-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 15 maggio 2019

Unipol e UnipolSai: riparte il rally. Quale dei due comprare?


La frenata del Ftse Mib dai massimi intraday non ha influito in alcun modo sull'andamento odierno di Unipol e UnipolSai che si confermano entrambi in buon rialzo.

Unipol e UnipolSai riprendono il rally post conti

I due titoli riprendono così la via dei guadagni dopo la pausa di ieri seguita al rally messo a segno venerdì scorso, quando entrambi hanno portato a casa un guadagno di quasi quattro punti percentuali.
Ieri le due azioni non hanno evitato il segno meno, complice la flessione del mercato, salvo tornare a correre oggi.


A mostrare maggiore vivacità è Unipol che sfoggia un rally del 3,81% a 4,473 euro, a poca distanza dai top intraday, con oltre 3 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, già oltre la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,5 milioni di pezzi.
In positivo anche UnipolSai che, dopo aver ceduto poco più di mezzo punto percentuale ieri, sale dell'1,78% a 2,454 euro, con quasi 4,5 milioni di azioni trattate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a poco più di 4,2 milioni di titoli.
Unipol e UnipolSai riescono a dare un seguito al rally di venerdì scorso, partito dopo la diffusione dei conti del primo trimestre e la presentazione del nuovo piano industriale.
La positiva reazione del mercato è stata accompagnata da giudizi altrettanto favorevoli da parte delle banche d'affari, sorprese soprattutto dalla politica sulle cedole delle due società.

Unipol piace a diverse banche d'affari

Proprio ieri Mediobanca Securities ha confermato la raccomandazione "outperform" su Unipol, con un target price a 5 euro.
Gli analisti hanno apprezzato i conti del gruppo, segnalando che i target dei dividendi e dell'utile indicati nel business plan sono largamente superiori alle loro attese.
A detta di Mediobanca Unipol tratta su multipli economici per una holding che dovrebbe offrire un rendimento del 6,4% nel 2020 e del 7,8% l'anno successivo.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com
Buone notizie anche da Equita SIM che sul titolo ha una raccomandazione "buy", con un target price a 5,55 euro.


Ance in questo caso gli analisti hanno definito migliore delle attese la trimestrale di Unipol, con indicazioni superiori alle previsioni nel piano industriale con riferimento all'utile netto e alla politica del dividendo.

Unipol è da comprare anche secondo Banca IMI che fissa un fair value a 4,6 euro: entrambe le indicazioni sono state confermate dopo i conti migliori delle attese, mentre con riferimento al piano industriale i target sono in linea con le stime sul fronte dell'utile netto prima delle minorities.
Gli esperti segnalano che un messaggio importante è arrivato sui dividendi, per i quali Banca IMI prevedeva un monte di 430 milioni di euro, rispetto al target del piano di 600 milioni.

UnipolSai: analisti più cauti

Sempre Banca IMI è più cauta invece su UnipolSai, coperto con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 2,2 euro.

A fronte di una trimestrale superiore alle aspettative, gli analisti segnalano che i target del piano industriale sono peggiori delle loro stime sull'utile netto, ma evidenziano una migliore qualità.
Quanto ai dividendi, le previsioni cumulate per il 2019-2021 sono di 1,23 miliardi di euro, contro gli 1,3 miliardi indicati nel piano. 
Anche Mediobanca Securities mantiene una view prudente su UnipolSai, con un rating "neutral" che però non ha impedito di alzare il target price da 2,2 a 2,5 euro.
Gli analisti hanno allineato le loro stime ai nuovi obiettivi del piano industriale presentato dal gruppo la scorsa settimana e prevedono ora un utile netto in rialzo dell'11% nel 2020, con un dividendo in crescita da 0,145 a 0,155 euro.
Infine, Equita SIM si allinea ai giudizi di Mediobanca e Banca IMI, con una raccomandazione "hold" su UnipolSai e un fair value a 2,35 euro.
Gli analisti hanno parlato di una trimestrale in linea con le previsioni, mentre il nuovo piano industriale è stato superiore alle attese, con una politica sull'utile netto migliore dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo.
Apprezzata la politica di dividendo che ai prezzi attuali del titolo garantisce un rendimento medio del 6,3% nel triennio di riferimento del business plan.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.