Mercato Trading e Segnali Operativi... Bond News: Euromacro | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 30 ottobre 2019

Bond News: Euromacro


Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
In Francia L'Insee ha reso noto che il dato preliminare del Pil relativo al terzo trimestre 2019 (prima stima) e' cresciuto dello 0,3% su base trimestrale, risultando superiore al consensus (+0,2%) ma pari alla rilevazione del trimestre precedente.
Le spese per consumi delle famiglie hanno subito una lieve accelerazione (+0,3% dopo + 0,2%), mentre sono rallentati gli investimenti fissi lordi (GFCF: + 0,9% dopo + 1,2%). Complessivamente, la domanda interna finale, escluse le variazioni delle scorte, è rimasta dinamica crescendo allo stesso ritmo del trimestre precedente: ha contribuito per +0,5 punti alla crescita del PIL.
Nel Regno Unito, l'Indice Nazionale dei Prezzi delle Abitazioni (Nationwide Housing Price Index), che misura la variazione mensile nel prezzo medio per una abitazione con un mutuo ipotecario, a ottobre ha registrato una variazione positiva dello 0,2% rispetto al mese precedente, dopo il calo dello 0,2% a settembre e la variazione nulla ad agosto.

Su base annuale l'indice è cresciuto del +0,4%, risultando superiore al dato precedente (+0,2%) e alle attese (+0,2%), attestandosi però al di sotto dell'1% per il decimo mese consecutivo.
In Francia l'Insee ha reso noto che nel mese di settembre la spesa per consumi è diminuita dello 0,4% su base mensile, dopo una crescita dello 0,1% rilevato il mese precedente.
Gli addetti ai lavori avevano stimato un incremento dello 0,1%. La spesa per consumi è aumentata leggermente su base trimestrale (+0,4% dopo la flessione dello 0,1% nel secondo trimestre 2019).
In Spagna l'istituto di statistica INE ha annunciato che in ottobre l'indice dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,1% su base mensile, pari alle attese e alla rilevazione precedente.

Rispetto allo stesso periodo del 2018 l'indice è cresciuto dello 0,1%.L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (HICP) è cresciuto dell0 0,2% rispetto ad ottobre 2018, ed è aumentato dello 0,2% su base mensile.
In Germania nel mese di ottobre il tasso di disoccupazione si e' attestato al 5%, risultando pari alle attese e alla rilevazione precedente.
Il numero di disoccupati e' aumentato di 6.000 unità a fronte di un incremento atteso di 2 mila unità e dopo un calo di 10 mila unità in settembre.
In Svizzera e' stato reso noto il valore dell'indice Zew, che misura le aspettative degli esperti sull'andamento dell'economia elvetica nei prossimi 6 mesi.

L'indice ha evidenziato nel mese di ottobre un peggioramento passando a -30,5 punti dai -15,4 punti della rilevazione precedente.
Secondo quanto riportato dall'Istat, a ottobre 2019 si stima un lieve calo dell'indice del clima di fiducia dei consumatori (da 112,2 a 111,7), mentre l'indice composito del clima di fiducia delle imprese registra un contenuto aumento, da 98,6 a 99,0.La diminuzione dell'indice di fiducia dei consumatori sintetizza opinioni diversificate sulla situazione economica del paese e su quella personale: il clima economico è stimato in aumento da 127,1 a 128,0 mentre il clima personale passa da 107,8 a 105,4, riportandosi in linea con il livello di giugno 2019.

Con riferimento alle valutazioni espresse dagli intervistati in base all'orizzonte temporale, sia il clima corrente sia quello futuro sono in calo (da 110,0 a 107,9 e da 116,8 a 116,4, rispettivamente).Per quanto attiene alle imprese, l'indice di fiducia migliora in tutti i comparti, ad eccezione delle costruzioni.
In particolare, nella manifattura l'indice sale da 99,0 a 99,6, nei servizi aumenta da 98,6 a 99,6 e nel commercio al dettaglio passa da 107,6 a 108,3. Nel comparto delle costruzioni l'indice diminuisce da 143,2 a 141,3. Passando ad analizzare le componenti dei climi di fiducia delle imprese, nell'industria manifatturiera l'aumento dell'indice deriva da giudizi sugli ordini e attese di produzione in miglioramento; il saldo dei giudizi sulle scorte aumenta.

