-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 17 aprile 2019

Sterlina vicino ai minimi mensili su nuovi timori Brexit


La sterlina si sta avvicinando ai minimi dell'ultimo mese contro l'euro, sull'onda di nuovi timori legati alla situazione della Brexit. Il pound è infatti sceso, nella giornata di ieri, fino a quota 1,1547 contro la valuta unica, avvicinandosi alla soglia di 1,1530 toccata lo scorso 22 marzo e lanciando un falso segnale sulla rottura di un importante supporto collocato a 1,1560.
La divisa britannica si è anche indebolita nei confronti del dollaro, scendendo fino a quota 1,3044, vicino ai minimi settimanali.
Il motivo del deprezzamento è dovuto, neanche a dirlo, alle nuove incertezze che caratterizzano la Brexit, con la trattativa tra i Tories della premier Theresa May e il partito laburista guidato da Jeremy Corbyn che sembra essere entrate in stallo, mentre dalle cancellerie europee si rafforzano le posizioni contrarie a concedere ulteriori proroghe al Regno Unito alla data concordata del 31 ottobre prossimo.

Ieri è stata la volta della Germania, che finora si era sempre dimostrata disponibile a venire incontro alle richieste provenienti da oltremanica, ad esprimere la sua irritazione contro Londra. In una intervista al Financial Times, il ministro degli esteri tedesco Helko Maas ha fatto capire che la pazienza dei tedeschi, sul punto, è finita e che i britannici “dovranno decidere cosa vogliono fare entro ottobre”.
Una sorta di ultimatum che allinea così la posizione tedesca a quella francese, da sempre molto più irreprensibile, che avrebbe voluto, tra le altre cose, impedire una proroga oltre la fine di giugno.

Tutto questo proprio mentre gli ultimi dati macroeconomici mostrano una economia britannica ancora in grande forma.

Ieri, le statistiche dell'Office for National Statistics relative all'andamento del mercato del lavoro hanno mostrato come i salari del Regno Uniti siano cresciuti del +3,4% su base annuale, il tasso più alto dallo scoppio della grande crisi finanziaria del 2009 e come le aziende abbiano assunto circa 180mila nuovi lavoratori, mantenendo il livello di occupazione al livello record di 32,7 milioni, mentre il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 3,9%, il livello più basso dalla metà degli anni Settanta.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.