Mercato Trading e Segnali Operativi... Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 4 ottobre 2019

Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti


La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat.

Borse Mondiali

Usa
Mastercard ha chiuso in terreno positive (+1,44%) mentre American Express ha registrato un calo dello 0,27%.
Coca-Cola ha guadagnato l’1,43%. In lettera Johnson & Johnson (-0,61%).
Italia
Ha registrato una flessione il settore petrolifero con Eni (-1,09%) e Saipem (-0,35%).
Seduta contrastata per il settore delle utilities con Italgas (+2,06%), Snam (+1,02%), Terna (+0,53%), A2A (-0,21%) ed Enel (-0,45%).
Telecom Italia ha registrato un aumento dello 0,53% ed il titolo ha chiuso ad euro 0,4968.
Chiudono in terreno positivo Moncler (+1,65%) e Ferragamo (+0,37%).

In controtendenza Tod’s (-1,96%).
Seduta contrastata anche per il settore bancario con Banco Bpm (+2,56%), Mediobanca (+1,22%), Ubi Banca (+0,47%), Intesa Sanpaolo (-0,14%) ed UniCredit (-0,57%). Poco mossa Banca Generali (-0,07%). Invariata Banca Mediolanum (+0,00%).
Assicurazioni Generali hanno guadagnato lo 0,54% ed il titolo si è portato ad euro 17,54.
Negativo il settore industriale con Brembo (-1,40%), Fincantieri (-1,36%), Buzzi Unicem (-1,03%) e Leonardo (-0,43%).
Ha chiuso in terreno negativo FCA (-1,36%) mentre hanno registrato un dato positivo Ferrari (+0,79%) e CNH Industrial (+0,25%).

Exor è rimasta invariata (+0,00%).
Poste Italiane sono salite dello 0,22%. Pirelli ha perso lo 0,50%.
Gran Bretagna
Bat ha registrato una flessione del 3,73%. In lettera Tesco (-1,54%). Diageo ha registrato un incremento dell’1,88%. Negativa Vodafone (-0,31%).
Germania
La borsa tedesca è rimasta chiusa per festività.
Francia
Carrefour Ha chiuso in terreno negativo (-2,39%).

In lettera Bnp Paribas (-0,91%). Capgemi ha guadagnato lo 0,72%. Poco mossa Axa (-0,09%).

Economia

Eurozona/1: l’indice dei direttori degli acquisti composito, nella lettura finale di settembre, si è attestato a 50,1 punti rispetto alle attese (+50,4 punti) che lasciavano invariato il dato precedente.
Eurozona/2: l’indice dei direttori degli acquisti dei servizi, nella lettura finale di settembre, è risultato pari a 51.6 punti rispetto alle attese (+52,0 punti) che mantenevano inalterato il dato precedente.
Eurozona/3: l’indice dei prezzi alla produzione di agosto, su base mensile, è sceso (-0,50%) più delle aspettative (-0,35%); il dato precedente era positivo (+0,10%).

Su base annua, l’indice dei prezzi alla produzione ha registrato una variazione negativa dello 0,80%, superando le attese (-0,30%). Precedentemente, l’indice era risultato positivo (+0,10%).
Eurozona/4: Le vendite al dettaglio di agosto, su base mensile, hanno registrato un aumento (+0,30%) inferiore alle aspettative (+0,40%) ma superiore al dato precedente (-0,50%).
Su base annua, le vendite al dettaglio sono salite (+2,1%) più delle aspettative degli economisti (+2,0%), ma in misura inferiore al dato precedente (+2,2%).

Usa/1: Le richieste per sussidi di disoccupazione, nella settimana del 28 settembre, si sono attestate a 219,0 mila unità, rispetto alle attese (+215,0 mila unità) che lasciavano invariato il dato precedente.
Usa/2: Gli ordinativi di beni durevoli ex-trasporti, nella lettura finale di agosto (m/m), hanno registrato una variazione positiva (+0,45%) ma inferiore alle attese di mercato (+0,50%) che non mutavano il dato precedente.
Usa/3: Gli ordinativi di beni durevoli, nella lettura finale di agosto (m/m), hanno mostrato un aumento dello 0,16%.

Le aspettative degli economisti mantenevano inalterato il dato precedente (+0,20%).
Usa/4: Gli ordinativi all’industria di agosto, su base mensile, sono scese (-0,10%) in misura inferiore alle attese (-0,50%). La variazione registrata in precedenza era positiva (+1,4%).
Usa/5: L’indice ISM dell’attività non manifatturiera, in settembre, si è attestato a 52,6 punti rispetto ai precedenti 56,4 punti.
Il mercato era in attesa di un dato pari a 55,1 punti.

Le Small Cap sotto “coverage” Finnat

Casta Diva: il CdA ha deliberato l’aumento, in via inscindibile e a pagamento, del capitale sociale per un importo massimo di 3.178.969 euro, comprensivi di sovraprezzo, mediante l’emissione di massimo 6.357.938 azioni ordinarie, offerte in opzione agli azionisti della società.

Il prezzo di offerta di tutte le nuove azioni è pari ad euro 0,50.
Sciuker Frames: Pontina Infissi, società partner di Sciuker Frames da circa 10 anni, ha inaugurato un nuovo punto vendita a Latina. All’interno del nuovo spazio espositivo (450 mq), il partner ha dedicato 150 mq alle collezioni di finestre a marchio Sciuker Frames.

Altre società

Wind Tre: ha annunciato l'estensione della partnership strategica con Open Fiber, per la diffusione dei servizi a banda ultralarga FTTH, al fine di raggiungere ulteriori 7.000 Comuni, oltre quelli già coperti.

In particolare, le nuove località incluse nella partnership riguardano le cosiddette “Aree Bianche”, caratterizzate da un forte digital divide e dalla copertura a banda larga scarsa o assente.
Eni: ha acquisito, da NT Solar Investments, due progetti per la realizzazione di centrali fotovoltaiche a Batchelor e Manton Dam, nel Territorio del Nord australiano.
Il progetto comprenderà l’installazione di pannelli fotovoltaici a terra (12,5 MWp ciascuno) e sarà completato entro il terzo trimestre del 2020. Inoltre, grazie all’installazione di tecnologie innovative per le previsioni metereologiche, l’impianto sarà in grado di anticipare le variazioni di irraggiamento solare, minimizzando così l’impatto sulla rete.
Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.