-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 6 giugno 2019

Ftse Mib tonico, ma l'Italia è a rischio. I timori degli esperti


In un contesto di mercato positivo per le Borse europee, che guadagnano terreno per la quarta seduta di fila, con un rialzo oggi di circa tre quarti di punto, si mette in evidenza Piazza Affari che registra la migliore performance dopo essere stata l'unica a scendere in controtendenza ieri.

Ftse Mib in rialzo e spread in contrazione

Il Ftse Mib si presenta negli ultimi minuti sui massimi intraday a ridosso dei 20.400 punti, con un progresso dell'1,18%, in attesa della conferenza stampa del presidente Draghi.
Segnali di distensione anche sul fronte obbligazionario, con lo spread BTP-Bund in flessione di oltre il 3% poco sotto i 269 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni cala del 2,62% al 2,49%.
Il mercato reagisce così alle cattive notizie arrivate ieri dalla Commissione UE che richiederà una procedura di infrazione ai danni dell'Italia.

Italia: il vero problema è la crescita non la procedura di infrazione

Come evidenziato dagli esperti di Capital Economics, l'annuncio di ieri ha spaventato in qualche modo gli investitori, per quanto fosse in buona parte già atteso e non abbia quindi rappresentato una sorpresa.
Gli analisti fanno notare che una procedura non comporterà immediatamente sanzioni finanziari, spiegando che il vero problema dell'Italia è la crescita, ossia la debolezza della sua economia, cui potrebbe aggiungersi un altro periodo difficile sui mercati finanziari.

Italia: per Morgan Stanley lo scenario macro resta problematico

Anche Morgan Stanley ha palesato non più tardi di ieri le sue preoccupazioni per la situazione economica del nostro Paese, segnalano che i rischi al ribasso sull'outlook di crescita, e di riflesso sui conti pubblici, sono in aumento.
Gli analisti non mancano di evidenziare alcuni punti di forza dell'Italia, quali l'avanzo di bilancio primario, il grande surplus delle partite correnti e l'elevato stock di risparmio privato.
Questo però non basta a mettere al sicuro il nostro Paese dai rischi legati al debito pubblico che è destinato a rimanere un punto di vulnerabilità chiave, vista la limitata capacità di assorbimento degli shock da parte dell'Eurozona.
Morgan Stanley ritiene che in un orizzonte di lungo termine i rischi potrebbero essere ridotti in qualche modo con un problema di riforme strutturali e un consolidamento dei conti pubblici, ma per gli analisti è improbabile che ciò venga implementato in questo momento. 

Gli esperti della banca Usa si soffermano anche sulle implicazioni relative alla procedura di infrazione nei confronti dell'Italia che potrebbe portare ad una vigilanza più stretta da parte dell'Unione europea.
Nel caso in cui le richieste di quest'ultima non dovessero essere soddisfatte, allora si potrebbe incappare in una multa da 3,6 miliardi di euro, pari allo 0,2% del PIL e potenzialmente in uno stop all'erogazione dei fondi strutturali europei.
Infine, Morgan Stanley mette in guardia dal fatto che il dialogo tra le istituzioni europee e l'Italia sarà sempre più difficile.

Italia in ripresa nel 3° trimestre, legge di bilancio permettendo

Questo potrebbe avere ripercussioni negative anche sulla crescita economica, come spiegato dagli economisti di Intesa Sanpaolo, i quali ritengono che un'accelerazione della crescita nel nostro Paese sembra più probabile ora nel terzo trimestre.
Gli esperti però spiegano che la ripresa è condizionata ad una gestione cauta del processo che porterà alla prossima manovra di bilancio e ad un miglioramento della congiuntura economica anche nel resto d'Europa.

Italia: Moody's punta molto sulla prossima manovra di bilancio

Infine, a guardare con intesse alla prossima legge di bilancio è anche Moody's che oggi l'ha definita un importante passaggio per valutare l'affidabilità creditizia dell'Italia.
L'agenzia di rating nel suo scenario di base prevede che il debito pubblico dell'Italia continuerà a salire nei prossimi anni, aggiungendo che l'assenza di una strategia credibile in tal senso continua ad esporre il Paese ai cambiamenti avversi del sentiment degli investitori.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.