circa (massimo di aprile 2016). Nella direzione opposta, discese sotto area 17,50/17,60, trend line discendente tracciata dai massimi di aprile e punto di passaggio della media mobile a 20 sedute, anticiperebbero il ritorno sui recenti minimi di ottobre a 16,20 circa.

-Target: 19,40 euro
-Negazione: 17,60 euro
-RSI (14): ipercomprato
*A2a
*
A2A (+3,86%) accelera al rialzo dopo la rottura a 1,70 circa dei massimi di fine aprile/inizio maggio, toccando a 1,725 euro il livello più alto da ottobre 2008.

La permanenza sopra la media mobile a 20 sedute, ora passante da 1,68 circa, permetterebbe di estendere la tendenza rialzista verso target a 1,80 circa (lato superiore del canale disegnato dai minimi di fine maggio), poi a 2 euro, per il test del lato alto del canale che sale dai bottom del 2012.
Rischio di indebolimento, invece, sotto 1,68 e alla violazione delle ex resistenze a 1,65 circa.
-Target: 1,80 euro
-Negazione: 1,65 euro
-RSI (14): neutrale
Campari
Campari riduce i guadagni (+1,22%) dopo il test a 8,48 del picco di inizio mese. Oltre questo limite la reazione da 7,85 euro potrebbe estendersi fino a 8,90 euro, linea che scende dai top di maggio.

Sopra quei livelli segnali di forza per 9,305 (top di maggio). Discese sotto 7,80 farebbero invece temere un affondo verso 7,50, linea che sale dai minimi di fine 2016.
-Target: 8,90 euro
-Negazione: 7,80 euro
-RSI (14): neutrale
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.