-
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 9 settembre 2019

Ftse Mib: è tempo di una breve pausa? Quando valutare nuovi buy


Chiusura di settimana in positivo per le Borse europee che anche ieri sono riuscite a muoversi in rialzo, salendo per la terza seduta di fila.
Si sono mossi in maniera più cauta il Ftse100 e il Cac40 che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,15% e lo 0,19%, mentre è riuscito a fare meglio il Dax30 che è salito dello 0,54%.

Piazza Affari: un'altra settimana tutta in salita

Non è stata in grado di fare altrettanto Piazza Affari dove il Ftse Mib ha archiviato la seduta a 21.947 punti, con un frazionale calo dello 0,04%, dopo aver toccato nell'intraday un massimo a 22.010 e un minimo a 21.856 punti.
Positivo però il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l'indice delle blue chips ha messo a segno un progresso dl 2,93% rispetto al close del venerdì precedente.
Il Ftse Mib già in apertura di settimana ha dato un seguito al rialzo delle sessioni precedenti, mettendo sotto pressione l'area dei 21.500.
Una volta superato questo ostacolo l'indice ha allungato il passo verso i 21.700/21.800 punti, per poi arrivare a testare la soglia dei 22.000 punti che almeno per ora ha contenuto la spinta rialzista.

Ftse Mib alle prese con forti ostacoli: possibile una pausa

L'indice è ora alle prese con degli ostacoli di non poco conto, il primo dei quali è rappresentato da area 22.000 e il successivo dai massimi dell'anno toccati il 25 luglio scorso in area 22.350.
Non è così scontato che il Ftse Mib riesca a bucare di slancio queste due barriere, non solo per la valenza resistenziale delle stesse, ma anche in ragione della strada al rialzo percorsa fino ad ora, peraltro in poco tempo.
Dai minimi di metà agosto in area 20.000, il Ftse Mib ha guadagnato circa il 10% in sole tre settimane e questo slancio così rapido farebbe pensare ora ad una pausa di consolidamento prima di una prosecuzione del movimento in atto.
La tendenza dell'indice si conferma nettamente rialzista nel breve, con prospettive positive anche per il medio periodo.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com
Il mercato però potrebbe anche aver bisogno di rifiatare un po' prima di ulteriori rialzi, in modo da raccogliere ulteriori forze per sferrare poi l'attacco decisivo ad alcuni ostacoli, la cui rottura aprirebbe scenari rialzisti molto interessanti.
La proiezione finale del movimento in atto è in area 24.000 punti di Ftse Mib che ora di fatto è sostanzialmente a metà strada rispetto ai minimi di agosto a quota 20.000, poco distanti peraltro da quelli di fine maggio segnati in area 19.500.

Per affrontare questa seconda metà del percorso il Ftse Mib avrà bisogno di nuovi acquirenti che partecipino al mercato con la stessa vivacità vista nelle ultime settimane.

Ftse Mib: scenari nel breve.

Quando aprire nuovi long

Nel breve non escludiamo quindi che la fascia resistenziale dei 22.000/22.350 possa ostacolare ulteriori tentativi in salita, facendo scattare delle prese di beneficio che sarebbero salutari e offrirebbero un'occasione per rientrare sul mercato.
Dal punto di vista tecnico, con la tenuta di area 22.000/22.300 il Ftse Mib potrebbe indietreggiare verso i minimi di venerdì in area 21.850, sotto cui la discesa proseguirà in direzione di area 21.500, dove verrà chiuso il gap-up lasciato aperto nella sessione di mercoledì.
Sulla tenuta di questa soglia si potranno impostare nuove operazioni long, mentre in caso di cedimento di area 21.500 l'attenzione andrà rivolta al sostegno successivo dei 21.000 punti.
Quest'ultima sarà un'altra soglia in corrispondenza della quale aprire nuove posizioni al rialzo, visto che una discesa fino ad area 21.000 non andrà a compromettere la struttura rialzista del Ftse Mib.
Su tenuta di area 21.000 e ancor prima dei 21.500, si potrà assistere ad un nuovo attacco all'ostacolo dei 22.000 punti.
Una volta superato questo livello l'indice andrà a testare i massimi dell'anno in area 22.350, rotti i quali proseguirà al rialzo verso i 22.800 punti prima e in seguito in direzione di area 23.000.
Sarà questa l'ultima barriera da valicare prima di poter pensare ad un'estensione rialzista verso area 24.000, raggiungibile entro la fine dell'anno previo superamento dell'ostacolo intermedio a 23.500 punti.

I market movers in America e in Europa

La prima seduta della prossima settimana sarà molto snella sul fronte macro, visto che in America non è previsto alcun aggiornamento di rilievo.
In Europa si conoscerà l'indice Sentix che a settembre dovrebbe migliorare da -13,7 a -8,3 punti.
In Germania sarà diffuso il dato relativo alla bilancia commerciale che a luglio dovrebbe mostrare un surplus in contrazione da 18,1 a 17,5 miliardi di euro.
Sempre in terra tedesca da seguire l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2020 per un ammontare massimo di 2 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire Carel Industries e Piovan che presenteranno i risultati del primo semestre dell'anno.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.