-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 12 aprile 2019

Sotto la lente dell'analisi tecnica


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Mailup
Mailup (+0,31%) tocca nuovi record a 3,47 euro salvo poi scendere sotto il livello di apertura a 3,36 euro.

Se venisse confermata la "shooting star" in formazione sul grafico giornaliero potrebbero seguire movimenti al ribasso, a correzione del prolungato uptrend visto dai minimi di inizio anno, verso 3,13/3,15, media mobile a 20 sedute e top di luglio 2017. Segnali di debolezza invece sotto questi riferimenti.
Oltre 3,47 atteso invece il test a 3,70 del lato superiore del canale che sale dai minimi di fine 2016.
-Target: 3,70 euro
-Negazione: 3,12 euro
-RSI (14): ipercomprato
Trevi Finanziaria Ind
Trevi Finanziaria Ind (-0,65%) dovrà lasciarsi alle spalle la trend line che scende dai massimi di inizio 2018, a 0,3130 circa, per dimostrare le intenzioni di crescita.

Oltre questo ostacolo il titolo potrebbe allungarsi fino al test a 0,3680 circa dei massimi allineati di settembre e dicembre 2018, riferimento strategico nel medio termine. Resistenza successiva a 0,39 circa. Sotto 0,2870 rischio di deterioramento verso area 0,24. 
-Target: 0,39 euro
-Negazione: 0,2870 euro
-RSI (14): neutrale
Prysmian
Prysmian (-8,19%) crolla e tocca i minimi di dicembre a 14,68 circa, inviando un pericoloso segnale negativo che potrebbe riattivare il movimento ribassista partito nel 2018 verso target a 12,50, base del canale che contiene la discesa dell'ultimo anno e mezzo.

Reazioni dai livelli attuali dovranno essere decise e portare in tempi brevi alla ricopertura del gap del 6 marzo a 17,77 per cancellare la recente debolezza e per creare le basi per un recupero convincente.

-Target: 17,77 euro 
-Negazione: 14,68 euro
-RSI (14): ipervenduto
Falck Renewables
Falck Renewables (-1,13%) perde quota dopo aver testato a 3,484 il lato superiore di un canale che sale dai minimi dello scorso ottobre.
Discese fino a 3,20, media mobile esponenziale a 20 sedute, non modificherebbero la struttura rialzista di fondo. Sotto questo riferimento rischio di approdo a 3,02 euro, picco di febbraio, poi a 2,90 circa, base del citato canale. Reazioni oltre area 3,50 proietterebbero invece i prezzi sul livello più alto dal 2008 a 3,90 almeno.


-Target: 3,90 euro
-Negazione: 3,20 euro
-RSI (14): neutrale
Salvatore Ferragamo
Ferragamo (+4,38%) resta in pressing sui massimi di marzo in area 19,60 circa in attesa degli spunti necessari per prolungare la reazione partita a inizio anno verso target in area 21,80, massimi degli ultimi sei mesi.
La permanenza sopra la media mobile a 50 giorni, in transito a quota 18,85, potrebbe fornire la base per una reazione duratura, diversamente si aprirebbero spazi di discesa verso un sostegno critico nel medio lungo periodo a circa 17 euro. 
-Target: 21,80 euro
-Negazione: 18,85 euro
-RSI (14): neutrale
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.