Nelle costruzioni, l'evoluzione negativa dell'indice è determinata dal peggioramento dei giudizi sugli ordini e, soprattutto, da un deciso ridimensionamento delle attese sull'occupazione.Nel comparto dei servizi si segnala il miglioramento dei giudizi sull'andamento degli affari e delle attese sugli ordini; i giudizi sugli ordini sono invece in deterioramento.
Con riferimento al commercio al dettaglio, l'aumento dell'indice di fiducia è trainato dal deciso aumento delle attese sulle vendite future a cui si uniscono giudizi sia sulle vendite sia sulle scorte sostanzialmente stabili. Si segnala che l'indice di fiducia è in aumento nella grande distribuzione mentre diminuisce in quella tradizionale.

La Commissione Europea ha reso noto che l'Indice di Fiducia dei Consumatori in settembre si è attestato a un tasso annuale di -7,6 punti risultando pari al consensus e alla lettura preliminare.

A settembre l'indice si era attestato a -6,5 punti. L'indicatore di fiducia economica (ESI) è invece sceso a 100,8 punti nell'area dell'euro da 101,7 punti precedenti (attese 101,1 punti).
In Germania, l'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha reso note le stime preliminari sull'inflazione.
L'indice dei prezzi al consumo è atteso in crescita dello 0,1% a ottobre rispetto a settembre (+0%). L'indice è previsto in crescita dell'1,1% su base annuale, dal +1,2% della rilevazione precedente (consensus +1,1%). L'indice armonizzato dei prezzi al consumo evidenzia una crescita attesa dello 0,1% a ottobre dal -0,1% del mese precedente e un incremento dello 0,9% su base annuale.

Il risultato finale verrà pubblicato il 13 novembre.
Aste in Europa:
- Il Tesoro ha collocato BTP per un totale di 6,250 miliardi di euro. Sono stati assegnati BTP 2024 (isin IT0005386245) per 2,500 mld di euro. Il rendimento si è attestato allo 0,42%, in crescita di 17 punti base dall'asta di fine settembre, e bid to cover pari a 1,38.
Sono stati inoltre assegnati 3,000 mld di euro in BTP aprile 2030 (isin IT0005383309). Il rendimento medio si è attestato all'1,06% in crescita di 18 punti base da quello dell'asta precedente. La domanda ha superato l'offerta di 1,29 volte. Infine sono stati assegnati 750 milioni di euro in CCTeu 2025 (Isin IT0005311508) allo 0,40%, con bid to cover di 2,31.
- Atene ha assegnato 812,5 milioni di euro in T-Bill a 6 mesi.

Il rendimento e' sceso al +0% dal +0,10% dell'asta precedente. Il bid to cover ratio si e' attestato al 2,88 (asta precedente a 2,44).
  • Questa mattina la Germania ha collocato Bobl 5 anni con scadenza ottobre 2024 (ISIN:DE0001141802) per 2,464 miliardi di euro (oltre a 536 milioni riservati a operazioni di mercato secondario) con un rendimento negativo dello 0,58%, in crescita dal -0,77% dell'asta precedente.
    Le richieste sono state pari a 1,7 volte il quantitativo offerto. La tail è stata pari a 0.
Aumentano i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 462,532 miliardi di euro, dai 451,740 miliardi della lettura precedente.

Scendono a 53 milioni di euro i prestiti marginali da 94 milioni di euro della rilevazione precedente.
Spread BTP/Bund a 146 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all'1,10%.
Poco mossi i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di dicembre sale a 171,13 punti (+0,05%) ed il Bobl future si attesta a 134,40 punti (+0,01%).
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.