-
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 12 settembre 2019

Sotto la lente dell'analisi tecnica


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Technogym
Technogym (+7,47%) reagisce con decisione al nuovo test dei minimi di agosto a 8,85 circa rimbalzando oltre 9,55, media mobile a 50 giorni e lato superiore del canale che scende dal top di marzo.

La rottura di questi riferimenti accrescerebbe le possibilità di un rimbalzo più corposo che riconduca le quotazioni fin sopra 9,90/10 euro (target successivo a 10,30/10,40). Le speranze di recupero verrebbero meno nel caso di ritorno sotto i 9 euro, preludio a nuovi cali verso 8,35 circa, minimi di settembre 2018.


-Target: 10,40 euro
-Negazione: 9 euro
-RSI (14): neutrale
*
Eurotech*
Tonica Eurotech (+5,03%) nonostante l'ipercomprato. Il titolo riesce a lasciarsi alle spalle il lato superiore del canale disegnato da dicembre 2018, riferimento a 5,90 circa, accelerando in direzione di 6,40 circa, lato alto del canale che sale da maggio.

Discese sotto la ex resistenza a 5,55 euro alimenterebbe invece i timori di esaurimento della spinta, sebbene conferme in tal senso giungerebbero solo sotto 5,14, media mobile a 50 giorni e base del canale più recente.
-Target: 6,40 euro
-Negazione: 5,14 euro
-RSI (14): ipercomprato

Banca Ifis
Segnali di miglioramento sul grafico di Banca Ifis (+0,27%) grazie al superamento dei primi ostacoli a 14,55 circa.
Le quotazioni sono ora dirette verso 16,30/16,40 circa, massimi di aprile e quota pari al 50% di ritracciamento del ribasso partito a febbraio, soglia oltre la quale il movimento partito a giugno potrebbe accelerare in direzione di 17,46 euro, per la ricopertura del gap lasciato aperto l'11 marzo.

Sotto 14,30 euro atteso invece il ritorno in area 13,55.
-Target: 16,30 euro
-Negazione: 14,30 euro
-RSI (14): ipercomprato
Creval
Creval (+2,52%) rompe al rialzo i massimi di luglio a 0,0648, inviando un segnale di forza che potrebbe ricondurre i prezzi sui top annuali toccati tra marzo e aprile 0,076/0,077 circa.
Il perentorio ritorno sotto 0,0648 costringerebbe invece a rivedere le ambizioni di crescita prospettando l'avvio di movimenti laterali diretti sui supporti a 0,059/0,060, media mobile a 50 sedute.
-Target: 0,076 euro
-Negazione: 0,0648 euro
-RSI (14): ipercomprato
*Elica *
Prova di forza per Elica (+11,03%) che balza oltre 2,15 circa, trend line che scende dai massimi di aprile.

Conferme positive giungerebbero oltre il picco di luglio a 2,28 euro, per obiettivi sui top di maggio a 2,535. L'incapacità di salire sopra 2,28 euro potrebbe invece favorire l'avvio di una fase laterale/convergente con conseguente ripiegamento verso quota 2.
-Target: 2,535 euro
-Negazione: 2 euro
-RSI (14): neutrale
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.