-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 9 luglio 2019

Ftse Mib: una titubanza che nasconde segnali preoccupanti?


La chiusura in rosso di venerdì è stata seguita da un altro segno meno per le Borse europee che si sono fermate tutte al di sotto della parità, ma con variazioni percentuali molto contenute.
La flessione più ampia è stata quella del Dax30 con un calo dello 0,2%, mentre il Ftse10 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,05% e dello 0,08%.

Ftse MIb poco sotto quota 22.000

Si è difesa leggermente meglio Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni a 21.976 punti, con un lieve ribasso dello 0,04%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.050 e un minimo a 21.912 punti.
L'indice delle blue chip si è mosso in un range di poco più di 100 punti, senza fornire nuovi spunti e confermando al momento l'incapacità di dare un seguito ai rialzi che hanno portato ad aggiornare la scorsa settimana i massimi dell'anno ad un passo da quota 22.200 punti.
Come già anticipato nella rubrica apparsa online sabato mattina, non avevamo escluso una fase di consolidamento per il Ftse Mib prima di nuovi rialzi e sarà importante vedere come la stessa si svilupperà nel breve.
Confermiamo l'impostazione rialzista di Piazza Affari, ma per poter assistere ad ulteriori sviluppi positivi sarà necessario che l'indice da una parte confermi la tenuta dei 22.000/21.900 punti e dall'altra superi l'ostacolo dei 22.150/22.200 punti.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com
Oltre questo livello il Ftse Mib potrà dare vita ad un allungo verso quota 22.500, violata la quale troverà spazio per ulteriori estensioni rialziste in direzione dei 23.000 punti, con approdi successivi sui 23.150/23.200 punti nella migliore delle ipotesi.

Al ribasso, discese al di sotto di area 21.900 potrebbero aprire le porte ad un ripiegamento anche veloce verso i 21.500 punti, precedente resistenza e ora supporto.
In corrispondenza di questo livello è attesa una ripresa degli acquisti, in assenza dei quali la discesa del Ftse Mib proseguirà verso i 21.250/21.200 punti prima e in seguito in direzione della soglia psicologica dei 21.000 punti.

I market movers in America

Per oggi sul fronte macro Usa è previsto solo l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa.
Prima dell'avvio degli scambi a Wall Street è previsto un discorso del presidente della Fed, Jerome Powell.


In agenda anche un intervento di James Bullard, a capo della Fed di St.Louis, oltre al quale parlerà Raphael Bostic, presidente della Fed di Atlanta.
Sul versante societario da seguire prima dell'apertura di Wall Street i risultati del secondo trimestre di PepsiCo che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 1,5 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si segnala la riunione dell'Ecofin a Bruxelles, dopo quella odierna dell'Eurogruppo.
In Italia si conosceranno le vendite al dettaglio di maggio, che dovrebbero salire dello 0,3% dopo la lettura invariata di aprile.
Da seguire in Spagna l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 6 e 12 mesi per un ammontare compreso tra 4,5 e 5,5 miliardi di euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.