Mercato Trading e Segnali Operativi... BTP e Spread: la festa continua. Quali strategie adottare ora? | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 1 luglio 2019

BTP e Spread: la festa continua. Quali strategie adottare ora?


In una giornata in cui Piazza Affari ha faticato a tenere il passo delle altre Borse europee, fermandosi appena sopra la parità, con il Ftse Mib in rialzo dello 0,1% in area 21.250, buone notizie sono arrivate dal fronte obbligazionario.

Spread in forte calo, rendimento BTP a 10 anni sotto il 2%

Prosegue infatti la contrazione dello spread BTP-Bund che oggi si è fermato a 231,1 punti base, con un affondo del 4,5%.
Ancora più ampio il ribasso del rendimento del BTP a 10 anni che è scivola di oltre l'8% all'1,931%, scendendo per la prima volta da aprile 2018 al di sotto della soglia del 2%.
Spread e BTP hanno beneficiato del clima di rinnovata propensione al rischio alimentato dall'esito incoraggiante dell'incontro tra il presidente Trump e il suo omologo Xi.
A dare un sostegno all'obbligazionario sono anche i deludenti aggiornamenti arrivata in mattinata relativamente all'attività manifatturiera in Europa.
Le indicazioni odierne infatti alimentano l'attesa del mercato per nuove misure di stimolo da parte della BCE, sulla scia delle recenti indicazioni del presidente Draghi che si è detto pronto tanto ad un taglio dei tassi di interesse quanto ad una eventuale ripresa del piano di quantitative easing.

Spread e BTP aiutati dalle recenti dichiarazioni di Draghi

Proprio le parole del numero uno dell'Eurotower stanno contribuendo a creare un contesto favorevole per i BTP, aiutati peraltro dalla costante ricerca di rendimento che li rende ben più appetibili di altri titoli che ne offrono uno pari a zero o addirittura negativo.
Lo scudo creato dalle parole di Draghi sta permettendo ai titoli di Stato italiani di rimanere in qualche modo immuni in questa fase alle tensioni politiche del nostro Paese, non solo in seno al Governo ma anche al di fuori.

Spread e BTP: domani la decisione UE sulla procedura di infrazione

Ricordiamo che per domani è previsto infatti il verdetto della Commissione UE in merito alla procedura di infrazione contro l'Italia.
Secondo alcune fonti di stampa la decisione potrebbe essere rinviata all'autunno, quando però si inizierà a discutere della prossima legge di bilancio, evento che potrebbe creare non poche frizioni in seno al Governo sulle manovre da inserire nella stessa.
Intanto in attesa della decisione che arriverà domani da Bruxelles, tanto lo spread quanto i BTP beneficiano del contesto generale positivo in tutta Europa.

Unicredit: bond Ue ancora in range.

BTP: il rally si conferma fragile

Per gli analisti di Unicredit è probabile che i titoli core dell'area euro continuino a muoversi all'interno dei range attuali per il momento.
Gli strategist spiegano infatti che un rilevante sell-off sui titoli di Stato richiederebbe un forte impulso, come ad esempio un'improbabile inversione a U della retorica delle Banche Centrali.
Al contempo però, spiegano da Unicredit, per prezzare nuove misure di stimolo da parte della BCE, probabilmente i mercati vogliono vedere qualche azione concreta.
Secondo gli strategist, il contesto rimane favorevole ai titoli italiani grazie ai bassi rendimenti degli altri bond sovrani, ma Unicredit avverte che il rally è fragile e la volatilità si conferma elevata.

BTP: Intermonte predica cautela.

2 i possibil scenari dopo verdetto UE

E' d'obbligo dunque la prudenza, ancor più in vista dell'appuntamento di domani, quando la Commissione UE si esprimerà sulla procedura di infrazione.
A suggerire cautela almeno fino a domani è Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte Sim, il quale spiega che in caso di rinvio della procedura per deficit eccessivo il rally dei BTP proseguirebbe con il tasso del decennale che continuerà a scendere fino ad area 1,7%.
Nel caso in cui già domani dovesse arrivare il sì alla proceduta, allora il tasso del BTP a 10 anni potrebbe salire temporaneamente fino al 2,5/2,7% o anche oltre, in base alle ripercussioni politiche interne.

BTP: per Dz Bank sono ancora rischiosi.

Meglio guardare altrove

A mantenere una view negativa sui titoli di Stato italiani sono gli analisti di Dz Bank che mantengono il giudizio "underperform", alla luce del livello molto elevato del rischio politico.
Questo rating negativo è riservato solo all'Italia nell'ambito del panorama europeo, nel quale secondo gli analisti il miglior rapporto rischio-rendimento è offerto ad oggi dai titoli di Stato della Francia e del Belgio.

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.