-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 12 agosto 2019

Dax future: livelli chiave per la settimana


Settimana interessante caratterizzata da un aspro scontro tra le due componenti del mercato e con i prezzi del Dax future che stabilizzano livelli di supporto importanti a 11.440 pt e 11.680 pt, senza tuttavia strappare chiusure oltre la trend line che delimita la tendenza di breve termine.
Il quadro tecnico dunque rimane delicato con il fronte ribassista rafforzato da nuovi elementi di crisi.
La probabile fine dell'esecutivo e nuove elezioni in Italia destabilizzano in clima politico nell'UE, il richiamo al buon senso dato dal premier britannico alle istituzioni europee nel ridefinire gli accordi sulla Brexit, infine il clima di stasi sui Dazi tra Cina rd Usa.
Di fatto la struttura discendente del Dax mostra sostanziali miglioramenti in senso rialzista come si evince dalla formazione di un harami bearish, composto dalle ultime due candele, che si contrappone all'ottimo rimbalzo verificatosi dai minimi d'inizio settimana.
L'incasso di parte delle posizioni short detenute dagli istituzionali dimostra le difficoltà dei compratori di arginare l'avanzata ribassista che confida nel superamento di quota 11.400 punti. 
In tal senso continua a mancare un'autentica spinta reattiva capace di sovvertire le prospettive del trend di breve ancora orientato a sperimentare minimi sotto 11.430 punti, come certificato dall'indicatore di trend cci torna a puntare verso il basso.
La prospettiva per l'inizio della prossima settimana è testare la solidità della fascia di supporto compresa tra 11.670 e 11.480 punti, che se fosse consolidata, consentirebbe di superare più stabilmente la linea di tendenza passante per 11.880 pt.

Al contrario la rottura dei livelli citati aprirà un ulteriore varco alla spinta ribassista che probabilmente alzerà la posta degli obiettivi, puntando ai minimi di marzo scorso a 11.280 punti e dominando su tutte le prospettive temporali considerate.

Strategie operative sul DAX future

Per le posizioni long: attendere la stabilizzazione dei supporti a quota 11.640, anche servendosi di grafici orari e a 15 minuti, valutando l'opportunità di ingressi qualora la volatilità dei primi giorni si riduca a meno di 200 punti di range.
Ciò consentirà di mantenere un grado di rischio ridotto pari al massimo a 60 punti ed una target oltre 11.800 pt.
In alternativa attendere il consolidamento della fascia di supporto compresa tra 11.540 e 11.460, da cui valutare rimbalzi fino a quota 11.630 punti, rischiandone al massimo 60.
Per le posizioni short: collocare lungo quota 11.740 o poco più in alto a 11.770 un ordine pendente, usufruendo anche di strmenti alternativi al future più scalabili, come ad esempio i cfd, consentendo ingressi multipli lungo eventuali salite oltre 11.840 pt ed una valorizzazione dei rendimenti graduale fino a quota 11.530 pt.
Con un profilo di rischio maggiore aprire posizioni ribassiste a 11.720, con stop loss di massimo 60 punti e target decisamente ambizioso sotto quota 11.380 pt. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.