Mercato Trading e Segnali Operativi... Forfettari Flat Tax Partite IVA: obbligo e-fattura sopra €30000? | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 8 ottobre 2019

Forfettari Flat Tax Partite IVA: obbligo e-fattura sopra €30000?


Regime forfettario moltiplicato per le Partite Iva, con esclusione dall'obbligo di fatturazione elettronica solo per i contribuenti che non superano lo scaglione dei 30 mila euro, ma anche qualche spiraglio per l'ipotesi del mantenimento di una flat tax rivisitata anche per chi fattura ricavi e compensi tra i 65 mila e i 100 mila euro.

Forfettari, flat tax partite Iva: fatturazione elettronica sopra 30 mila 

Sono questi, secondo quanto riferisce il quotidiano Italia Oggi, i principali punti del possibile giro di vite sulle agevolazioni fiscali per le Partite IVA allo studio dei tecnici del Tesoro, che stando a quanto già emerso dalle anticipazioni di stampa dei giorni scorsi stanno lavorando ad una revisione in senso restrittivo dei regimi di Flat Tax previsti dall'ultima Legge di Bilancio, con l'obiettivo di frenare possibili comportamenti elusivi (come ha segnalato nel fine settimana il Sole 24 Ore, l'adozione di un'aliquota uniformata al 15% per le Partite IVA fino a 65 mila euro, voluto dalla Lega, ha infatti comportato una corsa le partite Iva a forfait, che sono cresciute nei primi sei mesi di quest'anno del 38% rispetto all'analogo periodo del 2018 alimentando i sospetti di possibili tentativi di raggiri fiscali) e ritornare all'intento iniziale della misura, che era quello di sostenere l'avvio di piccole attività. (Cliccare il tasto in basso a destra per proseguire nella lettura)

Forfettari partite Iva, Flat Tax al 15% resta, con novità 

A questo riguardo, Italia Oggi ricorda che dal prossimo primo gennaio questa platea, che sfiora ormai quasi i 2 milioni di contribuenti, rientrerà nel bacino delle Partite IVA soggette all'obbligo della trasmissione elettronica della fattura, da cui sono finora state escluse: e proprio in questa prospettiva si pensa a una misura per proteggere "piccoli" professionisti e imprenditori, con un primo primo scaglione di forfettari fino appunto a 30 mila euro per cui non dovrebbe valere il nuovo aggravio.

Partite Iva: forfait fino 65 mila euro invariato

Stando al quotidiano, si trasferirebbero invece dentro il perimetro della e-fattura le partite IVA nello scaglione tra 30 mila e 65 mila euro, per le quali si andrebbe comunque verso un'aliquota invariata al 15% che confermerebbe l'assenza di "interventi sostanziali" sulla Flat tax anticipata dal ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri: nel fine settimana, alcuni scenari di stampa davano come possibile un passo indietro rispetto al livellamento di questa soglia, con un ritorno alle differenziazioni in base ai macro-settori di appartenenza (codici Ateco).

Flat Tax, spiragli su forfettone, ma con aliquota sopra il 20%

Nel frattempo, non sarebbe sembra del tutto chiusa la strada verso il debutto di una flat tax in versione rivisitata anche per i contribuenti con ricavi fino a 100 mila euro, il cosiddetto "forfettone": previsto dal precedente governo a partire dal primo gennaio 2020, ma dato per morto dalle anticipazioni degli ultimi giorni - soprattutto dopo alcune dichiarazioni rilasciate la scorsa settimana dallo stesso Gualtieri - secondo Italia Oggi potrebbe adesso essere resuscitato con un ritocco dell'aliquota "un po' oltre il 20%".

 

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.