Mercato Trading e Segnali Operativi... Ftse Mib: la discesa non si ferma. Restano pochi appigli ora | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
.

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 8 agosto 2019

Ftse Mib: la discesa non si ferma. Restano pochi appigli ora


Dopo tre sedute consecutive in calo, le Borse europee hanno trovato gli spunti giusti per dare vita ad un rimbalzo, pur fermandosi al di sotto dei massimi intraday.
Il Ftse100 ha guadagnato lo 0,38%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,61% e dello 0,71%.

Piazza Affari stona in Europa e scende ancora

Non è riuscita a fare altrettanto Piazza Affari dove il Ftse Mib ha continuato a perdere terreno, fermandosi a 20.538 punti, con un calo dello 0,45%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.809 e un minimo a 20.407 punti.
In linea con quanto accaduto ieri, l'indice delle blue chip ha anche provato ad imbastire un recupero, ma da area 20.800 hanno avuto la meglio le vendite, con una discesa dei corsi anche al di sotto dei 20.500 punti, soglia poi riconquistata in chiusura di sessione.
Il Ftse Mib si riporta così sui valori di metà giugno e continua a mostrare una fragilità di fondo che impedisce di dare vita ad un recupero che come durata vada oltre qualche ora.
E' possibile che il Ftse Mib tenti nuovamente un rimbalzo che potrà materializzarsi con la tenuta di area 20.400/20.500, per un primo target in area 20.700 e un obiettivo successivo a 21.000/21.050 punti, dove verrà chiuso il gap lasciato aperto due sedute fa.
Oltre questo livello il Ftse Mib avrà spazio per ulteriori recuperi fino all'area dei 21.500, raggiunta la quale almeno in prima battuta si dovrebbe assistere ad un ritorno delle vendite.
Pericoloso al contrario un abbandono deciso di area 20.500/20.400, evento che aprirà le porte ad una flessione dell'indice verso la soglia psicologica dei 20.000 punti.

In caso di violazione anche di questo sostegno, per il Ftse Mib sarà inevitabile un approdo sui minimi di fine maggio in area 19.500, mandando così in fumo quanto di buono realizzato da quel livello.

I market movers in America e in Europa

Sul fronte macro Usa si guarderà alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero rimanere invariate a 215mila unità.
Per le scorte all'ingrosso di giugno le attese parlano di una variazione positiva dello 0,4%, in linea con la lettura precedente.
Prima dell'apertura di Wall Street saranno resi noti i risultati trimestrali di Kraft Heinz con un eps atteso a 0,75 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai conti di Uber Technologies per i quali si prevede una perdita per azione di 3,19 dollari. 
In Europa non sono in agenda dati macro di rilievo e un'ora dopo l'apertura delle Borse si segnala la pubblicazione del bollettino economico della BCE.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari alla prova dei conti saranno chiamati Ambienthesis, Banca Farmafactoring, Banca Popolare di Sondrio, Credem, Panariagroup e Servizi Italia.
Sotto i riflettori Bper Banca che ha chiuso il primo semestre dell'anno con un utile netto pari a 100,5 milioni di euro, contro i 307,9 milioni del 2018, mentre il margine di interesse è sceso da 573,5 a 546,2 milioni.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.