Mercato Trading e Segnali Operativi... Bonus verde: dal 2020 agevolazioni fiscali per gli acquisti eco | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 9 luglio 2019

Bonus verde: dal 2020 agevolazioni fiscali per gli acquisti eco


Il Decreto Crescita premia gli acquisti eco-sostenibili. Buone notizie per le aziende green alle quali verrà riconosciuto un bonus verde fino a 10.000 euro di credito d'imposta. Scopriamo in questa guida che cos’è il Bonus Verde e come funziona.

Bonus Verde: dal 2020 agevolazioni fiscali per gli acquisti eco-friendly

A partire dal 2020, verrà introdotto il Bonus Verde previsto dal Decreto Crescita che punta a premiare le scelte ecologiche anche dei privati con incentivi ad hoc, come quelli in materia di ristrutturazione e dell'acquisto di auto ibride o elettriche.
In particolare, il Bonus Verde riconosce le agevolazioni fiscali per le attività economiche che fanno scelte in favore dell'ambiente, optando per l'acquisto di prodotti a riciclo e riuso.
Tale scelta, dunque, non avrà un impatto positivo solo sull'ambiente ma un riconoscimento economico pari al 25% del costo.

Di tale agevolazione fiscale potranno usufruire anche i titolari di reddito da lavoro autonomo.
Le tipologie di acquisti che rientrano nel bonus verde sono i semilavorati e i prodotti finiti la cui produzione sia per almeno il 75% derivata dal riciclaggio.
Medesimi vantaggi per coloro che acquistano compost ottenuto dalla bio-ossidazione dei rifiuti.

Bonus Verde: quali sono i requisiti essenziali per ottenere le agevolazioni fiscali?

I requisiti essenziali per ottenere le agevolazioni previste sono quello di acquistare tali prodotti e di farlo per attività legate all'azienda.
Chi non dovesse presentare il secondo requisito può comunque usufruire di uno "sconto" immediato, un mini-bonus fino a 5.000 euro, anticipato dal venditore sull'acquisto dei prodotti sopracitati.
Per utilizzare il bonus verde, che entrerà in vigore nel 2020, sarà sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi l'acquisto di prodotti da riciclo e riuso pertinente al periodo d'imposta.

Il Decreto Crescita nell'articolo 26 ter ribadisce che i crediti d'imposta non concorrono alla formazione del reddito "e non rilevano ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.

917"
.
Va evidenziato che i fruitori del Bonus Verde per acquisti eco-sostenibili potranno usare gli incentivi ottenuti esclusivamente in compensazione dal 1° gennaio del periodo d'imposta successivo a quello dell'assegnazione del credito.
Allo stesso modo il bonus del 25% fino ad una soglia massima di 10.000 euro, non è cumulabile con quello previsto dalla Legge di Bilancio per le spese sostenute per l'acquisizione di prodotti ottenuti da processi di riciclo.
Ora è necessario che il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio sancisca con il proprio decreto le linee guida riguardanti in modo specifico le certificazioni e i requisisti tecnici che dovranno annoverare i prodotti per essere riconosciuti idonei all'eco bonus.
Si resta in attesa di maggiori chiarimenti sui criteri di applicazione e le modalità per avvalersi del bonus ottenuto.

Certamente, il Decreto Crescita, con il suo bonus verde a partire dal 2020, strizza un occhio all'ambiente e prospetta di alleggerire il peso delle tasse alle aziende che acquisteranno prodotti da riciclo e da riuso.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.