-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 30 maggio 2019

Reddito cittadinanza: rischio stop pagamenti se cade il governo?


Esiste un rischio di morte in culla per il Reddito di Cittadinanza, il neonato provvedimento di sostegno al reddito fortemente voluto dall'ala M5S del governo Conte, ma su cui sembrano già incombere crescenti minacce dopo il risultato disastroso dei pentastellati e il trionfo di Matteo Salvini nel voto per il rinnovo del Parlamento europeo dello scorso 26 maggio?

Reddito di cittadinanza: pagamenti a rischio se cade il governo?

La domanda, che sarebbe suonata come un semplice e magari malevolo esercizio speculativo ancora fino a qualche settimana fa, quando dall'esecutivo gialloverde arrivavano rassicurazioni sulla tenuta del "contratto" di governo nonostante le continue fibrillazioni tra le due anime della maggioranza, sembra aver acquistato nel dopo-europee una ben diversa concretezza.

E questo perché, come risulta chiaro dalle cronache delle ultime ore, la batosta elettorale a Luigi Di Maio ha aperto una profonda crisi nel Movimento 5 Stelle, dove una fronda interna preme per una rottura con la Lega, e ha di conseguenza riacceso il dibattito sulla possibile fine dell'esperienza mai ben digerita dell'esecutivo in coabitazione con il Carroccio.

Reddito di cittadinanza, il futuro delle card è incerto

Uno scenario, quest'ultimo, che aprirerebbe di fatto la strada del ritorno alle urne e alla possibilità che il Reddito di Cittadinanza perda così il suo principale sponsor in Parlamento, tenuto conto del notevole ridimensionamento dei consensi elettorali del M5S mostrato dal voto europeo.

E che assume peraltro una notevole rilevanza sociale se si considera che, stando agli ultimi dati Inps, sono ormai circa 3 milioni gli italiani toccati dalle richieste del sussidio, molti dei quali in attesa proprio in questi giorni di vedersi accreditare sulle ormai note card gialle la seconda mensilità (o la prima, per i beneficiari della seconda finestra di aprile).

Tutto insomma viene rimesso in discussione, e per più di una ragione.

Reddito di cittadinanza, lo sfondo dei rischi: le critiche della Corte dei Conti e del Dipartimento al Tesoro SUA

Per comprendere quanto sia incerto il futuro del Reddito di Cittadinanza si può, prima ancora di descrivere gli scenari politici sfavorevoli a un mantenimento della misura, partire dallo sfondo delle critiche, in qualche caso sfumate ma in altri decisamente severe, con cui diverse istituzioni italiane e non hanno già giudicato le implicazioni e gli effetti che l'adozione del Rdc ha avuto sull'economia italiana e sulla tenuta dei conti pubblici.

Senza andare lontano, ben due ne sono arrivate solo nelle ultime 24 ore: una, ieri, da parte del Dipartimento del Tesoro USA, e contenente osservazioni sul debito già usate dal Fmi, secondo cui il reddito di cittadinanza contribuisce ad "introdurre incertezza sulle prospettive di bilancio e finanziarie dell'Italia": e un'altra dai toni ancor più severi giunta oggi dalla Corte dei Conti.

Reddito di cittadinanza futuro incerto: dubbi per l'impatto sui conti pubblici  

Proprio questa mattina, infatti, l'organo che controlla il modo in cui le amministrazioni pubbliche impiegano le loro risorse ha presentato un rapporto che esprime, nel contesto di preoccupazioni per la "non favorevole intonazione del ciclo economico globale" e per l'elevato indebitamento dell'Italia, considerazioni sull'Rdc che non lasciano spazio ad equivoci: pur ammettendo infatti che esso rappresenta una risposta "all’esigenza, acuita dalla crisi, di contrasto alla povertà", la Corte ha giudicato molto negativamente il fatto che la misura sia stata finanziata in deficit.

Sollevando peraltro un allarme sul rischio che esso possa "scoraggiare e spiazzare l’offerta di lavoro legale”. E invitando esplicitamente a deviare eventuali risparmi del reddito di cittadinanza "per ridurre il disavanzo e rientrare dal debito".

Reddito di cittadinanza, prima vittima in caso di elezioni?

E' su questo sfondo di dubbi legati all'incertezza economica che si innestano le tensioni politiche nel quadro politico uscito dalle europee. Con un Movimento 5 Stelle alle prese con la "verifica" della leadership di Luigi Di Maio da un lato.

E dall'altro un Matteo Salvini sempre più insofferente, malgrado le affermazioni di facciata, che ai suoi confida secondo i retroscena che "il governo chiude" se nel M5S prevale la linea barricadera di Alessandro Di Battista.

Reddito di cittadinanza:che succede se rinasce il centrodestra

In uno scenario ancora fluido, quel che è chiaro è che un ritorno al voto e un riposizionamento strategico della Lega segnerebbero del tutto sfavorevole al mantenimento dell'Rdc.

E ne danno le prime avvisaglie il "piano economico" a trazione flat-tax appena lanciato dal vicepremier leghista. Ma anche i numeri del nuovo panorama politico.
Un dato è rivelatore a questo proposito è arrivato nelle scorse ore da una simulazione dell'istituto Cattaneo, che proiettando  il voto europeo di domenica scorsa sui collegi della Camera ha mostrato infatti come Salvini  stravincerebbe le prossime elezioni con una coalizione di centrodestra Lega-Fi-FdI.

E riuscirebbe ad avere una maggioranza persino alleandosi solo con Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni: la stessa Meloni che ha già nei giorni scorsi lanciato una campagna per l'abolizione dell'RDC.
"Subito via il reddito di cittadinanza", ha detto, "utilizziamo quei soldi per ridurre la pressione fiscale".
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.