Mercato Trading e Segnali Operativi... Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -
Trade Like a Steve Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 marzo 2019

Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti


La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat.

MERCATI

Stati Uniti
Colgate segna una flessione dell’1,35%.
Mastercard cala dello 0,34%. Coca-Cola cresce dello 0,24%. Johnson & Johnson perde lo 0,31%.
Seduta negativa per Facebook (-3,32%). Prevalgono gli acquisti su Microsoft (+1,43%). Netflix sale dello 0,56%. PayPal scende dello 0,46%.
Italia
Crescono i titoli della “Galassia Agnelli” con FCA (+0,87%), CNH Industrial (+0,68%) ed Exor (+0,50%).

In controtendenza Ferrari (-0,21%).
Enel guadagna lo 0,51%. Snam cresce dell’1,27%. A2A sale dello 0,25%. Poco mossa Terna (+0,07%). Italgas resta invariata.
Telecom Italia segna un rialzo del 2,04% ed il titolo chiude a euro 0,550.
Prevalgono gli acquisti su Eni (+1%) e Saipem (+0,87%).
In calo il settore lusso con Moncler (-0,65%), Ferragamo (-2,10%) e Tod’s (-1,23%).
In denaro il settore bancario con UniCredit (+2,77%), Banca Generali (+1,27%), Banco Bpm (+4,68%), Ubi Banca (+2,75%), Mediobanca (+2,14%), Banca Mediolanum (+0,24%) ed Intesa Sanpaolo (+1,55%).
Assicurazioni Generali crescono dello 0,86% ed il titolo si porta a euro 16,48.
Seduta positiva per Leonardo (+2,73%), Fincantieri (+3,34%) e Buzzi Unicem (+0,26%).

In controtendenza con il settore Brembo (-1,73%).
Poste Italiane segnano un rialzo dello 0,87%. Poco mossa Mediaset (+0,07%).
Gran Bretagna
Diageo cresce dello 0,16%. Ben comprata Bat (+2,61%). GlaxoSmithKline sale dello 0,73%. Tesco guadagna il 2,62%. Vodafone aumenta dello 0,42%.
Germania
In evidenza positiva Deutsche Bank (+4,15%) in seguito all’apertura del dossier ufficiale per la fusione con Commerzbank.
Prevalgono le vendite su Lufthansa (-1,89%). SAP perde lo 0,50%. Volkswagen sale dello 0,82%.
Francia
Sanofi cala dello 0,41%. Carrefour cresce dello 0,27%. Peugeot guadagna lo 0,54%. Engie perde lo 0,11%. Poco mossa Kering (-0,06%).

Economia

Eurozona: la bilancia commerciale, in gennaio, ha registrato un surplus pari a 17 miliardi di euro rispetto ai 16 miliardi di euro del mese di dicembre.

Le Small Cap sotto “coverage” Finnat

Smre/1: SolarEdge Investment ha comunicato di aver pubblicato il documento di offerta relativo all’offerta pubblica di acquisto totalitaria su massime n.

9.898.043 azioni ordinarie Smre. Inoltre, il periodo di adesione all’offerta avrà inizio alle ore 8.30 del 18 marzo 2019 e terminerà alle ore 17.30 del 5 aprile 2019 (salvo proroghe) mentre il pagamento del corrispettivo dell’offerta avverrà il 10 aprile 2019.

Smre/2: ha comunicato che durante il periodo di esercizio anticipato dei “Warrant SMRE 2016 -2019”, a causa di un errore tecnico relativo alla data di esercizio, ai titolari dei warrant esercitati fino alla data del 12 marzo (n.

129.876 warrant), sono state assegnate alla suddetta data n. 129.876 azioni di compendio SMRE ad un prezzo unitario di 3,80 euro per un controvalore complessivo di 493.528,80 euro. Alla data del 12 marzo non erano ancora stati esercitati n. 324.306 “Warrant SMRE 2016 -2019”. Viene ribadito che il periodo di esercizio anticipato dei warrant in oggetto scadrà il giorno 26 marzo.
A seguito di quanto sopra indicato, il nuovo capitale sociale di Smre risulta pari a 2.197.893,70 euro composto da n.

21.978.937 azioni ordinarie prive di valore nominale.

Altre società

Poligrafici Printing ha archiviato il 2018 con ricavi consolidati pari a € 25,2 milioni contro € 25,8 del 2017. Il margine operativo lordo si è attestato ad € 5,3 milioni contro € 7,1 milioni del 2017 mentre l’utile è risultato pari ad € 2,4 milioni contro la perdita consolidata di € 1,3 milioni al 31.12.2017.
La posizione finanziaria netta ha evidenziato disponibilità per € 2,8 milioni rispetto all’indebitamento finanziario netto di € 0,2 del 31 dicembre 2017. Inoltre, il CdA ha proposto la distribuzione di un dividendo pari ad € 0,066 per azione.
IMA ha chiuso il 2018 con ricavi netti in crescita del 13,6% a 1,5 miliardi di euro.

L’Ebitda è salito a 253,6 milioni di euro, in aumento del 15,9% rispetto all’esercizio 2017 mentre l’ebit ha segnato un incremento del 13,1% a 210 milioni di euro. L’utile dell’esercizio salito a 124,6 milioni (+25,3% rispetto ai 99,4 milioni nel 2017) e l’utile del Gruppo ha raggiunto i 104 milioni.
L’indebitamento finanziario netto è cresciuto a 184,6 milioni di euro dai 50,1 milioni di euro al 31.12.2017.
Fidelity National Financial: fornitrice di soluzioni tecnologiche per la finanza, ha annunciato l'acquisto di “Worldpay”, società attiva nel settore dei servizi di pagamento per piccole e grandi imprese, per un controvalore di 43 miliardi di dollari.
Nexi: azienda italiana che offre servizi e infrastrutture per il pagamento digitale, ha comunicato di avere presentato domanda a Borsa Italiana per l’ammissione alla quotazione delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario. 
Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.