-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 13 maggio 2019

EUR/USD: livelli chiave per la settimana


Chiusura di settimana in buon recupero per l'Euro/Dollaro che riesce ancora una volta ad evitare l'avvitamento al ribasso dei prezzi, sotto quota 1.1140, grazie al promettente scatto nel finale d'ottava.
L'accellerazione dei prezzi effettuata tra giovedì e venerdì verso quota 1.1250, certamente non determina un inversione del trend discendente di breve e medio termine, ma comunque riduce, con il tentativo di consolidamento del supporto più alto di 1.1180, le probabilità di nuovi minimi di periodo.
Il livello di supporto a 1.1140 insieme al minimo relativo di 1.1110 rappresentato l'unico ostacolo ad un eventuale crash verso quota 1.1020 con la grave prospettiva, che si farebbe più concreta, di dirigersi verso la chiusura del gap a quota 1.0770 usd.
Il tentativo di opporre un qualche contrasto al lento e potente canale ribassista, che ha nelle resistenze di 1.1270, 1.1325 e 1.1440 i punti cardine nel suo tratto finale, é di buono auspicio perché conferisce prospettive di recupero almeno oltre 1.1270 per la prossima ottava.
In tal senso la riconquista dei valori positivi da parte dell'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero, segnala quanto meno una drastica riduzione della pressione in vendita a cui però ancora non di contrappone un'energica ripresa degli acquisti.

La prospettiva per la prossima settimana potrebbe essere quella di verifica la sostenibilità, prima dell'avamposti di 1.1220 e poi il superamento dei massimi relativi oltre 1.1270, da sfruttare ancora in chiave ribassista.
Al contrario lo scenario ribassista più concreto è rappresentato dal cedimento di quota 1.1180, con l'obiettivo quanto meno di fissare minimi intorno 1.1120, prospettiva che la buona chiusura di venerdì rende meno probabile.

Strategie operative su EUR/USD 

Per le posizioni long: attendere nuovamente il consolidamento dei valori della fascia di supporto compresa tra 1.1205 e 1.1220, essenziale per conferire probabilità di successo ad eventuali posizioni rialziste, con target oltre 1.2270 usd. 
Meglio in tal senso collocare più in basso a quota 1.1180 ordine pendenti, con stop di 50 pips e target interessante a 1.1260 usd. 
Per le posizioni short: attendere nuovamente il consolidamento dei valori di massimo relativo intorno alla fascia di supporto e resistenza compresa tra 1.1260 e 1.1280, servendosi anche del grafici orario.
Una volta verificata la presenza del massimi uguali o leggermente decrescenti, procedere alla vendita con stop di massimo 60 pips e target sotto quota 1.1170 usd. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.