-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 16 maggio 2019

Consiglio UE approva pacchetto di leggi per banche


In data 14 maggio 2019 il Consiglio Europeo ha approvato un pacchetto di leggi avente lo scopo di ridurre i rischi del settore bancario e di migliorare la capacità delle banche di superare i momenti di difficoltà.
Già da tempo ci attendevamo una simile misura in UE: i motivi sono innumerevoli, ma il Consiglio Europeo cerca di creare ammortizzatori in grado di tutelare le banche all'interno del Mercato Unico.

Consiglio Europeo approva pacchetto misure per ridurre rischi bancari

Già nel recente passato, molti Stati dell’UE avevano sollevato il problema concernente le diverse normative in ambito economico finanziario.
Si pensi, ad esempio, alla normativa fiscale così differente tra Stato e Stato o alla creazione della moneta unica governata dalla Banca Centrale Europea: si possono comprendere quali siano i problemi creatisi nel tentativo di raggiungere l’armonizzazione tra i vari stati membri dell’UE.
Alcuni Stati membri hanno mantenuto una doppia circolazione monetaria, altri hanno mantenuto la propria moneta e altri hanno, da subito, adottato l'euro.
Nel corso di questi primi venti anni di moneta unica abbiamo assistito a diversi scenari preoccupanti, soprattutto, nel sistema bancario.
Situazioni di forte squilibrio hanno portato a fallimenti e ad insolvenze di banche e istituzioni finanziarie che non sono state in grado di sopportare gli shock causati dal mercato finanziario.
Basti ricordare i famosi bond legati alla bolla immobiliare speculativa degli ultimi trenta anni.

Titoli di dubbia esigibilità presenti nei patrimoni di tutti gli Istituti di Credito, degli Stati Sovrani e delle altre istituzioni finanziarie e non.
Queste poste patrimoniali hanno di fatto annacquato i numeri dei bilanci e le Banche centrali, in particolar modo la BCE, hanno dovuto studiare nuove forme di controllo e nuovi indici che possono monitorare la patrimonialità delle banche e, di conseguenza, tutelare i risparmiatori.

Il pacchetto approvato dall'UE su questo tema ha inteso ridurre i rischi presenti nel settore bancario ed aiuterà gli istituti a resistere a questi shock.
La corretta applicazione delle norme in esso contenute aiuteranno a consolidare i patrimoni delle banche e a salvare quelle in difficoltà.

Data di entrata in vigore pacchetto misure UE

Data la complessità della materia e la sua successiva applicazione, è stato previsto che gran parte di esse andrà in vigore dal 2021.
In sintesi, il pacchetto normativo prevede:
  • un requisito sulla leva finanziaria dell'istituto calcolato con un coefficiente specifico
  • un requisito di finanziamento stabile netto
  • l'obbligo per enti di paesi terzi che esercitano in prevalenza nell’UE, di avere un'impresa madre all’interno della Comunità
  • un nuovo meccanismo di controllo per assorbire le perdite generate
  • un quadro di armonizzazione con coefficienti che riescano a segnalare rischi di insolvenza e grado di liquidità delle varie entità, anche delle banche di dimensioni più modeste.
Oltre a tutto questo, è prevista un'altra serie di provvedimenti mirati allo sviluppo nell'area UE e come incentivi agli investimenti in infrastrutture pubbliche e alle PMI.
In definitiva, possiamo affermare che l’approvazione del pacchetto UE rafforzerà l'identità delle istituzioni creditizie nell’UE: si tratta di un deciso segnale per la tutela dei risparmiatori, che sono troppo spesso vittime di un sistema globalizzato e difficile da interpretare.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.