Mercato Trading e Segnali Operativi... Ftse Mib: spunti di trading. Bper e Mediobanca sotto la lente | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 9 ottobre 2019

Ftse Mib: spunti di trading. Bper e Mediobanca sotto la lente


L'analisi del Ftse Mib

Il semaforo è scattato nuovamente sul rosso a Piazza Affari che dopo tre sedute consecutive in rialzo ha assistito ieri ad un ritorno delle vendite.
Il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 21.405 punti, in ribasso dell'1,14%, dopo aver toccato un minimo intraday a 21.337 punti.
L'indice non è riuscito a dare un seguito al recupero partito dai minimi della scorsa settimana, riportandosi al di sotto di quota 21.500 che, ricordiamo, funge da un po' da spartiacque tra una ripresa della tendenza rialzista e una prosecuzione delle vendite nel breve.
La conferma del Ftse Mib al di sotto dei 21.500 punti porterà con buona probabilità ad un test di area 21.350, violata la quale la discesa proseguirà verso i minimi di mercoledì scorso a ridosso dei 21.100 punti.
Negativo sarà un abbandono di quota 21.100/21.000 punti, evento che aprirà le porte ad un ribasso più profondo del Ftse Mib verso area 20.500, previo sfondamento del supporto intermedio in area 20.800.
Un primo timido segnale di ripresa si avrà con un ritorno delle quotazioni al di sopra dei 21.500 punti, ma bisognerà attendere una riconquista di area 21.700/21.800 per pensare ad un primo allentamento delle tensioni ribassiste.
Oltre il livello appena segnalato il Ftse Mib punterà alla chiusura del gap lasciato aperto la scorsa ottava poco sopra i 21.900 punti, con successivo approdo in area 22.000.
Solo con la rottura rialzista di questo ostacolo l'indice potrà mostrare ulteriore forza e puntare prima ai 22.250 punti e in seguito ai massimi dell'anno in area 22.350.

Bper Banca: credibile un nuovo attacco ai recenti massimi

Dopo il rimbalzo lunedì, Bper Banca ieri ha ceduto leggermente terreno, scendendo dello 0,31% a 3,488 euro.


Il titolo al pari di altri bancari è stato frenato dal rialzo dello spread BTP-Bund, salito ad un passo dai 154 punti base ieri, con un progresso di quasi l'1,5%.
Bper Banca ha mostrato comunque più forza dell'indice Ftse Mib, avvicinandosi nuovamente ieri al minimo del 25 settembre a 3,41 euro, per poi recuperare verso quota 3,5 euro.
Il titolo ieri è finito sotto la lente di Mediobanca che ha confermando la raccomandazione "neutral", ritoccando leggermente al ribasso il prezzo obiettivo da 4,4 a 4,3 euro.
Gli analisti ritengono che la valutazione di Bper Banca sia bassa, ma restano cauti per via dell'incertezza sulla tempistica e i termini del futuro de-risking.
Dal punto di vista tecnico il titolo, dal minimo del 20 agosto a 2,987 euro ha avviato un forte recupero che nella seduta del 20 settembre ha portato a lambire l'area dei 3,7 euro.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com
Da questo livello si è avuto un ripiegamento che al momento è stato contenuto dalla soglia dei 3,4 euro.


La tenuta di questo supporto potrà favorire nuovi spunti rialzisti per Bper Banca che con un ritorno al di sopra dei 3,5 euro andrà ad attaccare nuovamente prima i 3,6 euro e in seguito area 3,7 euro.

Positivo sarà il superamento di questo ostacolo che aprirà le porte ad un test dei massimi dl luglio a 3,95 euro, con eventuali estensioni fino alla soglia psicologica dei 4 euro.
Segnali di negatività si avranno con discese di Bper Banca sotto i 3,4 euro, preludio ad un ribasso vero i 3,2/3,15 euro prima e in seguito in direzione dei 3,05/3 euro, con possibili approdi sui minimi di agosto a 2,987 euro.

Mediobanca pronto a ripartire da un supporto?

Anche Mediobanca ieri non ha evitato il segno meno, cedendo lo 0,59% a 9,746 euro, mostrando al pari di Bper Banca una forza relativa superiore a quella del Ftse Mib.
Il titolo è stato sostenuto di recente dalla mossa di Leonardo Del Vecchio che tramite la sua Delfin ha rilevato il 6,94% del capitale dell'istituto di Piazzetta Cuccia, diventandone il secondo azionista.
Secondo alcuni rumor lo shopping sarebbe proseguito fin poco sotto la soglia del 10%, ostacolo non facile da superare visto che per poter salire oltre bisognerà richiedere l'autorizzazione della BCE.
Le reali intenzioni di Del Vecchio potrebbero essere svelta in occasione dell'assemblea di Mediobanca in agenda il prossimo 28 ottobre per l'approvazione del bilancio 2018-2019.
Per ora il presidente esecutivo di EssilorLuxottica non ha richiesto l'integrazione dei punti all'ordine del giorno della riunione assembleare di fine mese, rimanendo quindi in posizione di attesa.
Come evidenziato dagli analisti di Equita SIM, la mossa di Del Vecchio contribuisce ad aumentare l'appeal speculativo di Mediobanca.
Non a caso il titolo nei giorni scorsi si è reso protagonista di alcuni spunti positivi che lo hanno portato a segnare nella sessione dell'1 ottobre un nuovo massimo dell'anno a 10,24 euro.
Da questo livello è partito un ritracciamento che sembra aver trovato per ora un valido supporto in area 9,7 euro, testata in più di un'occasione nelle ultime giornate senza violata al ribasso.
Con la tenuta dei 9,7 euro Mediobanca potrà avviare una ripresa del trend rialzista in atto, con primo target i 9 euro e obiettivo successivo a quota 10 euro.
Oltre tale livello il titolo andrà a testare i massimi dell'anno a 10,24 euro, superati i quali allungherà il passo verso i top del 2018 toccati verso la fine di april a 10,45/10,5 euro.
Segnali di incertezza con ritorni di Mediobanca sotto quota 9,7/9,65 euro, con un approdo sull'importante supporto dei 9,5 euro.
Se anche questo livello non dovesse frenare la spinta ribassista, allora saranno da mettere in conto ripiegamenti più profondi verso i 9,2 euro prima e i 9 euro in seguito. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.