-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 16 maggio 2019

Criptovalute: i rialzi di Bitcoin supereranno quelli del 2017?


Da qualche settimana il sentiment rialzista e l'esuberanza degli investitori stanno tornando a circondare Bitcoin e tutto il resto del comparto crypto.
Negli ultimi mesi la regina delle criptovalute è risorta dalle ceneri, incrementando il proprio valore del 150% dai minimi di Dicembre 2018.
Il prezzo di Bitcoin ha raggiunto gli 8.000 dollari e c'è chi è pronto a scommettere che supererà di gran lunga i 20.000 dollari toccati nel 2017.
Perchè la nuova corsa rialzista potrebbe superare quella a cui abbiamo assistito 2 anni fà?

Maggiore diffusione e conoscenza del settore

Innanzitutto quando Bitcoin è esploso fra l'opinione pubblica nel 2017, la stragrande maggioranza delle persone non aveva mai sentito parlare della criptovaluta creata da Satoshi Nakamoto.
I passati rialzi erano stati dettati più dalla novità che dalla conoscenza o dalla consapevolezza delle potenzialità della nuova tecnologia.
Ad oggi la blockchain sta trovando applicazione in moltissimi settori, sia finanziari che non finanziari; la sua implementazione nella vita quotidiana delle persone sembra destinata sempre più ad aumentare e moltissime aziende inoltre stanno iniziando ad accettare Bitcoin come metodo di pagamento.
In breve bitcoin sta diventando uno strumento con un sottostante legato effettivamente all’economia reale.

Tantissimi prodotti finanziari

Nel 2017 chi voleva investire in Bitcoin poteva solamente acquistare la criptovaluta e speculare sul suo aumento di valore (investitori cassettisti).
Ad oggi esiste invece un'ampia varietà di opzioni disponibili per gli investitori di Bitcoin, spaziando dai fondi ai futures.
Recentemente i futures di CME Group su Bitcoin hanno raggiunto un nuovo record di volumi, superando i 33.700 contratti scambiati.
Rispetto all'ultima corsa rialzista, nel 2019 l’investimento in bitcoin è più facile ed accessibile.

La "FOMO" rivestirà un ruolo fondamentale

FOMO è l'acronimo inglese di Fear of missing out, che letteralmente significa "paura di essere tagliati fuori".
Molti analisti sostengono che ora le persone sono a conoscenza delle potenzialità di Bitcoin e del fatto che possa raggiungere i 20.000 dollari, come già accaduto in passato; per questo motivo difficilmente si faranno sfuggire l'opportunità di investire in un altro grande rally del settore delle criptovalute.

I grafici sostengono il nuovo rally

Nel 2017 i rialzi di Bitcoin sono avvenuti in pochi mesi; il mercato era in una situazione di ipercompratoe il fatto che la bolla potesse esplodere era in un qualche modo prevedibile.
I rialzi recenti stanno invece avvenendo in maniera più parabolica, se vogliamo in maniera più ponderata, razionale e soprattutto legata agli effettivi sviluppi sugli ambiti applicativi della tecnologia blockchain.
Il co-fondatore dei Gemini , Tyler Winklevoss, ha osservato che "la rottura degli 8.000 dollari questa volta sembra molto diversa dall'ultima volta".

La guerra commerciale tra USA e Cina sta aiutando Bitcoin

Con i principali mercati finanziari che si infrangono sulla scia delle crescenti tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina , Bitcoin sta diventando sempre più attraente.
Come ha recentemente affermato il co-fondatore di Morgan Creek Digital, Anthony Pompliano, la guerra commerciale sta rendendo i bitcoin più interessanti per gli investitori, per il fatto di non essere correlati all’andamento del comparto azionario.
Bitcoin sta assumendo quindi sempre più il ruolo di bene rifugio.
Per restare sempre aggiornato sul mondo delle cryptovalute, iscriviti al nostro canale telegram gratuito cliccando qui.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.