-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 13 marzo 2019

Spread in rialzo: BTP ancora appetibili o è meglio venderli ora?


Dopo la fase discendente registrata nella prima decade di marzo e culminata con una flessione ad un passo dai 240 punti base la scorsa settimana, lo spread BTP-Bund è tornato a salire nelle ultime sedute.

Spread in rialzo: si interrompe il rally dei BTP

Anche oggi assistiamo ad un allargamento del differenziale tra il decennale italiano e quello tedesco che si riporta ad un soffio dai 251 punti base, con un rialzo di quasi un punto e mezzo percentuale.
Una variazione percentuale sostanzialmente uguale si registra per il rendimento del BTP a 10 anni che sale al 2,58%.

BTP: focus sull'asta odierna

Lo spread BTP-Bund è in allargamento oggi malgrado il buon esito dell'asta di questa mattina, quando il Tesoro ha collocato un totale di 7,75 miliardi di euro di BTP con scadenza a 3, 7 e 20 anni, registrando una domanda complessiva superiore agli 11 miliardi di euro.
In calo i tassi per le due scadenze più lunghe, mentre quello del nuovo BTP a 3 si è attestato all'1,06%, sui massimi da gennaio, in rialzo rispetto allo 0,99% di metà febbraio, ma come spiegato dagli strategist di IG, questo è aumento è da ricondurre al fatto che si tratta di un nuovo collocamento.
Il principale interrogativo che ci si pone ora è se il recente rally dei BTP e il calo dello spread BTP-Bund siano da considerarsi conclusi o meno, in modo da poter individuare quali strategie adottare ora sui titoli di Stato italiani.

BTP: i motivi alla base dell'indebolimento delle ultime sedute

In attesa di conoscere il verdetto di Moody's sul rating del nostro Paese, in arrivo venerdì prossimo, gli investitori prendono profitto dopo la buona performance registrata di recente dal mercato obbligazionario.
Come argomentato nelle sale operativo, l'indebolimento delle ultime sedute è da ricondurre ad un insieme di fattori, quali appunto alcune prese di beneficio dopo la corsa della scorsa settimana, l'attesa per il giudizio di Moody's e le incertezze alimentate dalle tensioni in seno al Governo relativamente al tema calo della Tav.

BTP: gli analisti vedono pochi margini per ulteriori guadagni

Dopo le indicazioni arrivate dalla BCE la scorsa settimana, il mercato obbligazionario, non solo italiano, ma più in generale europeo, ha messo a segno dei guadagni rilevanti.
Secondo gli esperti di Ethenea, considerando che i Bund a 10 anni si stanno avvicinando ancora una volta alla barriera dello 0%, c'è ormai poco spazio a disposizione per ulteriori guadagni.
In ogni caso non è da escludere una discesa in territorio negativo del tasso dei titoli tedeschi, evento ritenuto possibile tanto dagli analisti di Dws, tanto dai loro colleghi di Danske Bank, ma in ogni caso i margini di manovra appaiono limitati al momento.

Unicredit: non c'è spazio per ulteriori cali dello spread BTP-Bund

Secondo gli analisti di Unicredit, se si prendono in considerazione le aspettative di politica monetaria, ci sono pochi motivi per pensare che i tassi possano muoversi in modo rilevante in una direzione o nell'altra.
L'idea degli strategist è che probabilmente il sentiment generale di mercato sarà guidato da due temi chiave: uno è rappresentato dalla Brexit e l'altro dalle evoluzioni delle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina.

Unicredit ritiene altresì che l'atteggiamento accomodante mostrato la scorsa settimana dalla BCE contribuirà a mantenere vivo l'interesse degli investitori per i rendimenti dei BTP a media scadenza.

Questo fa ben sperare in una posizione tattica per un ulteriore appiattimento della curva dei rendimenti, fermo restando che secondo gli analisti non c'è spazio ora per un ulteriore restringimento dello spread BTP-Bund.

Spread: per Natixis i livelli attuali sono un punto di vendita

Non diversa la posizione dei colleghi di Natixis, i quali ritengono che sia giunto il momento di liquidare le posizioni rialziste costruite sui BTP.
Con lo spread a ridosso dei 250 punti base, il broker ritiene che i livelli attuali siano un punto di vendita e non già di acquisto dei titoli di Stato Italiani.
In generale gli analisti di Natixis mantengono una view neutrale sui bond periferici non solo del nostro Paese ma dell'intera area euro, dopo il recente rally.

BNY Mellon: la calma del bond italiani potrebbe finire bruscamente

Guardano con un certo scetticismo al mercato obbligazionario italiano anche gli strategist di Bny Mellon, i quali segnalano che il nuovo Tltro annunciato dalla BCE da una parte contribuisce ad alleggerire il colpo sui BTP in arrivo, ma dall'altra difficilmente riuscirà a stimolare efficacemente la crescita dell'Italia.
Alla luce di ciò gli analisti mettono in guardia dal rischio che la relativa calma di cui gode al momento l'obbligazionario italiano potrebbe essere bruscamente interrotta.

La view di BNP Paribas sui premi di rischi degli asset italiani

Più fiduciosi gli analisti di BNP Paribas, secondo cui i premi di rischio sugli asset italiani sembrano eccessivamente alti.

Certo i rischi politici nel nostro Paese sono elevati, ma il mercato non starebbe tenendo conto che è in atto un processo di derisking significativo in seno alle banche che peraltro potranno beneficiare del nuovo Tltro annunciato la scorsa settimana dalla BCE.

UBP: view costruttiva sui BTP nel breve, ma nel medio i rischi restano

Infine, ad avere una view costruttiva sui BTP è UBP, visto che Christel Rendu de Lint, head of Global and Absolute Return Fixed Income del gruppo, non vede gravi rischi su un orizzonte di breve periodo, sia in termini di sostenibilità del debito sia relativamente alla possibilità di una Italexit.
L'esperto però al contempo segnala che in ottica di investimento bisognerà fare attenzione alla volatilità e alla liquidità dei titoli di Stato, ritenendo che i BTP dovrebbero vivere nuove turbolenze nei prossimi mesi a causa delle incertezze politiche, come già accaduto nel 2018.


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.