Mercato Trading e Segnali Operativi... Moody's duro con telco europee. Anche debito Telecom nel radar | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 29 ottobre 2019

Moody's duro con telco europee. Anche debito Telecom nel radar


Un duro report di Moody's Investor Service mette di nuovo nel mirino il settore europeo delle telecomunicazioni. L'agenzia di rating ha confermato oggi di avere un outlook negativo sulle compagnie telco dell'area EMEA (Europa e Medio Oriente), esprimendo forte inquietudine per una serie di criticità che ritiene peseranno sul comparto nell'arco dei prossimi dodici-diciotto mesi, come scarse prospettive di crescita, elevati livelli di concorrenza,  rallentamento economico della regione e ostacoli regolatori.

Telecom europee: scarsa crescita e outlook negativo

"Ci sono poche possibilità di vedere la crescita materializzarsi nel 2020, nella misura in cui i possibili catalizzatori, una regolamentazione più favorevole o il contributo del 5G ai ricavi, sono per il momento entrambi assenti", sottolinea in un comunicato Carlos Winzer, vicepresidente senior di Moody's.

E questo mentre l'agenzia sottolinea come resteranno nei prossimi mesi elevati i livelli degli investimenti necessari per le nuove infrastrutture tanto nel fisso (fibra ottica) quanto nel mobile, con l'arrivo del 5G.

Telecomunicazioni: l'impatto del 5G sui ricavi non sarà immediato

Su quest'ultimo fronte, in particolare Mooody's spiega peraltro che l'adozione della nuova tecnologia mobile, per quanto già in marcia, sarà un processo "evolutivo" che non manifesterà appieno il suo "potenziale" per diversi anni.

Di conseguenza, Moody's ritiene "improbabile che il 5G possa spingere la crescita dei ricavi nei prossimi 12-18 mesi" e si aspetta che il suo contributo non sarà significativo almeno fino al 2022.

Settore Telecom: concorrenza e regolazione frenano la crescita 

Altri elementi in grado di frenare la crescita del settore sono inoltre secondo l'agenzia, oltre al rallentamento economico nell'area, la forte concorrenza tariffaria tra gli operatori, che impedisce qualsiasi risalita dei prezzi, e gli ostacoli frapposti dai regolatori europei rispetto a potenziali ipotesi di M&A.

Relativamente a questo aspetto, Moody's ritiene che la recente nomina di Margrethe Vestager per un nuovo mandato di Commissario alla Concorrenza lascia prevedere il mantenimento dell'attuale linea di Bruxelles in tema di fusioni e acquisizioni, con limitazioni ad eventuali movimenti di consolidamento e possibili restrizioni relativamente ad accordi di condivisione delle reti. 

Telecomunicazioni: preoccupano gli elevati livelli di debito

Su questo sfondo, sottolinea il report, "i limitati flussi di cassa per ridurre l'indebitamento e l'elevata leva finanziaria tra le prime dieci compagnie telco in termini di ricavi suggeriscono una flessibilità limitata per affrontare un possibile cambio di ciclo".

E in questa prospettiva vengono citate tra le aziende che affronteranno la necessità dei nuovi investimenti richiesti, nonostante tale "flessibilità finanziaria limitata", Telefonica, Vodafone, Telecom Italia e Deutsche Telekom.

Telco: le incognite su Huawei

Infine, vengono rimarcate nel report le incertezze relative all'utilizzo delle infrastrutture del colosso cinese Huawei, incertezze che contribuiscono a rendere poco incoraggiante l'outlook anche se "la maggior parte dei Paesi europei non hanno adottato misure che coinvolgono gli operatori". Nel far notare che l'esclusione del fabbricante cinese implicherebbe un aumento dei costi per le imprese del settore e un rallentamento nell'adozione della nuova tecnologia 5G, Moodys' sottolinea che la scarsa visibilità sui rapporti commerciali tra USA e Cina, come anche il dibattito in sede europea sull'utilizzo di apparecchiature non europee per il 5G, "potrebbero impattare sulle decisioni commerciali degli operatori". 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.